rotate-mobile
Politica

Antenna 5G, il Comune “blocca” la strada del cantiere di Capo Barile

Richiesto il ripristino dello stato dei luoghi in quanto quella tra Frosinone e Torrice è una zona agricola soggetta a vincoli urbanistici

Il Comune di Frosinone, per il tramite del Dirigente del Settore “Urbanistica e Pianificazione” Elio Noce, ha emesso un provvedimento di diffida all’effettuazione di nuovi interventi sulla strada del cantiere aperto in località Capo Barile per la realizzazione dell’antenna 5G. La stessa contro cui si era già scagliato l’avverso Sindaco del confinante Comune di Torrice, Mauro Assalti.  

È stata così invitata “l’impresa - spiega l’Amministrazione Ottaviani - a ripristinare lo stato dei luoghi in quanto in zona agricola, come previsto dall’Articolo 54 della Legge Regionale n. 38/99 (“Trasformazioni urbanistiche in zona agricola” tra le “Norme sul governo del territorio”, ndr) non è ammessa l’apertura di strade interpoderali, se non attraverso specifiche procedure attinenti allo svolgimento di attività integrate e complementari all’agricoltura”.

Dall’Amministrazione comunale

“A seguito della richiesta proposta dal sindaco Nicola Ottaviani - recita l’ultimo comunicato della serie - di svolgere accertamenti di natura urbanistica, i tecnici del Comune di Frosinone, unitamente al comando della Polizia Municipale, hanno effettuato un sopralluogo sull'area interessata dall'intervento del gestore dell'antenna 5G, in zona Capo Barile”.  

“Come già evidenziato in occasione della installazione di altre antenne e ripetitori - si legge ancora - i Comuni non hanno competenze sulla materia delle autorizzazioni alla realizzazione ed attivazione degli impianti di telefonia, ma possono verificare il rispetto delle normative urbanistiche ed edilizie, come avviene per ogni altro edificio o manufatto, da parte dei privati”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Antenna 5G, il Comune “blocca” la strada del cantiere di Capo Barile

FrosinoneToday è in caricamento