La Provincia non si occuperà più di Aia. Federlazio Frosinone esulta: “Ora velocizzazione delle procedure”

L'associazione territoriale delle piccole e medie imprese è soddisfatta dell’approvazione dell’emendamento presentato dal duo Buschini-Battisti per riportare alla Regione Lazio le competenze per il rilascio delle autorizzazioni integrate ambientali

Palazzo Iacobucci, sede dell'amministrazione provinciale di Frosinone

Sarà nuovamente la Regione Lazio, in luogo di quelle Province spesso tacciate di lentezza dall’universo industriale e imprenditoriale, a essere competente in materia di rilascio delle Autorizzazioni integrate ambientali (Aia). Il Consiglio regionale del Lazio, infatti, ha approvato un emendamento presentato dal suo presidente Mauro Buschini e dalla consigliera Sara Battisti per introdurre tali disposizioni modificative della Legge 16/2011 (Norme in materia ambientale e di fonti rinnovabili). A esultare sin da subito, dopo l’annuncio del duo ciociaro del Pd Buschini-Battisti, sono i vertici di Federlazio Frosinone.

Federlazio Frosinone: "Ora snellimento e velocizzazione delle procedure"

“Lo ritengo un atto legislativo saggio ed opportuno - dichiara il presidente Carmine Polito - perché per troppo tempo le imprese hanno dovuto patire i ritardi, quando non addirittura la completa paralisi, dell’iter necessario per queste autorizzazioni, con grave nocumento per molte attività produttive che, nell’attesa, non potevano operare a pieno regime”. “Ci aspettiamo ora - si aggancia il direttore Roberto Battisti – un deciso cambio di passo in termini di snellimento e velocizzazione di queste procedure, che giocano un ruolo importante non solo nel facilitare l’attività delle imprese già insediate nel nostro territorio, ma anche nell’agevolare l’attrazione degli investimenti dall’esterno”. 

Buschini: “Un intervento di buon senso per la crescita economica” 

"Una modifica più volte richiesta dalle imprese e grazie alla quale si procederà ad un corposo taglio alla burocrazia e ad una più efficiente capacità di risposta alle aziende. Grazie all’accentramento delle competenze, infatti, saranno accorciati notevolmente i tempi di risposta, semplificati i meccanismi di rilascio delle autorizzazioni ambientali e si renderanno maggiormente competitive le aziende che vogliono investire nel nostro territorio frenate, in precedenza, da procedure più lunghe e farraginose. Un intervento di buon senso che contribuirà alla crescita economica e occupazionale del Lazio”.  

Battisti: “Programmazione più semplice e territorio ancor più competitivo” 

"La Regione - interviene la consigliera regionale Battisti - accentra le competenze in materie di Aia, autorizzazioni integrate ambientali, e assicura un importante snellimento burocratico per le aziende che vogliono investire nel nostro territorio. Le pratiche autorizzative avranno così tempistiche rapide, certe e favoriranno il dialogo con le imprese spesso rallentate da iter lunghi e complessi. Con maggiore velocità per le autorizzazioni ambientali, sarà più semplice la programmazione di nuovi investimenti nel Lazio e il territorio sarà ancora più competitivo". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

  • Coronavirus, oggi si deciderà se la Ciociaria e il resto del Lazio entreranno in zona arancione o meno

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento