Sospensione dei tributi grazie a maggiori fondi governativi, Magliocchetti fa appello all'Anci

Per il consigliere di Frosinone i mancati incassi delle tasse municipali andrebbero integrati con risorse straordinarie da parte del Governo così da continuare a garantire i servizi ai cittadini

L'Anci sostenga le istanze dei Comuni nella richiesta dei finanziamenti governativi necessari alla sospensione dei tributi comunali. L'appello al presidente dell'Associazione dei comuni italiani, Antonio Decaro, arriva dal delegato nazionale per il Lazio, nonché consigliere comunale di Frosinone, Danilo Magliocchetti. 

3 miliardi non sono sufficienti

Nella missiva Magliocchetti evidenzia "l’ulteriore criticità che devono affrontare, in questo particolare momento di emergenza sanitaria, ma anche di emergenza socio economica, ovviamente tutti i Comuni ma, in particolare, quelli in piano di rientro finanziario dal deficit. L’intesa, che pare essere stata sottoscritta con il Governo, circa i 3 miliardi di euro da destinare ai Comuni italiani, è certamente un buon inizio, ma non è, in alcun modo sufficiente, specialmente se le Amministrazioni intendono procedere con la sospensione del pagamento dei Tributi Comunali: IMU, TARI, TASI e altri tributi locali.

Stop alle tasse ma con più fondi del Governo

La sospensione dei Tributi sarebbe una soluzione di buon senso, per andare incontro alle oggettive difficoltà finanziarie di tante Famiglie, ma bisogna integrare questi mancati incassi con risorse straordinarie da parte del Governo, per continuare a garantire i servizi ai Cittadini, come la raccolta rifiuti, trasporto pubblico, servizi sociali. A mero titolo di esempio, il Comune di Frosinone, il cui piano di rientro finanziario è a Te ampiamente noto, ha già fatto ricorso in questo mese a prelevamenti del fondo di riserva, per più di 200.000 euro per fronteggiare l’emergenza legata alla Pandemia.

Impossibile approvare il bilancio 

È opportuno ricordare che il Comune Capoluogo funziona esattamente come una Azienda: entrate e uscite regolano il bilancio e quindi la sostenibilità delle spese. Approvare il prossimo bilancio comunale, in mancanza di entrate certe, determinate o dai tributi, o da trasferimenti statali, rischia di essere veramente complicato, se non impossibile. Parleremmo di bilancio meramente virtuale, non altro. Se a questo aggiungiamo che il piano di rientro, impone alle Amministrazioni una gestione al centesimo, delle risorse finanziarie, capiamo bene che i 3 miliardi di € non basteranno in alcun modo. I Comuni in questo momento emergenziale, da un lato, devono andare incontro alle legittime istanze dei Cittadini, circa la sospensione dei tributi locali, ma dall’altro, devono opportunamente garantire l’equilibrio di bilancio. Altrimenti devono dichiarare il dissesto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'appello a Decaro

Per questi motivi, Ti chiedo di sostenere, con ancora più vigore e determinazione, presso il Governo, questa sacrosanta rivendicazione circa la richiesta di maggiore liquidità da trasferire ai Comuni. L’ANCI deve essere, come sempre, in prima fila ed al fianco di tutte le Amministrazioni. Usando, da parte del Governo, strumenti e procedure straordinarie, in un momento altrettanto straordinario".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Coronavirus in Ciociaria, tamponi rapidi a 22 euro: autorizzati per ora 16 laboratori privati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento