Ottaviani vs Pizzutelli, Pd e 5 Stelle si schierano

Dopo la denuncia del sindaco arriva il sostegno all'esponente di Frosinone in Comune. Attacco al primo cittadino su trasparenza e mancanza di confronto politico

Andrea Palladino e Marco Mastronardi

La denuncia-querela presentata dal sindaco Nicola Ottaviani e dal vicesindaco Fabio Tagliaferri contro il consigliere d'opposizione Stefano Pizzutelli per diffamazione a mezzo stampa, dopo che quest'ultimo aveva presentato esposto all'autorità giudiziaria sui lavori del Parco Matusa, non è andata giù nè al Circolo del Pd cittadino nè tantomeno al gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle. Entrambi, nell'esprimere solidarietà all'esponente di Frosinone in Comune, fanno perno su alcune carenze dimostrate dal primo cittadino, tra le altre, una poca propensione al confronto politico e alla poca "attitudine" nel rispondere a domande poste dai consiglieri di opposizione.

Richieste di atti rifiutate

Soprattutto sul primo fronte si esprime il Circolo di Frosinone del PD sottolineando il proprio sostegno a Pizzutelli "che ha presentato esposto all'autorità giudiziaria, dopo innumerevoli richieste di chiarimento rivolte al sindaco, che non ha mai risposto. Sosteniamo con convinzione quei consiglieri che per mesi hanno chiesto atti amministrativi che vengono sistematicamente rifiutati, accompagnati da manifestazioni di arroganza assunti dallo stesso Ottaviani. 

Nessun confronto politico

Siamo con Pizzutelli, - continuano i Dem nella nota - perché, privato del confronto politico, vogliamo difendere il primato della politica e della democrazia. Certamente non quello dell'arroganza e delle prevaricazioni, metodi tanto cari a Ottaviani. Il sindaco di Frosinone non si smentisce nei suoi atteggiamenti prepotenti, che nascondono il fallimento politico-amministrativo della sua maggioranza e del suo operato. Ancora una volta egli si rifugge nelle stanze dei tribunali, si è voluto, da parte del sindaco, ricorre alla querela, come arma che sostituisce il confronto politico, democratico e civile. Un metodo che biasimiamo e respingiamo. Il PD condurrà la sua battaglia politica, denunciando tutti quegli ingiustificati e faziosi comportamenti, per supplire all'incapacità e al fallimento di Ottaviani a governare. Ci impegniamo a garantire una migliore qualità della vita dei cittadini".

Trasparenza e legalità

Per i Cinque Stelle: "I recenti fatti legati alle procedure di affidamento dei lavori del Parco del Matusa si riflettono inevitabilmente su un tema più generale, ma che riteniamo “centrale”: quello della “trasparenza” e della “legalità”. Sulla vicenda del Matusa anche noi abbiamo più volte manifestato dubbi ed avanzato richieste di chiarimenti in Consiglio Comunale, ma le risposte sono state sempre vaghe ed in alcune occasioni anche “condite” da atteggiamenti di scherno nei confronti del consigliere interrogante di turno. Un trattamento riservato anche ad altri consiglieri di opposizione, in verità".

A conferma di ciò i pentastellati ricordano l'episodio avvenuto durante l'ultimo question time dello scorso 4 luglio quanto "il nostro consigliere Mastronardi segnalava la pubblicazione “non integrale”, o addirittura “assente” di alcuni atti sull’Albo Pretorio on line, ricevendo come risposta un laconico “verificheremo”. Beh, ad oggi la situazione è ancora immutata! Certo, condividiamo il fatto che quando i temi della politica passano sui tavoli della Magistratura a perdere sia la politica tutta, ma è altrettanto vero che l’unico antidoto efficace sia quello di somministrare una massiccia dose di “trasparenza” e “legalità” all’azione politica di chi amministra, anche e soprattutto in risposta a chi è costretto a dover rivolgere le proprie istanze in altre sedi, visto che in quelle deputate non trova risposte!

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nessuna caccia alle streghe e nessuna strategia del sospetto, il dovere delle opposizioni è controllare ed incalzare chi amministra ed il dovere di chi amministra è metterle nelle condizioni di poterlo fare. Queste sono le regole del gioco e debbono valere sempre e comunque a prescindere dal ruolo che si ricopre al momento. È semplice e si chiama democrazia!"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento