Politica Viale Napoli

Ex Dispensario, i Giovani Socialisti scrivono a D’Amato e Marcelli per sollecitare un sopralluogo con la Asl

Dopo aver richiesto un incontro alla Asl oltre un mese fa, circa la riconversione dello stabile in spazio di aggregazione, il movimento giovanile del Psi Frosinone si rivolge all’assessore regionale alla Sanità e al vicepresidente ciociaro della Commissione al ramo

L'ex Dispensario di Frosinone

Da ormai due mesi hanno lanciato una petizione online, arrivata a oltre 270 firme, per proporre la riconversione dell’ex Dispensario di Frosinone in spazio di aggregazione e cultura. Più di un mese va hanno richiesto un incontro con la Asl di Frosinone, proprietaria dello storico e abbandonato stabile di viale Napoli. Ora i Giovani Socialisti del Capoluogo hanno scritto ad Alessio D’Amato e Loreto Marcelli, assessore regionale alla Sanità e vicepresidente ciociaro della Commissione competente, per sollecitare un sopralluogo congiunto con l’Azienda sanitaria.  

I Giovani Socialisti: “Consci della lotta al Covid, ma la nostra richiesta è urgente”

Gli esponenti del movimento giovanile del Psi si dicono “consci del grande sforzo amministrativo che stanno compiendo le istituzione nella lotta al Covid e nell’organizzazione della campagna di vaccinazioni”. Dal circolo “Pietro Nenni”, però, è partita ugualmente una missiva ai vertici apicali della Sanità regionale “data - spiegano - l’urgenza della richiesta”.

La richiesta di sopralluogo: “Evitiamo eccessivo deterioramento per incuria”

A fronte di “un’iniziativa volta a restituire alla cittadinanza e alle nuove generazioni l’immobile”, la Federazione frusinate dei GS chiede pertanto che “sia disposto con celerità un sopralluogo nella struttura per valutare le condizioni ed evitare un eccessivo deterioramento per l’incuria, per procedere successivamente all’avvio concreto di una discussione sulle sorti della struttura, tenendo conto della nostra proposta”.

La doppia finalità: riqualificazione dell’esistente e contrasto alla cementificazione

“Riteniamo infatti essenziale - conclude la FGS di Frosinone - la riqualificazione del patrimonio edilizio esistente, contrastando così anche il fenomeno della cementificazione inspiegabilmente in espansione, per riconnettere il tessuto sociale della provincia fornendo alle nuove generazioni e alla cittadinanza spazi di aggregazione e di cultura in un territorio purtroppo impoverito sotto molti aspetti”.

Ex Dispensario, la lettera dei Giovani Socialisti di Frosinone-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex Dispensario, i Giovani Socialisti scrivono a D’Amato e Marcelli per sollecitare un sopralluogo con la Asl

FrosinoneToday è in caricamento