Un anno di attesa per una tac ed una mammografia in provincia di Frosinone

La denuncia del consigliere regionale Ciacciarelli (FI) che fa anche il confronto con le altre province del Lazio

Nonostante i buoni propositi enunciati subito dopa la rielezione da Zingaretti e dagli uomini della sua squadra di Governo i tempi di attesa nella sanità laziale per le visite specialistiche tramite sistema di prenotazione regionale restano molto lunghi. Una delle provincie che risulta essere mal messa è proprio quella di Frosinone e per un’ecografie, una tac o una  mammografie non urgenti si possono raggiunge addirittura i 365 giorni.

La denuncia del consigliere Ciacciarelli

“Le liste di attesa interminabili per visite ed esami diagnostici in provincia di Frosinone  - spiega in una nota Pasquale Ciacciarelli - sono indice del ritardo che investe la sanità locale. L’attesa per ecografie, tac, e mammografie non urgenti che può raggiunge addirittura i 365 giorni riflette una sanità avulsa dalle reali esigenze dei cittadini. Ciò determina un frequente ricorso alle cure private.  Nelle ultime tre settimane l’indice TDA, tempi di attesa per esami e visite, relativamente alla Asl di Frosinone, è pari a 81,4%, di contro al 94,0 % della Asl di Viterbo, al 91, 7 % della Asl di Rieti, alle Asl romane ove si registra un indice TDA che va dal 71, 5% all’88%, ed all’Asl di Latina con il 75,4%.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il gap con le altre province

Questo gap tra la Asl di Frosinone ed altre Asl del Lazio, in modo particolare le Asl di Viterbo e di Rieti, deve essere necessariamente colmato. Ritengo che adottare misure tampone di fronte alle emergenze non risolva il problema all’origine. E’ necessario monitorare, in primis, il reale fabbisogno degli utenti per poter provvedere ad un potenziamento delle strutture ospedaliere”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento