Politica

Il consigliere Danilo Magliocchetti dice la sua sulla questione della discarica di via Le Lame

Con l’approvazione della Delibera Regionale 1069 del 30/12/2020 emergono dubbi sulla bonifica e sul trattamento dei rifiuti presenti nella discarica del capoluogo in assenza di un cronoprogramma

"Con l’approvazione della Delibera Regionale 1069 del 30/12/2020 avente ad oggetto: “Approvazione dello schema “atto di rimodulazione e integrazione dell’Accordo di programma tra il Ministero dell’Ambiente della Tutela del Territorio e del Mare e la Regione Lazio per la realizzazione degli interventi di messa in sicurezza e bonifica del Sito di Interesse Nazionale del Bacino del Fiume Sacco sottoscritto il 12 marzo 2019” solo alcuni aspetti, sull’annunciato processo di bonifica della discarica di Via Le Lame a Frosinone, sono chiari, mentre altri ancora no". Questo l'incipit del commento del consigliere comunale Danilo Magliocchetti  delegato per il Lazio al Consiglio Nazionale ANCI.

“Innanzitutto, questo è il primo atto ufficiale regionale in proposito, così come avevamo sostenuto dall’inizio. In secondo luogo, si tratta complessivamente, compresi i 10.840.000 di € destinati per Frosinone, di risorse del Ministero dell’Ambiente, e non poteva essere altrimenti, visto che la discarica rientra nel bacino del SIN, proprio come avevamo detto qualche giorno fa, non trovando nulla in proposito sui documenti della programmazione finanziaria della Regione Lazio. In ogni caso, non saranno certamente risorse sufficienti per completare l’opera di bonifica. Di questi € 10.840.000 non è dato sapere, in alcun modo, come verranno spesi, si sa solo che verranno impegnati € 5.318.000 nel 2021, € 5.386.000 nel 2022 e € 136.000 nel 2023. Ma non si capisce, leggendo la delibera, a cosa saranno destinati. Ad esempio, è prevista anche un’attività consulenziale? Inoltre, il cronoprogramma procedurale è quantomai generico dal 2021 al 2023, laddove si parla di aggiornamento del piano di caratterizzazione, rimozione dei rifiuti, e bonifica. Ma non c’è scritto nè il come , nè il chi, né il quando con precisione. Non è stato nemmeno ancora deciso se i rifiuti presenti nella discarica di via Le Lame, vista la loro particolare natura, verranno trattati in loco, o trasferiti altrove. Tutte queste riflessioni sono determinate, certamente non per alimentare una polemica inutile e strumentale, ma solo dalla volontà di arrivare, finalmente, al compimento del processo di bonifica di Via le Lame. Per poterlo fare, c’è assoluta necessità di risorse certe e definite e programmi chiari, precisi e condivisi. Non di annunci. Di processi di bonifica farciti di buone intenzioni l’Italia è piena, vedasi quello che è accaduto negli anni a Bagnoli, ma poi alla fine contano i risultati, in termini di risanamento ambientale.
 

A tale scopo, poichè come noto il crono-programma è anche lo strumento di misurazione dell’efficienza e dell’efficacia del lavoro svolto, suggerisco, in termini assolutamente costruttivi, di realizzare una consultazione internet regionale, un sito web come quello nazionale già esistente, per mettere in collegamento istituzioni e cittadini, che costituisca il dispositivo principale per attuare il necessario processo di trasparenza delle procedure, e di verifica degli obiettivi e stato avanzamento dei lavori di bonifica di Via Le Lame. Da ultimo, ma non per questo meno importante, è auspicabile finalmente il coinvolgimento diretto del Comune di Frosinone, anche con la trasmissione ufficiale da parte della Regione Lazio, degli atti di programmazione della bonifica, in modo che l’Amministrazione venga opportunamente e necessariamente coinvolta, anche per fornire, eventualmente, i propri contributi di miglioramento all’iter procedurale, considerato che il Capoluogo ed i suo cittadini sono quelli che, incolpevolmente, hanno subito, per anni, gli effetti di questo disastro ambientale, provocato da altri”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il consigliere Danilo Magliocchetti dice la sua sulla questione della discarica di via Le Lame

FrosinoneToday è in caricamento