rotate-mobile
Il nono assessorato

Nuova Giunta, Mastrangeli chiede a Cirillo di sacrificarsi

Il neo sindaco di Frosinone è quasi pronto a formare l'esecutivo di centrodestra. Per l’ingresso della dirigente di Azione Sardellitti (Vicano sindaco) serve un passo di lato. Forse quello dell'eletto capolista di Frosinone capoluogo. Il resto è concordato

Il nuovo sindaco di Frosinone Riccardo Mastrangeli è ormai prossimo alla nomina della Giunta in vista del Consiglio comunale di insediamento. L’unico grande nodo rimasto da sciogliere è quello riguardante l’attribuzione del nono assessorato. A rivendicarlo sia la lista civica Frosinone capoluogo che il già candidato sindaco Mauro Vicano, a sostegno di Mastrangeli al ballottaggio con la sua coalizione di Centro (Azione, Udc, Autonomi e partite iva, e Progetto Lazio).

La non eletta capolista di Azione, Alessandra Sardellitti, è la dirigente provinciale del partito di Calenda ma dopo il primo turno ha assunto decisioni individuali. Ha dato indicazioni di voto, al pari di Vicano e degli altri alleati, a favore dell’ormai primo cittadino del capoluogo ciociaro.

Resta il fatto che l’ingresso della già consigliera provinciale e comunale Sardellitti – uscita dal Partito democratico – in una giunta di centrodestra, mentre Carlo Calenda si è per ora fermato al centro, creerebbe un caso nazionale. È proprio lei al momento la più accreditata a diventare assessora. Nelle scorse ore, però, Cirillo aveva detto no a una sintesi tra Frosinone capoluogo e la lista civica Vicano sindaco. Starà a Mastrangeli mediare.

Cirillo, al pari del primo dei non eletti Domenico Fagiolo e alla già amministratrice Maria Rosaria Rotondi, faceva parte della dissidente ala centrista di Fratelli d’Italia. Ora è il responsabile regionale di Noi di Centro, il nuovo partito di Clemente Mastella. Fa riferimento al già europarlamentare Alfredo Pallone. Alle scorse elezioni, in contrasto con i vertici regionali e provinciali, il trio si è candidato nell'altra lista civica di Mastrangeli. Per ora i contrasti parevano alle spalle, ma la questione potrebbe riscatenare tensioni politiche a cascata. La soluzione, visto che non mancheranno come nelle precedenti Giunte Ottaviani, è rappresentata dalle staffette: gli assessorati a tempo, solitamente però sempre all'interno di una sola lista. 

Giunta Mastrangeli: quasi tutto pronto

Per il resto si tratta soltanto di definire alcuni nomi e deleghe. Innanzitutto, prima di riprendere con la Giunta Mastrangeli, la maggioranza ha individuato il suo candidato alla presidenza del Consiglio: il già assessore Massimiliano Tagliaferri, esponente della Lista Ottaviani, la più votata.

La civica del sindaco uscente, coordinatore provinciale della Lega, dovrebbe avere poi due assessorati: i nomi più insistenti sono gli ex assessori Valentina Sementilli e Angelo Retrosi, in alternativa l’esterno Igino Guglielmi. Sementilli, però, avrebbe esternato la volontà di ricoprire il ruolo di consigliera.

A seguire, ormai con tutta probabilità, il vicesindaco sarà Antonio Scaccia. È il leader della Lista per Frosinone, che ha tra le sue file la più votata di tutti: Francesca Chiappini, Miss preferenze (987). A spianare la strada la richiesta di due assessorati, anziché l’assessorato con la delega al vicesindaco, da parte di Fratelli d’Italia. Oltre al coordinatore cittadino Fabio Tagliaferri, già vice e assessore nell’era Ottaviani, diventerà assessora una tra Simona Geralico ed Elisabetta Tozzi.  

Poi, in ordine di peso elettorale, c’è la Lista Mastrangeli sindaco con gli eletti Anselmo Pizzutelli, Maria Antonietta Mirabella e Francesco Pallone (Mastrangeli Sindaco), che potrebbe sacrificarsi per far entrare la Sardellitti in luogo di Frosinone Capoluogo. A ruota Forza Italia con il subcoordinatore provinciale dell’Area Centro Adriano Piacentini, che aveva detto che avrebbe rifatto volentieri il presidente del Consiglio ma è pronto a entrare nell’esecutivo con le pesanti deleghe, tra le altre, al bilancio e alle finanze: quelle detenute per dieci anni dal già assessore Mastrangeli. In quota Lega è ormai pronto a diventare assessore Danilo Magliocchetti, già capogruppo consiliare del Carroccio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova Giunta, Mastrangeli chiede a Cirillo di sacrificarsi

FrosinoneToday è in caricamento