Piloni, c'è qualcosa che bolle in pentola?

Dopo l'ex Enal ora tocca alla struttura di via Alcide De Gasperi di Frosinone. L'assessore Testa risponde al consigliere Riggi: "È il momento della soluzione definitiva"

I Piloni di via De Gasperis

Piloni di via Alcide De Gasperi, c'è qualcosa che bolle in pentola ma per i modi ed i tempi ancora è troppo presto. Il monumento al degrado del capoluogo è tornato ad essere oggetto di discussione in Consiglio comunale grazie all'intervento del consigliere d'opposizione Daniele Riggi che già tempo addietro aveva proposto la sua idea per riqualificare la struttura (con il cosiddetto Pantheon dei Ciociari illustri) appoggiando altresì le iniziative avanzate da alcune associazioni locali come ad esempio quella di “Frosinone Bella e Brutta” di installare teli o pannelli artistici raffiguranti illustri personaggi della Ciociaria.

Tutto fermo a tre anni fa

Una proposta di cui si è fatto portavoce Riggi durante il question time chiedendo all'assessore al Centro storico, Rossella Testa di spiegare i motivi per i quali non si possa procedere in tal senso considerando che si tratterebbe di un'iniziativa che prosegue nella direzione del progetto che avrebbe dovuto prender vita con la delibera 456 del 2015. Una delibera, cui fece seguito anche una determinazione dirigenziale, con la quale la giunta comunale decideva di approvare il progetto di camouflage della zona che prevedeva l'installazione di 17 grandi tele da inserire nelle arcate. Da allora nulla fu fatto né pensato nè tantomeno proposto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo l'ex Enal ora tocca ai Piloni

Ora potrebbe esserci finalmente la svolta, o almeno è quanto di percepisce dalle parole dell'assessore testa che ha così risposto “Credo sia l'ora di una soluzione definitiva, quindi non più pannelli o altro. La promessa e l'impegno dell'amministrazione Ottaviani erano due project, quello dell'ex Enal e e quello dei Piloni e li ha portati avanti. Abbiamo concluso brillantemente il primo adesso tocca ai Piloni”. La strada dei pannelli, interrotta ancor prima di partire a causa del diniego della Sovrintendenza, è quindi del tutto accantonata. Ora non resta che attendere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento