Ciociaria abbandonata dal Governo, la Sardellitti bacchetta Lega e 5 Stelle

La consigliera comunale e provinciale del Pd all'attacco: "Tocca a noi mandarli a casa e avviare il rilancio del Paese, ad ogni livello"

Alessandra Sardellitti, consigliera comunale e provinciale del Pd di Frosinone, va all'attacco contro un Governo che sta "portando l'Italia alla deriva". Un progetto, quello Lega-5 Stelle, fallito sia a livello nazionale chea livello locale dove, sottolinea la Sardellitti, non si avrebbero notizie di interventi e interessamenti in merito alle diverse problemati che attanagliano la provincia di Frosinone. 

"Ha ragione Nicola Zingaretti: - scrive -  chi per un anno non ha fatto altro che ripetere “prima gli italiani” adesso ha messo gli italiani con “il sedere per terra”. Lega e Cinque Stelle, Matteo Salvini e Luigi Di Maio, senza dimenticare Giuseppe Conte, stanno portando l’Italia a sbattere.

La lettera dell’Unione Europea dovrebbe essere letta come un ultimo avviso ai naviganti, in modo da invertire la rotta. Invece l’arroganza continua sulla rotta dell’incompetenza politica. I rilievi all’insostenibilità di Quota 100 e del reddito di cittadinanza sono insuperabili nell’ottica di una sana e corretta gestione dei conti pubblici. Così come lo spread manda in fumo miliardi di risorse e ha l’effetto di aumentare i tassi di interesse, che poi gli italiani dovranno pagare. In tutto questo però la propaganda pentaleghista continua inesorabile.

Dito puntato sugli eletti del territorio

Il Partito Democratico deve farsi trovare pronto e tutti noi dobbiamo fare la nostra parte, anche sul territorio, dove non mancano situazioni che vanno assolutamente stigmatizzate senza se e senza ma. In provincia di Frosinone c’è il tema del futuro dello stabilimento Fca di Piedimonte San Germano: la Lega esprime 1 sottosegretario e 3 parlamentari (Claudio Durigon, Francesco Zicchieri, Francesca Gerardi e Gianfranco Rufa), i Cinque Stelle 3 parlamentari (Ilaria Fontana, Luca Frusone, Enrica Segneri).

Il compito del Pd

Qualcuno ha notizia di un intervento concreto e risolutivo di quelli che comunque sono esponenti della maggioranza di governo? No. L’unico interessamento vero è quello del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. Il grido d’allarme lanciato più volte dai massimi vertici di Confindustria e Unindustria (Maurizio Stirpe e Giovanni Turriziani) sono stati presi in considerazione da Lega e Cinque Stelle, anche sul territorio? No. Al convegno su Giustizia e Ambiente deputati e senatori pentaleghisti non c’erano. Quello spazio dobbiamo occuparlo noi come Partito Democratico, perché è il momento della serietà anche in provincia di Frosinone.

I temi

Sulle crisi industriali, sulla proroga della mobilità, sul futuro dei giovani. Così come dobbiamo far sentire forte e chiara la nostra voce su temi come la scuola sovranista alla Certosa di Trisulti (una carnevalata), sul Lazio Pride e sulla Moschea a Frosinone. Il Lazio Pride deve sfilare in zone centrali (lo ribadisco), la Moschea non può non essere costruita. In tempi rapidi. Facciamo sentire la nostra voce su tutti i temi del dibattito politico, nazionale e locale. Basta con i pifferai magici che portano l’Italia alla deriva".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba tolta alla madre, irruzione dei poliziotti nella casa famiglia

  • Arce, 42enne trovato privo di vita in un'auto. Ecco chi è la vittima

  • Suora indagata, un'altra mamma racconta: "faceva dormire mia figlia nel letto intriso di urine"

  • Sanità, addio codice rosso nei Pronto Soccorso. Dal 2020 i numeri sostituiranno i colori

  • Alatri, Francesco Scarsella accusato di omicidio stradale sconterà la pena ai domiciliari

  • Intasca 10 mila euro che doveva versare al cliente, avvocato condannato

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento