Magliocchetti: "Si torni ad insegnare l'educazione civica nelle scuole"

In un momento di totale crisi dei valori, il consigliere comunale e provinciale di Frosinone scrive al ministro Fedeli affinchè venga reintrodotta tale materia nel programma scolastico

Reintrodurre l'insegnamento dell'educazione civica, di cui non vi è più traccia e non solo nel panorama scolastico, potrebbe rappresentare una valida soluzione per contrastare, se non addirittura per prevenire, forme di bullismo e cyber bullismo? Tornare ad insegnare ai giovani le regole basilari di convivenza e di rispetto all'interno delle scuole, questa la proposta del consigliere provinciale Danilo Magliocchetti rivolta direttamente al Ministro dell’Istruzione Università e Ricerca, Valeria Fedeli. 

Si registra una totale mancanza di rispetto

"Un insegnamento ritenuto erroneamente inutile" sottolinea Magliocchetti. "Tuttavia - continua - proprio i moderni contesti sociali, esasperati a volte dai social media, stanno portando, drammaticamente, alla ribalta delle cronache nazionali e locali, la totale mancanza, soprattutto nei giovani, del rispetto delle regole e della civile convivenza. I sempre più numerosi episodi di bullismo e cyber bullismo tra giovani,  o comunque una preoccupante e generalizzata mancanza di rispetto nei confronti delle istituzioni, non solo scolastiche, amplificata da una incapacità educativa, da parte di alcuni genitori, o troppo permissivi e indulgenti nei confronti dei propri figli, o troppo assenti, sta generando una sensazione di disagio crescente in alcuni contesti giovanili, che necessita di interventi da parte del mondo dell’istruzione, che non può, ovviamente, sostituirsi alla famiglia, ma esserne complementare nella formazione".

Coinvolgere i genitori

"È urgente ed improcrastinabile, quindi, una focalizzazione del lavoro sul tema della legalità, del rispetto delle regole, della convivenza civile, in particolare nelle scuole di primo e secondo grado, progettando anche occasioni di coinvolgimento dei genitori. È necessario conoscere per capire i fenomeni ed i ragazzi oggi, purtroppo, ignorano quelli che una volta erano i concetti basilari, della convivenza civile e rispettosa del prossimo". 

Il Lazio come progetto pilota

"Per questo, è importante ritornare all’insegnamento dell’educazione civica nelle scuole, il Lazio a tal fine, potrebbe rappresentare un progetto pilota sperimentale, così come avviene in molti Paesi europei, nei quali l'educazione civica è spesso materia autonoma, con adeguato numero di ore di insegnamento. Nel 2010 tutti gli Stati membri hanno adottato la Carta del Consiglio d'Europa sulla "educazione democratica e l'educazione ai diritti umani": è importante darne completa attuazione anche nel nostro Paese, dove assistiamo ogni giorno a fenomeni di deterioramento della Coesione sociale e di aggiramento delle regole del vivere civile".

Tornare a parlare di valori

"Oggi, più che mai, l’ignoranza su tanti temi dilaga, ed è sostituita da una presunta conoscenza fornita dai social, soprattutto tra le giovani generazioni e la nostra Carta Costituzionale continua ad essere quotidianamente calpestata, ignorata, ma soprattutto non è abbastanza divulgata, spiegata, raccontata e insegnata. Sarebbe quanto mai utile e formativo invece ad esempio, che ai giovani venisse insegnato l’insostituibile ruolo della famiglia e delle istituzioni, la finalità rieducativa della pena, le incomprimibili libertà di espressione del pensiero, di riunione, il diritto di sciopero".

Proposta per il nuovo anno scolastico

"In estrema sintesi, sarebbe importante insegnare ed educare i giovani ai diritti, ma anche e sopratutto ai doveri di ognuno, mirabilmente riportati nella Costituzione Italiana, che dovrebbe essere il testo “principe” sul quale tornare a studiare l’educazione civica. Per tutti questi motivi, mi permetto di rivolgerLe formale richiesta, affinchè si introduca, a partire dall’anno scolastico 2018/19, uno o due ore di educazione civica la settimana, nell’attività curricolare delle scuole del Lazio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Giovane finanziere muore nel sonno, la tragedia nella notte

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento