Ottaviani: “Sassaiola su studenti cinesi? Notizia falsa”

Secondo il Sindaco del Capoluogo, il grave episodio denunciato dal docente Iaconis (Accademia di Belle Arti) a FrosinoneToday.it non sarebbe altro che una fake news proveniente da chi cerca pubblicità gratuita e rincorsa da politici "attira-like"

Il Sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani, con alle spalle l'Accademia delle Belle Arti

In giornata, a margine della chiarificatrice conferenza stampa tenuta in tema Coronavirus all’Accademia delle Belle Arti di Frosinone, il docente Giuseppe Iaconis ha rilasciato una video-intervista a frosinonetoday.it e le seguenti dichiarazioni: “Ci interessa, come docenti e anche un po’ famiglia di questi studenti cinesi - ha premesso l’insegnante - che ci sia più sensibilità, anche perché i ragazzi che stanno qua soffrono. Hanno le famiglie lontane. Molti di loro stanno perdendo dei parenti".

“Abbiamo sentito di situazioni anche molto pesanti che stanno avvenendo nella città di Frosinone - ha poi reso pubblico - Hanno preso con i sassi dei ragazzi cinesi, quindi presi a sassate. Arriviamo a dei fenomeni, quasi, di razzismo che, secondo me, sono veramente fuori luogo”.

“Noi in Accademia - ha detto ancora - siamo i primi a essere presenti accanto ai cinesi. È tutto sotto controllo. La Direttrice ha voluto chiudere proprio per accertare una serie di situazioni non chiare. Detto questo, non sono io che dovrei sensibilizzare le persone“. 

La notizia, però, è stata definita una fake news da parte del Sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani (e, nel giro delle successive 24 ore, ha portato alla denuncia del professore per procurato allarme). La stessa notizia che, essendo stata ripresa anche dall’Agenzia Giornalistica Italiana (AGI) ma specificando erroneamente che “è successo all’interno dell’Accademia di Belle Arti” e non in città, ha provocato una “reazione a catena” e costretto la Direttrice dell’istituto Loredana Rea a smentire quanto riportato inizialmente da AGI e poi da altri.  

Dal Sindaco Ottaviani

“La notizia circolata e pubblicata in queste ore - sostiene il Primo Cittadino - relativa ad una fantomatica sassaiola di cui sarebbero stati vittime alcuni studenti cinesi dell'Accademia di Belle Arti, oltre ad essere assolutamente falsa, risulta il frutto della bassezza di livello a cui alcuni insegnanti, fortunatamente una esigua minoranza, giungono oggi, nella ricerca di pubblicità gratuita, anziché dedicarsi alla didattica e agli insegnamenti etici”.

Sui politici intervenuti

“Per non parlare poi - prosegue lo stesso Ottaviani - della opportunità di calare un velo di pietà verso quei politici che, oggi, anziché amministrare con scrupolo e sacrificio il Paese, occupandosi di problemi concreti, preferiscono trascorrere ore intere a rincorrere fake e post inventati di sana pianta, al solo scopo di collezionare quei "mi piace" che durano come la metafora della Cortellesi del 'gatto in tangenziale'”.

Chiaro riferimento, tra gli altri, al Circolo cittadino del PD nonché a due suoi esponenti territoriali di spicco: il Governatore del Lazio Nicola Zingaretti e il Presidente del Consiglio regionale Mauro Buschini, scagliatisi immediatamente contro gli ignoti autori della rivelata sassaiola.

Dal Partito Democratico

Così Zingaretti: "Io sono senza parole, spero che i responsabili siano coscienti di dover rispondere di questa vergogna. Se la disinformazione (già deplorata dal Prefetto Portelli, ndr) porta addirittura a gesti pericolosi come questo, dobbiamo impegnarci tutti e di più per raccontare la verità e le notizie corrette. Solidarietà alle vittime di una vera e propria aggressione".

Al contempo, Buschini: "Sarebbero gravissimi, se confermati, i fatti relativi all'aggressione subita da studenti cinesi a Frosinone. Mi auguro che gli autori di questa follia possano essere perseguiti dalla giustizia e si rendano conto dell’assurdità che hanno commesso, nella speranza che vogliano pentirsi e chiedere scusa”. 

"Deprechiamo - si legge, infine, in una nota del PD Frosinone - questi insulsi comportamenti che alimentano paure e sospetti ingiustificati. Riteniamo questa deplorevole vicenda come il risultato di un clima di odio e di violenza in cui molti vorrebbero gettare il paese. Respingiamo questi metodi e consideriamo necessario ritrovare serenità e solidarietà anche in questo particolare difficile momento. Rivolgiamo la nostra piena solidarietà alla Direttrice e al Presidente della consulta degli studenti dell'Accademia e auspichiamo che simili episodi non debbano mai più accadere".

La richiesta di scuse

Speriamo - conclude, invece, il Sindaco Ottaviani - almeno che i tristi interpreti di questa pagliacciata a tutti i livelli, sappiano chiedere scusa nei prossimi giorni agli studenti dell'Accademia, italiani, asiatici e, soprattutto, cinesi, oltre che alla gente che vive nella nostra città, di cultura internazionale, per aver cavalcato una menzogna in cambio di polvere di vanagloria".

Sulla scia delle dichiarazioni del Primo Cittadino filo-leghista, quelle del coordinatore del Consiglio provinciale di Frosinone Daniele Maura (Fratelli D'Italia): "Sassaiola su studenti cinesi è fake news - ritiene anche lui - Piena solidarietà alla direttrice dell'Accademia delle Belle Arti ed alla città di Frosinone per le dichiarazioni affrettate di alcuni politici sinistrorsi, riguardo la sassaiola a danno di studenti cinesi. Questo modo di fare politica può essere definito in un unico modo: sciacallaggio".

Da Loredana Rea

All’interno dell’Accademia di Belle Arti di Frosinone - ha dovuto puntualizzare, nel pomeriggio, la Direttrice dell’istituto -  non si è verificato alcun episodio di violenza nei confronti di studenti cinesi o di altra nazionalità. Se degli episodi si sono verificati all’esterno di Palazzo Tiravanti la direzione non ne è a conoscenza e chiaramente si tratta di episodi da stigmatizzare”.

“Come ribadito nel corso della conferenza stampa di questa mattina - ha ricordato, infine, la Direttrice -  l’Accademia è la famiglia di questi ragazzi, che sono da noi tutelati al pari di tutti gli altri studenti. Posso testimoniare inoltre il clima di solidarietà che si è instaurato tra compagni di corso di ogni nazionalità sia al di fuori delle mura accademiche che durante le lezioni, che stanno proseguendo senza alcuna interruzione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dal Ministro Bonetti

Ha commentato anche Elena Bonetti, Ministro per la Famiglia e le Pari Opportunità: "Quanto accaduto a Frosinone, il lancio di sassi contro degli studenti cinesi, è gravissimo e inaudito. Né la paura né l'ignoranza giustificano o riducono la disumanità di questo atto. Sono vicina ai ragazzi aggrediti e alla comunità di Frosinone: questa ferita richiederà tempo, responsabilità e cura da tutta la comunità per essere sanata. Ne avremo bisogno, se vogliamo restare umani e civili."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio Willy, tracce organiche nella macchina dei fratelli Marco e Gabriele Bianchi

  • Pontecorvo, speciale elezioni: Anselmo Rotondo resta sindaco (video)

  • Paliano, violento frontale tra due auto, un ragazzo perde la vita (foto)

  • Coronavirus, l'appello di un fisioterapista positivo: "I miei pazienti facciano attenzione"

  • Coronavirus, impennata di casi di positivi a Colleferro. Ecco cosa è successo

  • Omicidio Willy, lo sfogo del gestore di un locale di Colleferro: “non siamo il cancro di questa città”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento