rotate-mobile
Politica

Torre della Pace, per Angelo Pizzutelli un mortificante copia-incolla della Macchina di Santa Rosa di Viterbo

Con l’opera in onore dei patroni Ormisda e Silverio, la cui realizzazione è stata avallata dalla Giunta Ottaviani, si va “a scomodare e scimmiottare la Tuscia – critica il capogruppo del Pd Frosinone - Senso di appartenenza frusinate umiliato e svenduto”

Il capogruppo consiliare del Pd Frosinone Angelo Pizzutelli, all’insegna del classico gioco “Trova le differenze”, non ne trova affatto tra la Macchina di Santa Rosa di Viterbo e la Torre della Pace che la Giunta Ottaviani intende realizzare nel Capoluogo ciociaro. “Premesso e fatto salvo il dovuto rispetto per il lavoro nel quale si cimenteranno i progettisti e i tecnici – lamenta il democrat - ci mancava anche di emulare, copia ed incollare questo Totem della rievocazione storica e culturale della Tuscia”. Per lui, dunque, non è altro che un copia-incolla mortificante per la città.  

Torre della Pace di Frosinone e Macchina di Santa Rosa di Viterbo

L’opera, che avrà un’altezza di 15 metri, verrà dedicata ai Santi Patroni Silverio e Ormisda in vista della prossima ricorrenza del 20 giugno.  E, stando a quanto evidenziato dal Comune di Frosinone, “trae origine dal concept architettonico realizzato nel 2013 dall’Accademia di Belle Arti”. Non secondo Pizzutelli: “La Giunta comunale darà nuova linfa e moda alla festa patronale andando addirittura a scomodare e scimmiottare la Tuscia, Viterbo e i viterbesi con buona pace delle nostre tradizioni e di quel senso di appartenenza frusinate umiliato e svenduto”.   

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torre della Pace, per Angelo Pizzutelli un mortificante copia-incolla della Macchina di Santa Rosa di Viterbo

FrosinoneToday è in caricamento