Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Politica

Lazio Consiglio, protezione civile: ok in prima commissione alla proposta di legge. Rifiuti Tossici. Mobilità

Soddisfazione del presidente Favara per il lavoro svolto. Parere favorevole della Commissione anche a due schemi di deliberazione di Giunta.

Soddisfazione del presidente Favara per il lavoro svolto. Parere favorevole della Commissione anche a due schemi di deliberazione di Giunta.

La prima commissione del Consiglio regionale del Lazio, presieduta da Baldassarre Favara (Per il Lazio), ha ultimato l'iter di sua competenza votando il parere favorevole, alla proposta di legge n. 42 (primi firmatari Massimiliano Valeriani del Pd e Adriano Palozzi del Pdl) sul "Sistema integrato regionale di protezione civile, istituzione dell'Agenzia regionale di protezione civile".

Hanno votato a favore i componenti dei gruppi di maggioranza del Consiglio e si sono astenuti quelli del gruppo MoVimento 5 Stelle.

Il testo coordinato della proposta di legge sarà ora trasmesso all'Aula del Consiglio regionale per la discussione e approvazione.

Soddisfazione è stata espressa dal presidente Favara per il lavoro svolto che ha comportato l'impegno dei componenti nell'ascolto delle numerose audizioni e nelle sedute di esame dell'articolato.

Parere favorevole della Commissione anche a due schemi di deliberazione redatti dalla Giunta regionale: voto unanime per lo S.D. n. 14 prot. G.R. 61043 del 30 ottobre 2013 concernente: "Atto di indirizzo per favorire l'uso sociale dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata";

voto a maggioranza con il voto contrario del M5S per lo S.D. n. 16 prot. G.R. 61058 del 30 ottobre 2013 concernente: "Contributi a sostegno dell'associazionismo comunale. Criteri e modalità di assegnazione dei fondi regionali e delle risorse statali da attribuire alle Regioni in base all'Intesa n. 936/CU del 01.03.2006. Esercizio finanziario 2013.

Alla seduta, oltre al presidente Favara, era presente il vice presidente Gianluca Perilli (M5S) e i consiglieri Maria Teresa Petrangolini, Cristiana Avenali e Gian Paolo Manzella (Per il Lazio), Massimiliano Valeriani e Mario Ciarla (Pd) , Fabio De Lillo (Pdl) assente al momento del voto della PL, Oscar Tortosa (Psi), Silvana Denicolò (M5S).

LAZIO. RIFIUTI TOSSICI: ANNUNCIATA AUDIZIONE DEGLI ASSESSORI REGIONALI COMPETENTI

Nella seduta congiunta delle Commissioni consiliari I e VI sulle questioni inerenti alla tematica dei rifiuti tossici nei territori della Regione Lazio, decisa la prima audizione per il 29 novembre

Nella seduta congiunta delIa I Commissione consiliare Sicurezza e lotta alla criminalità, presieduta da Baldassarre Favara (Per il Lazio) e VI Commissione Ambiente, presieduta da Enrico Panunzi (Pd), riunitasi per discutere sulle questioni inerenti alla tematica dei rifiuti tossici nei territori della Regione Lazio, sollevata dal gruppo consiliare M5S, è stato deciso di convocare in audizione per venerdì 29 novembre prossimo, gli assessori regionali all'Ambiente, Fabio Refrigeri, e quello alla Sicurezza, Concettina Ciminiello.

Il presidente Favara, evidenziando che non sono stati ancora accertati riscontri oggettivi alle parole del collaboratore di giustizia, Carmine Schiavone, ritiene che "sarebbe necessario verificare lo stato dell'arte attraverso audizioni mirate alla conoscenza della problematica".

Il presidente Panunzi ha sollevato l'esigenza di "capire lo stato e la salubrità reale dei luoghi indicati e interessati dai possibili rifiuti tossici"

La consigliera Gaia Pernarella (M5S) ha sollecitato le Commissioni affinché si addivenga alla redazione di una risoluzione, da far votare in Consiglio, che impegni la Giunta a rendere la Regione parte civile nel processo in corso.

Il Consigliere Gianluca Perilli (M5S), ha proposto in virtù dell'art. 35 dello Statuto Regionale, la costituzione di una commissione di inchiesta sul tema.

"Una relazione della struttura regionale all'Ambiente che riscontri le parole di Carmine Schiavone e i controlli fatti sul territorio" è stata formulata dal consigliere Giuseppe Simeone (Pdl).

Mentre, il consigliere Giuseppe Cangemi (Pdl), ha annunciato la richiesta di una seduta di Consiglio straordinario sui temi della sicurezza e legalità alla presenza del presidente Zingaretti.

"La Regione deve mettere a disposizione risorse per la bonifica della discarica di Borgo Montello" è stata la richiesta del consigliere Enrico Forte (Pd) "utile per fare un focus epidemiologico specifico su quella zona e non solo".

La consigliera Cristiana Avenali (Per il Lazio) ha evidenziato la presenza delle mafie anche sul ciclo del cemento, annunciando "il mio impegno affinché nel prossimo bilancio regionale sia costituito il fondo per gli abbattimenti degli abusi così che la Regione possa sostituirsi ai Comuni inadempienti".

La consigliera Maria Teresa Petrangolini (Per il Lazio) ha manifestato perplessità sull'utilità di costituire nuovi organismi o commissioni, in presenza di quelli che già ci sono. "Generalizzare sul termine legalità" - ha affermato la consigliera Rosa Giancola (Per il Lazio) "è come generalizzare sui dati".

MOBILITA' LAZIO: PARERE FAVOREVOLE CON OSSERVAZIONI AL RIORDINO DI ENTI E SOCIETA'

Nella seduta congiunta delle Commissioni consiliari I e IV il voto a maggioranza alla relazione della Giunta regionale. Proposta l'assegnazione della PL alle commissioni congiunte IV e VI

Disco verde all'iter per il riordino di enti e società regionali, operanti nel settore della mobilità e dei trasporti, dalla I Commissione consiliare permanente Affari costituzionali e statutari, presieduta da Baldassarre Favara (Per il Lazio), e la IV Commissione Bilancio, presieduta da Mauro Buschini (Pd), riunite in seduta congiunta.

Presente alla seduta l'assessore Michele Civita (Politiche del territorio, mobilità, rifiuti) che ha risposto all'osservazione presentata dal consigliere Francesco Storace (La Destra) e alla memoria posta agli atti dai consiglieri Valentina Corrado e Gianluca Perilli (M5s)

Perplessità sono state evidenziate da Francesco Storace "sulle modalità con le quali si vuole procedere alla soppressione di Aremol e alla liquidazione di Cotral patrimonio Spa, trasferendone le attività in Astral".

"Carenze dei dettagli che fotografano la situazione attuale delle società e degli enti" per i rappresentanti del MoVimento 5 Stelle, così come "carente è il piano industriale e di attività capace di proiettare in una prospettiva futura costi, risparmi e investimenti necessari".

L'assessore Civita ha considerato che "l'intera operazione sarà condotta mantenendo gli attuali livelli occupazionali". "Saranno definite le modalità operative maggiormente idonee e coerenti organizzative, economiche, finanziarie e fiscali". La Proposta di Legge contemplerà il trasferimento delle attività in essere nella società Astral Spa, soluzione che risponde alla necessità di razionalizzazione delle risorse.

Dopo il voto di parere favorevole, il presidente Buschini, accogliendo la proposta del consigliere Pietro Sbardella (Gruppo misto), ha annunciato che si farà portavoce nei confronti del presidente del Consiglio regionale, affinché l'iter della PL possa essere assegnata al lavoro congiunto delle Commissioni IV (Bilancio) e VI (Mobilità).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lazio Consiglio, protezione civile: ok in prima commissione alla proposta di legge. Rifiuti Tossici. Mobilità

FrosinoneToday è in caricamento