Frosinone, con il piano di gestione parte la riqualificazione della zona alta del capoluogo

Nei giorni scorsi ha aderito l’unione artigiani italiani di Frosinone

Il Piano di Gestione "Frosinone Alta" procede spedito per la strada tracciata, sei mesi fa, in occasione della presentazione alla città, ai portatori di interesse e a tutti i soggetti coinvolti. 

Formazione di nuove aziende

Solo pochi giorni fa, l'Unione Artigiani Italiani di Frosinone, attraverso il responsabile provinciale Giuseppe Zannetti, ha aderito al Piano, firmando un protocollo d'intesa con il Comune di Frosinone, rappresentato dall'assessore al centro storico, Rossella Testa. La Uai si impegna, in virtù di tale documento, a formare a titolo gratuito tutte le nuove aziende, che dovessero stabilirsi nell'area del Piano, in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, offrendo, inoltre, consulenza nella creazione di impresa e nell'accesso ad agevolazioni e contributi per l'imprenditoria. 

Opportunità offerte dal Piano

La collaborazione siglata tra gli enti è volta ad estendere la conoscenza e la divulgazione tra gli associati delle opportunità offerte del Piano, fortemente voluto dall'amministrazione Ottaviani con il coordinamento dell'assessore Testa, allo scopo di riqualificare la parte alta della città, rilanciandone, nello stesso tempo, il tessuto economico. 

Accordi con diverse associazioni 

Risale, invece, a poco tempo fa, l'accordo sottoscritto dall'amministrazione  Ottaviani con la Confcommercio Lazio sud del presidente Giovanni Acampora, tramite la propria articolazione territoriale Ascom - Confcommercio Frosinone, che ha così partecipato all'azione di staging prevista dal Piano; hanno aderito anche Agenzia Immobiliare Vittorio Veneto e Immobileuro. 

Imprimere accelerazione 

"Proseguono senza sosta gli interventi previsti dal Piano 'Frosinone Alta', così come da programma - ha dichiarato l'assessore Testa - Con la delibera proposta dall'assessorato al centro storico nell'ultima seduta di giunta, inoltre, l'amministrazione intende imprimere un'accelerazione alle azioni previste dal Piano, entrando nel cuore della fase operativa. Gli obiettivi sono tanti e vanno nella direzione indicata dal progetto stilato dall'affiatato e instancabile gruppo di professionisti che ha lavorato, gratuitamente, al Piano, di concerto con gli uffici del settore della governance, del patrimonio, del bilancio e della cultura del Comune di Frosinone. 

Valorizzazione del patrimonio artistico culturale


Tra questi, vanno citati la valorizzazione del patrimonio artistico e culturale, con l'istituzionalizzazione di alcune ricorrenze importanti per la storia della nostra città e l'implementazione degli interventi di marketing, sia per la promozione del territorio a fini turistici, sia rivolti allo sviluppo di attività economiche ed imprenditoriali. 

Anche La Pro Loco potrebbe aderire


A breve, potremo contare anche sull'adesione della Pro Loco di Frosinone. L'approccio che stiamo seguendo - ha concluso Testa- è quello di mettere insieme cittadini, operatori commerciali e associazioni per creare nuove opportunità di sviluppo, a seguito delle novità infrastrutturali introdotte dal Comune nel corso degli ultimi anni, che hanno confermato il sentimento di attenzione della nostra amministrazione verso il centro storico. Ora, con il Piano di gestione, siamo convinti di poter consolidare la nuova stagione di sviluppo per la parte alta della città".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovane finanziere muore nel sonno, la tragedia nella notte

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

  • Cassino, marito e moglie investiti in via Garigliano: lei trasferita a Roma

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento