menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Consiglio comunale, davvero pochi in aula. Pizzutelli (Pd) sollecita un richiamo agli assessori assenti

Undici consiglieri presenti al Question Time di ieri di cui 7 di opposizione. Degli assessori solo Testa e Scaccia poi raggiunti dai due Tagliaferri

Un Question Time desolato quello che si è svolto ieri nella sala della Protezione civile di Frosinone, da qualche tempo adibita a sala consiliare a causa dell'emergenza Covid. Senza dubbio una presenza più massiccia rispetto alle passate occasioni da parte dei consiglieri di opposizione che proprio sulla scelta della nuova sede hanno caldamente obiettato avanzando la proposta di svolgere le sedute in videoconferenza. Una proposta su cui è tornato ieri anche il consigliere Vincenzo Savo. Ma intanto, nella seduta di mercoledì, 7 di loro erano presenti; 7 sugli 11 totali, più i due assessori, Rosella Testa e Antonio Scaccia, raggiunti solo più tardi dagli assessori Fabio e Massimiliano Tagliaferri.

Assessori assenti, appello a Piacentini

Ed è su questa continua latitanza da parte dei membri della Giunta comunale che ha posto l'accento il consigliere Angelo Pizzutelli, primo a parlare al microfono. "In tutta sincerità - ha detto Pizzutelli apprezzando i presenti - vorrei appellarmi al presidente Piacentini affinchè richiami un'attenzione e un rispetto istituzionale che sta venendo meno progressivamente. Non abbiamo la possibilità di interrogare gli assessori su questioni che interessano i cittadini e verso i quali abbiamo delle responsabilità". Una questione certamente non nuova ma sollevata numerose volte in passato, non solo dall'opposizione. 

Tariffe trasporto pubblico locale

Dal richiamo per i 'non pervenuti' in aula, Pizzutelli è passato a trattare l'argomento relativo al costo dell'abbonamento per il Trasporto pubblico locale. Dopo un primo annuncio sull'aumento di 10 euro, da 25 a 35 euro mensili che comprendevano l'utilizzo dell'ascensore inclinato, è stato fatto un passo indietro da parte del gestore del servizio. Nel frattempo il 19 giugno scorso il capogruppo del Pd aveva presentato un'interrogazione a risposta scritta in merito all'aumento delle tariffe, ritendosi quindi soddisfatto dell'accoglimento della sua proposta. 

Ambiente e campo Coni

Altra questione posta all'attenzione del Consiglio è stata quella di costituire a livello comunale una unica cabina di regia dei settori Verde pubblico-Ambiente-Polizia Locale, per affrontare meglio la vertenza "verde" pubblico-privata e dei rifiuti abbandonati e sollecitata l'installazione delle foto trappole per immortalare gli incivili. Ancora una volta è stato evidenziato il ritardo delle risposte alle interrogazioni scritte, nella fattispecie sulla situazione del Campo CONI Bruno Zauli e della Strada di collegamento via Selvotta-Interporto.

Palazzatto Coni

Per concludere Pizzutelli ha espresso soddisfazione per la risposta della Regione Lazio che su  sua richiesta inviterà il Comune di Frosinone a partecipare al tavolo tecnico per tentare di riaprire il Palazzetto CONI superando le pregresse difficoltà gestionali. "La Regione Lazio ha risposto alle mie sollecitazioni datate febbraio (pre-Covid) e giugno 2020 nelle quali ponevo il problema della chiusura al pubblico della storica struttura adiacente il Matusa e di proprietà della società CONI servizi. Emerge la volontà dell'Ente Regione di sedersi intorno ad un tavolo gia' dalla prossima settimana, con CONI e Comune di Frosinone per provare a trovare una soluzione che consenta ai cittadini e sportivi frusinati di riappropriarsi di una struttura oramai chiusa e in abbandono da oltre 2 anni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Visita guidata all'Abbazia di Casamari

  • Eventi

    Le rovine di Porciano e il brigante Gasperone

  • Cultura

    Anagni, visite guidate in città

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento