Consiglio comunale eccezionalmente in prima convocazione, forse per la visita di Salvini?

L'arrivo del vicepremier in Ciociaria potrebbe essere la causa dell'interruzione della "tradizionale" seconda convocazione per la riunione dell'Assise civica. Insorge il Circolo del Pd cittadino

Un sms da parte del presidente Adriano Piacentini inviato alle 22 di lunedì sera informava i consiglieri che la seduta del Consiglio comunale si sarebbe svolta in prima convocazione e non come ormai di prassi in seconda, prevista nella fattispecie per domani alle 18.30. Maggioranza quasi al completo, minoranza in 4, totale 21, il numero legale c'è, si può procedere con l'assemblea.

Il disappunto

Non tutti però hanno potuto lasciare da parte gli impegni quotidiani e lavorativi per essere presenti con così poco preavviso, ma soprattutto in un orario che di certo non agevola l'organizzazione. Già ieri sera lo aveva fatto presente la consigliera di opposizione Alessandra Sardellitti così come il suo collega anche in consiglio provinciale, Vincenzo Savo che in Aula ha fatto riferimento ad "un duro attacco alla democrazia" prima di essere interrotto da Piacentini.

Tutti a Veroli

Ma cosa ha generato il cambiamento di programma? Probabilmente la visita del vicepremier Salvini di domani a Veroli alle 18, in contemporanea con il Consiglio, incontro al quale potrebbe partecipare una cospicua fetta dell'Amministrazione tra lo stesso sindaco Ottaviani, svariati assessori e consiglieri che hanno aderito alla Lega o al più moderato Movimento Italia.

C'è da dire che in un primo momento era stato proposto il posticipo di qualche ora della seduta di domani, richiesta bocciata dall'opposizione e per questo motivo la decisione è ricaduta sul far suonare la campanella alle 8 di oggi. Intanto i punti all'ordine del giorno tra cui quello più importante sul Rendiconto della gestione dell'esercizio 2018 sono stati approvati.

Il commento del Circolo Pd

"Assistiamo all'ennesima pagina triste dell'amministrazione comunale di Frosinone. Si è svolto, questa mattina, il consiglio comunale convocato in prima convocazione: l'assise cittadina seduta si sarebbe dovuta svolgere domani alle 18.30, come sempre in seconda convocazione. Come mai questo cambio? Come mai ha convocato la maggioranza ieri notte? Perché domani in Ciociaria c'è Salvini e Ottaviani, come sempre, ha preferito salvaguardare i suoi interessi personali rispetto a quelli di un'intera città sempre più in ginocchio. Lo ripetiamo da tempo: se Ottaviani ha più a cuore il suo futuro rispetto a quello di Frosinone e dei suoi cittadini, lasci la poltrona da sindaco. Questa città merita di essere amministrata in modo serio".

L'affondo di Alessandra Sardellitti

"La maggioranza di centrodestra e l’Amministrazione hanno sacrificato la preminenza e l’autonomia del consiglio comunale alla campagna elettorale del leader della Lega Matteo Salvini. Dopo che in tutti questi anni non hanno fatto altro che ripetere che il profilo amministrativo era più importante di quello politico. Della serie: seguite quello che diciamo, non quello che facciamo.

E così stamattina si è svolta la seduta del consiglio comunale in prima convocazione (non succedeva da anni) per consentire al sindaco Nicola Ottaviani e al gruppo della Lega di essere domani sul palco con Matteo Salvini a Veroli. Il tutto con tempistiche e procedure che la dicono lunga sul concetto di democrazia e di rispetto delle opposizioni che hanno nella maggioranza di centrodestra. Nella tarda serata di ieri siamo stati avvertiti che c’era questa esigenza e che era opportuno spostare di due ore la seduta consiliare, a dopo il comizio di Salvini. Naturalmente le opposizioni hanno risposto di no, perché non stiamo ai comodi di Matteo Salvini e delle sue truppe. Quindi la comunicazione, via wathsapp, che il consiglio si sarebbe tenuto alle 8 di mattina di oggi.

La sottoscritta, come tanti altri, lavora ed ha impegni familiari a quell’ora. Ma dal centrodestra la risposta è stata “chissenefrega”. E così si è svolto il consiglio comunale in prima convocazione, dopo che negli ultimi cinque anni si è tenuto sempre in seconda convocazione per evitare problemi di numero legale alla maggioranza e per comprimere gli spazi di agibilità politica delle opposizioni. Avevamo proposto di fissare una seduta dell’ufficio di presidenza per risolvere il problema. Nulla: alla fine il presidente del consiglio Adriano Piacentini ha fissato la riunione alle 8 di stamattina. E tutto questo perché? Per piegare un’istituzione alle esigenze della campagna elettorale di Matteo Salvini. Dimenticavo: all’ordine del giorno c’era un argomento come il rendiconto. Approvato senza una buona parte dell’opposizione. Politicamente intollerabile. E indifendibile".

(Foto di una seduta del Consiglio comunale precedente)

Potrebbe interessarti

  • Tecnici Acea tentano di entrare in una stradina privata, si mette di traverso con l’auto e li blocca

  • Alatri, migliaia di lettere di messe in mora per l'acqua non pagata. Il sindaco scrive ad Acea

  • Paliano, un curatore fallimentare per gestire l’ex Parco uccelli della Selva?

  • Incendio Mecoris, gli esiti da Tor Vergata: assenza di diossina nei terreni

I più letti della settimana

  • Precipita dal sesto piano dell'ospedale di Frosinone e muore

  • Si ribaltano con l'auto mentre vanno al mare. Due ragazzi di Paliano in gravi condizioni

  • Piedimonte, sbaglia bus e viene preso a calci e pugni dall'autista, il video diventa virale

  • Remo Lanzi, esce di casa per cercare un po’ di refrigerio. Trovato morto tra la vegetazione

  • Bimbo di tre anni azzannato alla testa da un cane maremmano

  • Ceprano, lei si rifiuta di avere rapporti sessuali e lui tenta di strangolarla

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento