Isola del Liri, "carenza organico Hospice. Malati di cancro affidati allo sbaraglio"

Il segretario Provinciale di Forza Italia Ciacciarelli attacca duramente la Regione Lazio

“Come ho avuto modo di denunciare da tempo, la situazione della sanità regionale è ormai allo stremo. È sufficiente leggere i documenti ufficiali della stessa Asl per toccare con mano il disastro amministrativo”. Ha scritto il rappresentante di Forza Italia Pasquale Ciacciarelli-

Organico carente

Nella delibera Asl 1310  viene rappresentata la sconcertante situazione dell' Hospice per i malati di cancro di Isola del Liri. Si legge: “In questo delicato presidio vi è, pertanto, una grave carenza di infermieri, e per di più, di quelli presenti, alcuni sono infermieri esterni precari a partita Iva e non infermieri dipendenti Asl”.

Soluzioni introvabili

Le vanagloriose soluzioni del Governatore della Regione Lazio non arrivano, nel frattempo, come riportato nella delibera, vanno via sei infermieri dipendenti, due per pensionamento, ed altri quattro per rientro nel reparto di appartenenza. Infine, per tamponare la precaria situazione, presenta una situazione a dir poco vergognosa, considerato il reparto in oggetto che tratta malati in situazioni estremamente delicate, la Asl allunga di novanta giorni il contratto a due infermieri provvisori esterni a partita Iva, in attesa di tempi migliori. 

Blandi ed effimeri rimedi

“Ritengo- Conclude Ciaccierlli-  che non sia accettabile né questa situazione, né questi blandi ed effimeri rimedi, figli della mancanza di programmazione e di una evidente incapacità governativa. Le scelte operate dalla Regione Lazio in ambito sanitario rispecchiano poca aderenza a quelle che sono le reali esigenze dei nosocomi del territorio. Ci troviamo dinanzi a scelte amministrative  avulse dalla realtà.  Ed  è proprio l'aderenza alla realtà territoriale il punto di partenza per una buona amministrazione. Non si può fingere di ignorare i segnali che provengono dal quotidiano, anche dalla cronaca, e perseverare, continuando a tappare letteralmente i buchi, le mancanze, le gravi carenze, in luogo di risolvere il problema alla radice”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassinate, muore a quarant'anni mentre guarda la tv

  • Due carabinieri investiti da una macchina che ha forzato il posto di blocco

  • Coronavirus, dallo "Spallanzani'' azzerano per ora anche i presunti casi di Frosinone

  • Coronavirus a Colleferro, una giornata di allarmismi ingiustificati. Ecco cosa è successo

  • Cassino, cade in un tombino lasciato aperto e si rompe la faccia

  • Cassinate, nonna Teresa muore di crepacuore a distanza di poche ore dall'adorato nipote

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento