"Basta lavorare gratis", le addette alla pulizia incrociano le braccia

Ultimatum delle lavoratrici nei confronti degli istituti che non intendono pagare in surroga gli stipendi arretrati

Una risoluzione a quanto pare solo parziale quella che è emersa ieri dall'assemblea generale dei lavoratori delle pulizie e decoro degli istituti scolastici del Lotto 5, comprendente le scuole delle province di Frosinone e Latina. Una parte dei dirigenti delle 59 scuole presenti sul territorio hanno esternato la propria volontà nel non procedere al pagamento in surroga degli stipendi non percepiti ormai dal mese di luglio, nonostante quanto previsto da una circolare ministeriale, diversi anche quelli che hanno dichiarato la volontà di procedere con i pagamenti senza però indicare una data nell'immediato. Per questi istituti gli addetti alle pulizie hanno deciso all'unanimità di interrompere definitivamente il servizio

Scuole a rischio chiusura

"Di tale decisione - comunicato le segreterie provinciali di Filcams-CGIL, Fisascat-CISL e Uiltrasporti-UIL - sono stati informati il Miur, l’Usp di Frosinone, gli istituti scolastici e il presidente della provincia Pompeo perché se nessuno le pulisce, le scuole potrebbero essere a rischio di non aprire e di non poter terminare il corretto svolgimento dell’attuale anno scolastico. Intendiamo ringraziare i dirigenti scolastici che hanno ottemperato al pagamento in surroga, rispettando le direttive del Miur, dell’Ispettorato del Lavoro di Frosinone, mostrando sensibilità nei confronti dei lavoratori coinvolti e responsabilità nei confronti delle scuole che dirigono, mentre, nei confronti di tutti i soggetti che, a vario titolo, non hanno ottemperato a quanto previsto dalle normative vigenti in materia, sono state inoltrate denunce formali a tutti gli organi competenti, compreso l’Anac. L’auspicio è che i lavoratori possano ottenere giustizia prima, per garantire il proseguo del servizio e l’inizio del prossimo anno scolastico con aziende che rispettino le Leggi, i contratti di lavoro e il pagamento delle spettanze.

L'intervento del presidente Pompeo

All'assemblea che si è svolta all'interno dell'Istituto Brunelleschi-Da Vinci di Frosinone ha preso parte anche il presidente della Provincia di Frosinone Antonio Pompeo. “Ho voluto esser presente alla manifestazione in primo luogo per portare il mio sostegno e la mia solidarietà ai lavoratori che in questi mesi hanno continuato a svolgere le loro mansioni anche in assenza della dovuta retribuzione. E questo aspetto va sottolineato”.

Un nuovo bando per l'affidamento del servizio

Al Presidente Pompeo i lavoratori e i sindacalisti hanno chiesto di attivarsi quanto prima presso il Miur e l’Ufficio scolastico provinciale per smuovere la questione dell'affidamento della gestione del servizio a nuove ditte. “Scriverò al Ministero per portare all’attenzione la problematica e chiedere che si predisponga tutto l’iter necessario per il nuovo bando e per l’affidamento del servizio di pulizia nelle scuole in tempi brevi: c’è bisogno di chiudere l’anno scolastico eliminando questa criticità e soprattutto che il prossimo prenda avvio senza questi problemi. Interesserò anche l’Usp per capire se ci sono le possibilità che anche le scuole che fino ad oggi non hanno provveduto, possano pagare in surroga i lavoratori e le lavoratrici, dando loro un minimo di serenità e di respiro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento