Sindaci dal Prefetto per gli incendi estivi. Per le calamità un aiuto dagli immigrati

In Prefettura a Frosinone si è fatto il punto dopo i roghi per il grande caldo. In alcuni comuni già sono stati impiegati i richiedenti asilo in situazioni di emergenza

Incendi nella provincia ciociara, il prefetto Emilia Zarrilli chiama a raccolta tutti i sindaci della provincia di Frosinone per fare il punto della situazione e per trovare delle strategie da adottare affinchè questa terra venga  protetta e tutelata. Ben 194 i roghi che si sono sviluppati nei tre mesi estivi e che hanno messo la  terra di Cicerone in ginocchio. Una situazione quella che si è venuta a  creare che ha portato non solo a delle spese esorbitanti (i servizi di soccorso impiegati nello spegnimento degli incendi hanno funzionato h24)  ma ad un vero e proprio dissesto idrogeologico.

I relatori dell'incontro

Presenti, come relatori, all’incontro, l’Assessore all’Ambiente della Regione Lazio Buschini, il Capo di Gabinetto del Presidente della Regione Lazio Dott. Baldanza, nonché dirigenti e rappresentanti dell’Agenzia Regionale di Protezione Civile e dell’Area Genio Civile Lazio Sud. Hanno partecipato alla riunione il Sindaco di Frosinone, i Sindaci dei comuni della Provincia, nonché il Questore,  il Comandante regionale dei Carabinieri forestali, i Comandanti Provinciali dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, dei Carabinieri forestali e dei Vigili del Fuoco.

Confronto costruttivo

L’incontro è stata occasione per un costruttivo confronto tra Istituzioni per rispondere alla necessità di affrontare in maniera sinergica un problema estremamente importante e particolarmente delicato, che necessita non solo di interventi di gestione dell’emergenza, ma soprattutto di attività di prevenzione. Il Prefetto Zarrilli, in qualità di figura di raccordo e coordinamento tra le diverse componenti che operano sul territorio, ha fortemente voluto l’odierno incontro per fornire alle amministrazioni interessate indicazioni e suggerimenti di carattere operativo per affrontare le eventuali criticità dovute a dissesti e movimenti franosi e strutturare fin da ora un sistema di prevenzione che per la prossima stagione estiva, consenta di mitigare e controllare il fenomeno degli incendi boschivi.

Le speranze del Prefetto Zarrilli

"Si tratta – ha dichiarato il Prefetto – di problematiche di particolare rilevanza per la salvaguardia ambientale con particolare riferimento alla tutela del patrimonio boschivo. Auspico, pertanto, che, sin da ora, possano emergere nuove linee di azione, affinchè si giunga a soluzioni condivise e a forme di fattiva collaborazione, che, con adeguate e imprescindibili risorse finanziarie, garantiscano risposte più concrete per il perseguimento delle prioritarie esigenze di sicurezza e di salvaguardia dell’incolumità dell’intera collettività. E' stata una riunione  proficua - ha  detto il prefetto Zarrilli-  dove sono emersi dei progetti e delle idee che potrebbero in futuro salvaguardare il nostro patrimonio idrogeologico. Il sindaco  di Cassino e quello di Alatri si sono  già messi in moto per realizzare quanto dichiarato in questa  riunione>. I migranti, ospiti  delle coopertive, avranno un ruolo  rilevante in questa problematica in quanto saranno impiegati  proprio nei lavori  riguardanti  la pulizia   di alcune  zone colpite dagli incendi. C'è  bisogno di molta manodopera- ha continuato il  prefetto-  e loro  gli stranieri  che sono  giunti nella provincia ciociara per chiedere  asilo potrebbero lavorare in questo senso".  I sindaci tutti concordi nel dire che la provincia ciociara, che per  anni ha rappresentato il fiore all'occhiello del territorio  nazionale, in fatto di qualità della vita, deve ritornare al suo antico splendore.  
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane finanziere muore nel sonno, la tragedia nella notte

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

  • Cassino, marito e moglie investiti in via Garigliano: lei trasferita a Roma

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento