menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Silenzio alla richiesta di Consiglio in videoconferenza. 7 dell'opposizione ribadiscono l'assenza

I consiglieri motivano il loro No e sottolineano: "Restiamo basiti dinanzi ad un atteggiamento di totale chiusura da parte dell’Amministrazione. Siamo rammaricati dal non poter partecipare alle sedute"

La gran parte dei consiglieri di minoranza continuerà a disertare le sedute di consiglio comunale che l’Amministrazione continua a voler far svolgere “in presenza” presso i locali della Protezione Civile nel centro Forum di Piazzale Europa.
I consiglieri, nell’evidenziare a più riprese l’opportunità di svolgere i consigli comunali in “videoconferenza”, avevano anche manifestato alcune perplessità sull’effettiva idoneità dei locali scelti, scrivendo anche a Sua Eccellenza il Prefetto.

Basiti dall'atteggiamento dell'Amministrazione

“Restiamo basiti dinanzi ad un atteggiamento di totale chiusura da parte dell’Amministrazione, ma siamo fermamente convinti nel ritenere la nostra posizione di buon senso e totalmente priva di qualsivoglia vena polemica e preconcetta. Da più parti esperti ed Autorità preposte continuano ad invitare tutti a non abbassare la guardia nonostante i dati recenti lascino immaginare un’uscita dall’emergenza. Allo stesso tempo siamo rammaricati dal non poter partecipare alle sedute, ma fin quando le condizioni resteranno queste eserciteremo la nostra azione con gli strumenti a nostra disposizione, come quello delle “interrogazioni a risposta scritta” previste dal regolamento.”
Questo è quanto dichiarato dai consiglieri Fabiana Scasseddu, Fabrizio Cristofari, Marco Mastronardi, Angelo Pizzutelli, Stefano Pizzutelli, Daniele Riggi e Vincenzo Savo.

Nessuna risposta alla richiesta

Di seguito il testo della lettera:
“Egr. Sig. Presidente, 
non avendo ricevuto alcun riscontro al nostro nuovo invito a svolgere la seduta di Consiglio Comunale in modalità “videoconferenza”ai sensi dell'art. 73 del DL 18/2020 (conv. con mod. dalla L. 27/2020) ed evidenziando, inoltre, che nessuna risposta ufficiale ci è pervenuta riguardo all’idoneità del locale dove svolgere le sedute “in presenza”, ritenendo ancora oggi tutte valide ed opportune le nostre richieste e perplessità, comunichiamo che non parteciperemo alla seduta di consiglio comunale ordinaria (Question Time) convocata in data odierna. Cordiali saluti”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento