Isole pedonali, scontro acceso tra Pd e sindaco Ottaviani che replica: "Sono ambientalisti a tempo perso"

Il primo cittadino di Frosinone risponde alle polemiche sollevate dal segretario del Circolo cittadino, Andrea Palladino, che ha definito fallimentare la gestione della pedonalizzazione nel fine settimana

Botta e risposta tra Circolo Pd di Frosinone e sindaco Ottaviani, oggetto del contendere le ormai note isole pedonali del week-end frusinate. Alle nota di Andrea Palladino, segretario del circolo cittadino, con la quale attacca la gestione "fallimentare" della chiusura al traffico con particolare riguardo per il centro storico, è immediatamente seguita la replica di Nicola Ottaviani che definisce i dirigenti del  Pd "ambientalisti a tempo perso". 

La replica di Nicola Ottaviani

"Il PD di Frosinone o, almeno i megadirigenti generali del circolo (scarsamente virtuoso) - ha dichiarato il sindaco di Frosinone, Nicola Ottaviani - non perdono occasione per ricordare all'intera cittadinanza di essere ambientalisti solo quando si parla del Comune degli altri o dei sacrifici sempre degli altri. Dopo aver benedetto, come manna caduta dal cielo, anche per i meno clericali di loro, i rifiuti provenienti da Roma ed aver pianto notti intere quando sono stati deviati dalla neocompagna Raggi verso le Marche, vengono ora a dirci che le isole pedonali le apprezzano solo e le percorrono a Ravenna, a Modena o, tutt'al più, a Bologna, mentre per Frosinone avere due km di isola pedonale, da corso della Repubblica fino a via Aldo Moro, diventa un peccato originale, talmente grosso da far arrossire anche Eva al momento del morso alla mela.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Migliorata la qualità dell'aria

Diciamola chiaramente, è la solita foglia di fico, che il PD di Frosinone cerca di indossare essendo rimasto nudo e povero di idee e di coraggio nelle politiche ambientali. Purtroppo per loro, e fortunatamente per la città, il miglioramento della qualità della vita degli ultimi anni è sotto gli occhi di tutti e dovranno farsi, prima o poi, una ragione del fatto che dove avevano progettato 130.000 metri cubi di cemento, sull'area Matusa, oggi esiste un parco verde di oltre due ettari, che ha coniugato il progresso ambientale con le nuove forme di aggregazione sociale. Devo ringraziarli per l'ennesimo harakiri che stanno compiendo, dopo il nuovo stadio, dopo la nuova Accademia di belle arti, e dopo il Parco del Matusa, perché questa sarà l'ultima chiosa finale per dimostrare come siano rimasti ambientalisti a tempo perso. Del resto, se lo stesso sindaco di Patrica, Fiordalisio, sbatte la porta e va via, deluso dalla latitanza ambientale del PD, qualche ragione dovrà pur esserci". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Cassino, positivo al Covid ma lo scoprono dopo morto. Portato via con il montacarichi

  • Coronavirus, muore Pino Scaccia. L'addio di Vacana: ‘In Ciociaria lo avevamo premiato un mese fa’

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento