Scuola Elicotteri a Viterbo, Ottaviani al ministro Guerini: 'Non si può pretendere che la nostra gente ingoi il rospo'

Così il sindaco di Frosinone dopo che, a distanza di due mesi, il "numero uno" della Difesa gli ha confermato l'intenzione di smantellare la scuola di volo dell'aeroporto "Moscardini" per razionalizzare le risorse e implementare mezzi e infrastrutture

Il sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani

Il ministro della Difesa Lorenzo Guerini ha risposto alla lettera inviata due mesi fa dal sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani per esprimere preoccupazione riguardo all'esistenza di un progetto che, con tanto di smantellamento della Scuola Elicotteri dell'aeroporto frusinate "Moscardini", prevede la realizzazione della nuova Scuola Elicotteri interforze a Viterbo. Una questione già approdata in Consiglio comunale e affrontata da maggioranza e opposizione. 

Lo stesso Guerini, in poche parole, ha confermato che si farà: "Evidenzio preliminarmente che l'iniziativa - ha premesso nella sua missiva di risposta - discende dall'implementazione dei principi di razionalizzazione delle risorse ed efficientamento di mezzi e infrastrutturi propri della legge n. 244". Ossia in base alla normativa che detta le disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato. 

In quanto alla futura destinazione dell'aeroporto di Frosinone, "l'Aeronautica Militare ha avviato un approfondito e complesso studio per la revisione della propria "Pianta Territoriale" - ha detto a riguardo il ministro della Difesa - Il complesso dei provvedimenti discendenti dalla revisione della 'Pianta Territoriale dell'Aeronautica Militare' è tuttora in fase di valutazione e sarà oggetto di un'attenta campagna di informazione tesa a divulgare modalità, tempi e finalità di tutta l'eventuale trasformazione attesa. Con l'occasione - ha concluso - le comunico la mia disponibilità ad approfondire congiuntamente le tematiche correlate all'implementazione del progetto di trasformazione della Scuola”. 

Secca, a questo punto, la risposta del sindaco Ottaviani: "Non si può pretendere che la nostra gente ingoi il rospo, di buon grado e magari con il sorriso sulle labbra". Il primo cittadino, pur ringraziando il ministro per l'invito a un approfondimento congiunto della tematica, ribadisce difatti come "la scuola elicotteri di Frosinone costituisca, per tutti, operatori ovvero semplici cittadini, una istituzione di irrinunciabile importanza, sia per tradizione, sia per il lustro che ha conferito al nostro territorio". Si ricordano, a tal proposito, oltre 5.000 professionisti del volo formatisi in 50 anni di storia, missioni a supporto dei contingenti italiani e Nato in tutto il mondo, nonché "un livello di professionalità e competenze senza uguali - evidenzia Ottaviani - messo a disposizione delle nostre Forze Armate, dei Corpi dello Stato e di altri Paesi stranieri". La risposta del ministro, però, non pare far presagire stravolgimenti del piano d'azione.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento