Politica

Gestione dei rifiuti, nasce la Cabina di monitoraggio del piano regionale: c’è anche Pompeo

Il presidente della Provincia di Frosinone, al pari degli omologhi, farà parte della struttura appena istituita nel Lazio. Per ora con il governatore Zingaretti, l’assessore Valeriani, i dirigenti competenti, e la sindaca di Roma Raggi

Il presidente della Provincia di Frosinone Antonio Pompeo

La Regione Lazio ha istituito la Cabina di monitoraggio del Piano regionale dell’ormai spinosa gestione dei rifiuti. Se da Roccasecca e altri 11 Comuni della provincia di Frosinone hanno già invocato l’attivazione dei poteri sostitutivi da parte del Ministero della Transizione Ecologica, il presidente Nicola Zingaretti ha firmato proprio oggi, martedì 13 aprile 2021, il decreto di costituzione della nuova struttura regionale. “Con l’obiettivo - si spiega - di controllare e verificare l’attuazione delle misure previste all’interno dello strumento di pianificazione 2019-2025”.

La Cabina di monitoraggio: Regione, Roma e Province

L’apposito atto, promosso dall’assessore al Ciclo dei Rifiuti Massimiliano Valeriani, dà vita a un nucleo formato dal presidente, dall’assessore e dai dirigenti al ramo della Regione, nonché dal sindaco di Roma e dai presidenti delle Province di Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo.

Per ora, oltre ai tecnici, sarà formato dagli stessi Zingaretti e Valeriani, dalla sindaca della Capitale Virginia Raggi e, tra gli altri, dal presidente della Provincia di Frosinone Antonio Pompeo. Sono stati contestualmente nominati membri, non percepiranno alcun compenso e rimarranno in carica fino alla formazione degli Enti di Governo d’Ambito (Ega): gli organismi per ciascun Ambito territoriale ottimale (Ato), ossia le province.  

Valeriani: “Questa struttura avrà un ruolo fondamentale”

“Questa struttura - dichiara l’assessore regionale ai Rifiuti Valeriani - avrà un ruolo fondamentale perché dovrà verificare che le indicazioni contenute nel Piano regionale vengano attuate, sollecitando gli interventi di enti locali e operatori del settore per garantire il corretto funzionamento del sistema dei rifiuti. Ognuno è chiamato a fare la propria parte per scongiurare il rischio di nuove emergenze, assicurando una gestione sostenibile ed efficiente in tutto il Lazio”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gestione dei rifiuti, nasce la Cabina di monitoraggio del piano regionale: c’è anche Pompeo

FrosinoneToday è in caricamento