menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blocco diesel Euro 4, Legambiente: “Frosinone inadempiente”. La replica di Ottaviani: “Ancora finte battaglie”

Il sindaco del Capoluogo replica al presidente del circolo “Il Cigno” Ceccarelli, che ha lamentato un mancato aggiornamento del piano di risanamento della qualità dell’aria

Sulla questione del blocco dei veicoli diesel Euro 4, slittato da ottobre 2020 a gennaio 2021 per via dell’emergenza Covid, si registra un botta e risposta tra il presidente di Legambiente Frosinone Stefano Ceccarelli e il sindaco del Capoluogo Nicola Ottaviani.  

Il leader del circolo “Il Cigno” ha lamentato “l’inadempienza dell’amministrazione comunale del capoluogo ciociaro, peraltro ancora più grave se si pensa che il Comune ha deliberatamente disatteso l’aggiornamento del Piano di risanamento della qualità dell’aria adottato dalla Regione Lazio nell’agosto 2020, cioè in piena pandemia”.  

La replica di Ottaviani non si è lasciata attendere: “L’unico elemento positivo che conserva, è il prefisso ‘Lega’, poiché il suffisso ‘Ambiente’ lo ha perso, ormai, da anni. Continuano a disegnare mostri ad arte, come la questione del blocco immediato dei diesel, poiché sulle grandi questioni, come la Valle del Sacco, le discariche e gli impianti di lavorazione dei rifiuti, vecchi e nuovi, fanno finta di non vedere, distratti dalla loro militanza politica o per convenienza di partito, e non solo”.  

Legambiente sul blocco diesel Euro 4 a Frosinone 

Per quanto riguarda il Capoluogo, con un parco di 39.726 veicoli, da gennaio si dovranno fermare 5.387 auto e furgoni diesel Euro 4, da aggiungere ai 4.557 veicoli Euro 0 e ai 5.499 diesel Euro 1, 2 e 3 che avrebbero dovuto fermarsi già dallo scorso novembre, come negli inverni passati. Si tratta del 13,5% del circolante in città, il cui ultimo modello è stato venduto prima del dicembre 2010.  

“Il piano - ha ricordato, dopo l’attacco, Ceccarelli - prevede la limitazione della circolazione dei veicoli privati ad alimentazione diesel fino ad Euro 4 compresa, da applicarsi dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 18:30 dal 1° novembre al 31 marzo in tutte le città con popolazione superiore a 10.000 abitanti che hanno riscontrato superamenti dei valori limite del PM10 o del NO2 (art. 15 delle Norme di Attuazione)”.  

“La totale assenza di provvedimenti di limitazione al traffico veicolare decisa dall’Amministrazione Ottaviani per questo inverno - torna, infine, all’attacco - è dunque ingiustificata, sconcertante e inaccettabile se si pensa alle ben note croniche criticità della qualità dell’aria in quella che è una delle città più inquinate del centrosud: basti pensare al gran numero di sforamenti dei valori limite giornalieri per i PM10 registrati specialmente nella centralina ARPA dello Scalo e ai valori spesso significativamente elevati degli ossidi di azoto e del benzene.” 

Ottaviani: “Alle loro finte battaglie ormai non crede più nessuno” 

“Come mai non si sono preoccupati di verificare i provvedimenti che dovevano essere adottati dalla Regione Lazio e i relativi piani per le emissioni in atmosfera, anche per il periodo del Covid? - chiede il sindaco di Frosinone prima di controbattere - La verità è che alle loro finte battaglie, ormai, non crede più nessuno, in quanto su alcune materie continuano a essere deliberatamente distratti e, su altre, sono ormai stati abbondantemente superati dalle associazioni di volontariato apartitiche, che hanno sottratto loro il palcoscenico del vecchio ambientalismo virtuale, stile anni 60”.  

“Verrebbe da chiedersi come mai, malgrado spesso ne diano di numeri alla stampa, non abbiano mai calcolato – o meglio, voluto calcolare – quale sia la differenza reale tra le poche tonnellate di rifiuti prodotte dalla popolazione residente sulla nostra provincia e le centinaia di migliaia di tonnellate di rifiuti, provenienti da ogni parte d'Italia, lavorate dagli impianti, presenti e futuri che, naturalmente, massimizzano i loro profitti. E allora - conclude - meglio per loro continuare sulla strada del silenzio”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento