Dea di II livello, Magliocchetti (Lega): ‘Condivisione da parte della dott.ssa Magrini’

La manager pro tempore della Asl di Frosinone ha risposto al capogruppo del Carroccio, facendo presente altresì che la Conferenza dei Sindaci verrà convocata quando saranno pronte le modifiche all’atto aziendale

Il direttore generale facente funzioni della Asl di Frosinone, la dott.ssa Patrizia Magrini, ha risposto alla missiva inviata una settimana fa dal capogruppo consiliare della Lega Danilo Magliocchetti per evidenziare che il Presidio ospedaliero unificato frusinate, formato dall’ospedale “Fabrizio Spaziani” del Capoluogo e dal “San Benedetto” di Alatri, ha i requisiti per essere Dea di II livello.   

“La ringrazio innanzitutto per il suo intervento e per la volontà di promuovere lo sviluppo della sanità del territorio - ha scritto la dott.ssa Magrini al consigliere comunale Magliocchetti, che la ringrazia sentitamente per il sollecito riscontro - Concordo sull’importanza di lavorare affinché la Provincia di Frosinone abbia l’opportunità di disporre di una Dea di II livello perché sarebbe utile per consentire un’assistenza a tutto campo per i cittadini del Frusinate”.  

In quanto alla richiesta di attivazione della Conferenza dei Sindaci, la manager pro tempore dell’Azienda sanitaria locale ha fatto presente che “sarà convocata nel momento in cui sarà pronto il documento con tutte le modifiche che si ritiene necessario apportare all’atto aziendale al fine di avere da parte dei Sindaci la condivisione ed eventuali ulteriori proposte le quali, per consentire di avanzare la proposta alla Regione Lazio, devono essere tutte corredate di dati e di relazioni attestanti il possesso dei relativi requisiti”.  

Il commento del consigliere Magliocchetti 

“Ovviamente - dichiara il capogruppo della Lega - una simile operazione è subordinata alla programmazione regionale e richiede tempo e risorse strutturali, ma la condivisione, da parte dell'attuale Direttore Generale della locale Asl,  circa l'opportunità di disporre di un Dea superiore anche in provincia di Frosinone, denota attenzione per il territorio e, personalmente, mi sembra estremamente importante, anche per cominciare ad aprire un serio e concreto dibattito sul tema, in particolar modo in sede di Conferenza dei Sindaci, quando sarà convocata”. 

“Troppo spesso in passato, anche in sede di approvazione, o successiva revisione, dell'atto aziendale, sono stati inseriti dei passaggi nel documento, sulla possibilità di realizzare il DEA di II livello a Frosinone, più formali che sostanziali, con il risultato di non riuscire ad ottenere risultati importanti”. 

“È chiaro che per avere un simile riconoscimento per l'Ospedale del Capoluogo, che specialmente durante l'emergenza Covid sta dimostrando di possedere, qualità professionali e di riconversione, superiori ad altri presidi del Lazio, bisognerà lavorare parecchio, sia in termini di requisiti, che comunque in buona parte già esistono, sia dal punto di vista del sostegno unitario e corale alla richiesta del Dea”.  

“Per essere chiari, sarà necessaria una battaglia di territorio condivisa e di tutte le sue componenti, istituzionali, politiche, di categoria, senza alcuna distinzione, per assicurare ai cittadini della provincia di Frosinone un'assistenza sanitaria completa e di qualità superiore. 

“La condivisione da parte della Dr.ssa Magrini, quantomeno sulle opportunità per il territorio, rappresentate dall'ottenimento di un Dea superiore per Frosinone - conclude lo stesso Magliocchetti - costituisce un importante punto di partenza, sul quale lavorare per il futuro e per questo va opportunamente ringraziata”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Cassino, positivo al Covid ma lo scoprono dopo morto. Portato via con il montacarichi

  • Coronavirus, muore Pino Scaccia. L'addio di Vacana: ‘In Ciociaria lo avevamo premiato un mese fa’

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento