Politica

Moschea, secco No da Destra sociale che però propone un referendum cittadino

Per il segretario provinciale Sergio Arduini l'Amministrazione comunale dovrebbe affidare la decisione ai cittadini

La decisione sull'ok alla costruzione di una moschea a Frosinone dovrebbe spettare ai cittadini che potrebbero esprimere il loro parere attraverso un vero e proprio referendum. In sintesi è questo il punto centrale dell'intervento di Sergio Arduini, segretario provinciale di Destra Sociale in FdI.

“Sembra diventato l’unico motivo di conversazione, specialmente sui social, dove in tanti improvvisamente si sono scoperti sociologi, tuttologi e soprattutto teologi".  

3000 firme raccolte da Fratelli d'Italia

“In mezzo alle tantissime chiacchiere solo Fratelli d’Italia, dal 14 aprile di quest’anno,  ha indetto una raccolta firme contro l’eventuale costruzione della Moschea, raccogliendo fino adesso oltre 3000 firme di cittadini e altrettante sono in arrivo”.

Referendum cittadino

“Anche il nostro circolo provinciale di Destra Sociale in FdI partecipa alla petizione, ed è assolutamente contrario alla realizzazione del luogo di culto islamico in via America Latina, e in altri luoghi di questa città. Anzi, per essere ancor più chiari ed espliciti, come da nostro costume nelle affermazioni, in nessun altro luogo della provincia di Frosinone.  Non abbiamo e non vediamo alcuna necessità in Ciociaria di veder spuntare minareti. Ma visto il clima creatosi in città, riteniamo che l’unica soluzione che l’amministrazione possa adottare sia quella di un referendum cittadino”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Moschea, secco No da Destra sociale che però propone un referendum cittadino

FrosinoneToday è in caricamento