Domenica, 13 Giugno 2021
Politica

Nel Lazio 10 miliardi di euro per 8 grandi opere. Magliocchetti (Lega): “Nessun intervento in Ciociaria”

Il capogruppo consiliare del Carroccio, delegato per il Lazio al Consiglio Anci, ha scritto all’assessore regionale Alessandri per segnalare che in provincia di Frosinone non si realizza più niente da 18 anni. E propone un grande polo logistico

Danilo Magliocchetti, capogruppo consiliare Lega Frosinone e delegato per il Lazio al Consiglio nazionale Anci

Nel Lazio verranno investiti 10 miliardi di euro per realizzare 8 grandi opere. “Peccato, però, che non ci sia alcun intervento in provincia di Frosinone”, lamenta il capogruppo consiliare della Lega nel Capoluogo, nonché delegato per il Lazio al Consiglio Anci, Danilo Magliocchetti inviando una missiva all’assessore regionale ai Lavori Pubblici Mauro Alessandri.   

Le 8 grandi opere da realizzare nel Lazio 

  1. Strada Umbro Laziale. Sistema stradale di collegamento del porto di Civitavecchia con il nodo intermodale di Orte, tratta Monte Romano Est-Civitavecchia 

  1. Cisterna Valmontone con relative opere connesse 

  1. Strada statale 4 Salaria Linea ferroviaria Roma-Pescara 

  1. Chiusura anello ferroviario di Roma 

  1. Metropolitana di Roma Linea C 

  1. Messa in sicurezza del sistema acquedottistico del Peschiera 

  1. Riorganizzazione dei presidi interventi di ristrutturazione di alcuni commissariati romani, compresi un immobile comunale a Genzano e l'immobile ‘Tommaso Campanella’ per la realizzazione del Polo Cibernetico  

  1. Per l'autostrada Roma-Latina è stato individuato un percorso normativo e amministrativo che non richiede commissariamento e si è costituito il consiglio di amministrazione della nuova società autostradale, con soci Anas e Regione Lazio, che provvederà alla realizzazione dell’opera. 

La missiva inviata al delegato del governatore Zingaretti 

Nella lettera inviata all’assessore Alessandri, Magliocchetti cita le dichiarazioni del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti a fronte della nomina dei commissari per le grandi opere da parte del Governo. “Stiamo parlando di una grandissima occasione – ha detto lo stesso Zingaretti - per lo sviluppo di infrastrutture di carattere strategico per il nostro territorio e per la creazione di nuovi servizi che andranno a semplificare la vita di chi viaggia e si sposta quotidianamente”. 

“Un’affermazione senz’altro da condividere - ritiene Magliocchetti - perché quando si creano le premesse per realizzare importanti opere, tra infrastrutture stradali e ferroviarie e ristrutturazione di immobili, l’intero territorio regionale può trarne beneficio, in termini di crescita e sviluppo”. 

Magliocchetti: “Da 18 anni nessun’altra opera in Ciociaria” 

“Dalla realizzazione della superstrada per il mare Frosinone Terracina, la cosiddetta Frosinone-Mare, del lontano 2003, siamo parlando di 18 anni fa - fa presente l’esponente della Lega - mai più alcuna grande opera infrastrutturale è stata realizzata in provincia di Frosinone. Si tratta di un fatto oggettivo, difficilmente contestabile”. 

“La circostanza costituisce una evidente anomalia, anzi direi una ingiusta ed inspiegabile penalizzazione, specialmente se confrontata con gli 8 cantieri sbloccati che partiranno a breve, che avranno impatto e riflessi su tutti i territori della Regione, tranne, come detto, in Ciociaria”. 

“Ulteriore elemento di riflessione, ed ulteriore anomalia, nemmeno nel Defr 2021-2023 recentemente approvato, è prevista una grande ed importante opera infrastrutturale per la provincia di Frosinone, un territorio che evidentemente al pari degli altri della Regione, al contrario, ha urgente bisogno della realizzazione di importanti interventi”. 

La proposta: un grande polo logistico Frosinone-Ferentino-Anagni 

“Penso, a mero titolo di esempio - propone, infine, Magliocchetti - ad un grande polo integrato della logistica, da realizzare nell’area Frosinone-Ferentino-Anagni, dove c’è la presenza di importanti siti industriali del comparto chimico farmaceutico, che hanno un ruolo estremamente importante, ancor più oggi e negli anni a venire, considerato il contesto pandemico che il mondo sta vivendo”. 

“Un Polo della logistica di Frosinone, che potrebbe altresì essere integrato, con i territori della provincia di Latina e quello dell’area di Roma e Pomezia, dove, anche lì, insistono importanti e strategici opifici dello stesso comparto chimico farmaceutico”.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel Lazio 10 miliardi di euro per 8 grandi opere. Magliocchetti (Lega): “Nessun intervento in Ciociaria”

FrosinoneToday è in caricamento