Aia, i consiglieri provinciali Quadrini e Ferdinandi chiedono un Consiglio urgente. D'accordo il presidente Maura

Per i due esponenti di Forza Italia a causa dei ritardi spesso le aziende sono costrette a chiudere o a rimandare le loro aperture con notevole esborso di denaro o di mancato guadagno

Problematiche e tempistiche sul rilascio delle autorizzazioni ambientali con relative ripercussioni sulle aziende della provincia di Frosinone: i consiglieri provinciali di Forza Italia, Gianluca Quadrini e Gioacchino Ferdinandi, chiedono la convocazione urgente di un consiglio provinciale e dell’assemblea dei sindaci, in seduta congiunta.

Ritardi che portano le aziende a chiudere

“Premesso che già da tempo segnaliamo da parte della Provincia, delegata all’uopo dalla Regione, problematiche e tempistiche inerenti il rilascio delle Aia, Aua e autorizzazioni ambientali in genere – scrivono Quadrini e Ferdinandi; che a causa di questi ritardi spesso le aziende sono costrette a chiudere o a rimandare le loro aperture con notevole esborso di denaro o di mancato guadagno per deficienza della messa in esercizio dello stabilimento stesso; che sempre a causa anche di ritardi nel vagliare i rinnovi delle autorizzazioni, alcune aziende sono costrette a fermare la produzione (vedasi l’ultima, ma non ultima, la cartiera Reno De Medici)”.

La richiesta di convocazione

“Che – scrivono nella nota congiunta – se fosse realtà il probabile diniego al rilascio dell’autorizzazione all’ampliamento del V bacino della discarica Mad, potrebbe determinarsi un’emergenza ambientale-sanitaria provinciale; si chiede in via straordinaria la convocazione di un Consiglio provinciale urgente congiunto con l’assemblea dei sindaci della Provincia di Frosinone”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il presidente del Consiglio condivide la richiesta

La richiesta del gruppo di Forza Italia può essere considerata condivisibile. Già qualche giorno fa c’era stata però la richiesta in tal senso presentata dal consigliere Igino Guglielmi, che anche il gruppo di Fratelli d’Italia aveva fatto propria”. Così Daniele Maura, presidente del consiglio provinciale di Frosinone. “Lunedì scorso ho convocato la riunione dei capigruppo per calendarizzare il consiglio provinciale. L’inserimento del punto in questione all’odg del Consiglio, dopo una breve discussione, da tutti era stato accolto in maniera favorevole. Siamo in attesa della convocazione commissione lavori pubblici per evitare due consigli a distanza di pochi giorni l’uno dall’altro. Comunque, commissioni o meno, il consiglio provinciale verrà convocato al massimo entro la prossima settimana e vi sarà inserita la discussione inerente situazioni ambientali e rifiuti. Saranno invitati a partecipare anche i consiglieri regionali e i parlamentari del territorio”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pontecorvo, speciale elezioni: Anselmo Rotondo resta sindaco (video)

  • Omicidio Willy, tracce organiche nella macchina dei fratelli Marco e Gabriele Bianchi

  • Coronavirus, l'appello di un fisioterapista positivo: "I miei pazienti facciano attenzione"

  • Coronavirus, impennata di casi di positivi a Colleferro. Ecco cosa è successo

  • Omicidio Willy, lo sfogo del gestore di un locale di Colleferro: “non siamo il cancro di questa città”

  • Referendum, passa il taglio dei parlamentari. In Ciociaria il sì arriva al 75%, ma non ha votato più della metà degli elettori

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento