Riorganizzazione dei servizi di radiologia, Marcelli scuote il capo sulla delibera della Asl

"Continua l’opera di lento e costante smantellamento della sanità, senza che si riesca a comprenderne il motivo"

Il consigliere regionale Loreto Marcelli

Il consigliere regionale e vice presidente della Commissione Sanità, Loreto Marcelli, interviene sulla recente delibera, la n. 1720 del 3 agosto, con la quale l’A.S.L. di Frosinone ha rimodellato l’organizzazione dei Servizi di Radiologia. "Sono state individuate le figure professionali a cui affidare la responsabilità tecnico/organizzativa dei i Servizi di Radiologia, delle apparecchiature radiologiche e del personale tecnico ed infermieristico. - spiega Marcelli - Per il distretto A (il presidio sanitario di Anagni) ed il Distretto C di Sora (presidio sanitario di Isola Del Liri) il responsabile è stato individuato rispettivamente nel Direttore U.O.C. di Radiologia del Polo “B” di Frosinone e del Polo “D” di Cassino.

Le critiche

Tali decisioni sembrano essere, a prima vista, alquanto incongruenti se non inopportune, in quanto  il Presidio Sanitario di Isola del Liri si trova a pochissimi chilometri dall’Ospedale di Sora, anch'esso dotato di UOC di Radiologia e va inoltre precisato che esse sembrano non tenere conto dei criteri di pertinenza territoriale dei distretti attualmente previsti dall’Atto Aziendale, il che lascia perplessi in merito alle linee strategiche che l'attuale dirigenza intende perseguire, autonomamente e senza rendere conto ai rappresentanti istituzionali, per il futuro del territorio in oggetto. 

Verso il duopolio Frosinone-Cassino

Continua, quindi, l’opera di lento e costante smantellamento della sanità, senza che si riesca a comprenderne il motivo. Quali miglioramenti apporteranno tali scelte per la cittadinanza? Quali risparmi permetteranno di conseguire? Anagni ed il suo territorio, che recentemente hanno perso il Punto di Primo Intervento sostituito da un Presidio Ambulatoriale Territoriale, mentre in realtà avrebbe bisogno di un vero e proprio Pronto Soccorso, ora si vedranno ulteriormente depauperati. Lo stesso dicasi per il Distretto C di Sora. Infatti, i responsabili delle strutture saranno sempre meno prossimi al territorio, come faranno a conoscerne le esigenze e a farvi fronte?

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Se questo è il preludio al tentativo di organizzare la sanità provinciale, sia ospedaliera che distrettuale, sul duopolio Frosinone-Cassino, - conclude il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle - diciamo fermamente no e ci opporremo in tutte le sedi. La riorganizzazione dei servizi sanitari deve avere un solo obiettivo,  quello di soddisfare le richieste della popolazione garantendo una sanità adeguata al 21° secolo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento