menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Frosinone Grande Capoluogo, Magliocchetti scrive a Zingaretti per la realizzazione di un comitato ad hoc

La Regione Lazio dovrà avere il ruolo di locomotiva e di coordinamento per non rischiare di restare ai soli buoni proponimenti, ma senza dare seguito poi agli atti concreti e susseguenti

Un Comitato promotore per Frosinone Grande Capoluogo, è l'oggetto della lettera inviata al presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, da parte del consigliere comunale di Frosinone, Danilo Magliocchetti, che sintetizza l'ampio consenso che il progetto sta registrando da più parti. "Si trattadi una proposta, promossa dal Presidente di Unindustria Giovanni Turriziani, di realizzare un grande aggregato territoriale di 8 Comuni, con a capo la Città di Frosinone, in grado di potenziare e efficientare i servizi e la competitività. Su questo progetto, si sono già espressi favorevolmente in tanti, tra Comuni coinvolti e parti politiche.

Il consenso

Il Comune di Frosinone, coerentemente e responsabilmente, ha già approvato una delibera di giunta in tal senso, che passerà a giorni all’esame del consiglio comunale per approvazione definitiva e necessario confronto con tutti i Consiglieri comunali. Come detto, su questo progetto si registrano, quasi ogni giorno, importanti ed autorevoli aperture, non solo dei Comuni, ma anche di Enti sovraordinati. Di particolare rilievo, quella della Presidenza del Consiglio regionale del Lazio, e dei Partiti, in senso assolutamente trasversale.

Comitato con a capo la Regione

Orbene, tutta questa preziosa disponibilità, andrebbe tradotta subito in atti concreti, per dare gambe al progetto. Per questo, consapevole della Sua attenzione per la crescita dei territori, Le chiedo di farsi interprete di realizzare il “Comitato promotore per Frosinone Grande Capoluogo”, con la firma di un vero e proprio atto costitutivo, del quale deve far parte, necessariamente, la Regione Lazio, poi la Provincia di Frosinone, gli 8 Comuni interessati dal progetto, Unindustria, le associazioni datoriali, di categoria e sindacali, università di Cassino e del Lazio Meridionale ed eventuali istituti bancari interessati. Si tratta di un Comitato promotore aperto, al quale potranno aderire, nel corso del tempo, ulteriori importanti stakeholder del territorio interessati al progetto.

Credo, che per un’idea così importante per lo sviluppo del territorio, nello specifico Frosinone, la Regione Lazio debba assumere, per importanza, competenza e potenzialità, legislativa e finanziaria, il ruolo di locomotiva e di coordinamento, altrimenti si rischia, come purtroppo accaduto troppo spesso in passato, di restare ai soli buoni proponimenti,ma senza dare seguito poi agli atti concreti e susseguenti. Nemmeno dobbiamo commettere l’errore solito di “morire di tattica”, perché non ci può essere nessun genere di tatticismo o,peggio, etichettatura politica, su una iniziativa che se realizzata, potrà dare benefici e sviluppo all’intero territorio, non solo della provincia di Frosinone, ma dell’intera regione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lazio in zona gialla? I numeri dicono di sì, ma...

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Incontro con Simone Frignani, il costruttore di cammini!

  • Attualità

    Le 'ciocie' tra storia e curiosità

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento