Dopo l'esposto in Procura sul Matusa, Stefano Pizzutelli fa la lista delle spese "inutili"

Ammonta a quattrocento mila euro la somma che la città di Frosinone avrebbe potuto risparmiare grazie al ribasso dei bandi

Una lista della spesa lunga e dettagliata quella annotata sul taccuino dal consigliere d'opposizione Stefano Pizzutelli. Non è solo sul parco Matusa, per il quale lui stesso ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica contro gli affidamenti diretti per la realizzazione dei lavori, ma per tutte le spese sostenute dal comune capoluogo senza aver indetto una gara che avrebbe potuto far risparmiare grazie al ribasso. 

Da buon padre di famiglia

"Viviamo nella città dove le risorse scarseggiano, in molti ambiti non vengono fatti bandi, nonostante la legge sugli appalti lo richieda. -scrive Pizzutelli in una nota stampa e in contemporanea sulla pagina di Frosinone in Comune  - Poi, ci sono delle spese completamente inutili, che un buon padre di famiglia non avrebbe mai fatto".

I risparmi

Quindi passa nel dettaglio dei costi dalla cui somma si ricava una cifra sostanziosa di oltre 400.000 euro che, secondo l'esponente di Frosinone in Comune, sarebbero stati risparmiati qualora si fosse proceduto all'affidamento tramite bando.

"- Cani: il servizio di mantenimento in vita dei cani costa 120.000 Euro l’anno; sono incaricate tre società che non hanno mai ricevuto l’incarico dal Comune, senza bando, senza rotazione degli incarichi. Non si fa il bando perché, come ha detto un dirigente in consiglio comunale, “non ci abbiamo pensato”. 15% di risparmio? 18.000 Euro l’anno. Ultimi 3 anni (dall’entrata in vigore della nuova legge sugli appalti) 54.000 Euro

- Green Day: spesi senza bando 113.000 Euro. 15% di risparmio? 16.950 Euro.

- Servizi cimiteriali, senza bando dal dicembre 2014 al giugno 2018. Servizio affidato alla cooperativa Solco Frusino (che poi cambia nome in Aton) con un fax. 21.458 Euro al mese. 43 mesi. Totale: 922.694. 15% di risparmio? 138.404,10 Euro.

- Pannelli per il Matusa, fermi dall’8 ottobre: spesa di 33.400 Euro

- Passione vivente 2018: Euro 9.000,00; Passione vivente 2017: Euro 12.500; Presepe vivente e passione vivente 2016: Euro 28.300. Totale, per 10 ore di rappresentazione o giù di lì: 49.800 Euro, quasi 5.000 Euro l’ora

- Mattonelle del sottopasso della Stazione: Euro 39.780 (a 40.000 è prevista la gara)

- Villa comunale regalata per 10 giorni alla prima dei non eletti di Forza Italia per fare la festa di ringraziamento dei suoi elettori: Euro 7.000

- 400 anziani dei Centri Anziani in gita nelle domeniche di maggio, poco prima delle elezioni: 62.000 Euro

Queste sono le prime cose che tra bandi e spese evitabili ci sono venute in mente. La somma? 401.334,10. Ecco, immaginate di avere 400.000 Euro da spendere per la città, per risparmi per spese evitabili e ribassi dei bandi. 400.000 Euro. In una città che nel bilancio preventivo 2018 ha destinato 0 Euro alla Missione Giovani e 0 Euro alla Missione Sviluppo. Rafforzare l’assistenza domiciliare? Aiutare le famiglie in difficoltà? Offrire altri 10 posti di asili nido per aiutare le madri lavoratrici? Aiutare le piccole botteghe artigiani a rafforzarsi? Creare un centro di aggregazione giovanile in una città che ha sei centri anziani? Cosa ci fareste con 400.000 Euro?"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Giovane finanziere muore nel sonno, la tragedia nella notte

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento