Boccata di ossigeno per i piccoli comuni, grazie alla nuova legge

Bellucci (Uncem Lazio): "soddisfazione per le misure a sostegno dei borghi"

L’approvazione da parte dei due rami del parlamento della legge in favore della salvaguardia dei piccoli comuni d’Italia, sotto i cinquemila abitanti, approvazione peraltro avvenuta in modo bipartisan, sta scatenando una serie di commenti positivi a cominciare dal presidente dell’Uncem Lazio, Achille Bellucci e di altri della provincia di Frosinone

Bellucci: "notevole passo avanti"

Belluci, dal canto suo afferma:  “L’approvazione del DDL “Misure per il sostegno dei piccoli comuni nonché disposizioni per la riqualificazione dei centri storici, misure adottate dalla Camera dei Deputati, è un notevole passo avanti.  Lo è perché dopo molto tempo si riconosce il valore dei centri di piccole dimensioni, in massima parte collocati sulla Montagna italiana, cioè un grande valore culturale, sociale e ambientale della nostra nazione, e perché con questo provvedimento si riconosce la necessità di occuparsi, anche sotto il profilo finanziario, di queste realtà divenute critiche anche a causa dell’abbandono da parte delleamministrazioni centrali. L’Uncem Lazio- aggiunge il presidente Bellucci-  dunque, non può che esprimere soddisfazione. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sforzo economico esiguo

Parimenti, noi che ci occupiamo direttamente dei territori in questione, non possiamo che sottolineare come lo sforzo finanziario, del quale conosciamo bene il valore e che apprezziamo, sia però ancora esiguo rispetto alle esigenze di un rilancio effettivamente strategico per l’intera nazione che, diciamolo con chiarezza, vede l’urbanizzazione nella gran parte del suo territorio costituita da piccoli centri. 
Se sotto il profilo del riconoscimento delle realtà che rappresentiamo la data del 28 settembre 2017 rappresenta una svolta una sana inversione di tendenza,- conclude Bellucci-  , sotto quello della concretezza del supporto economico c’è ancora da lavorare, e noi, ovviamente, non molleremo la presa”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus in Ciociaria, record di tamponi e boom di casi: 63 in 29 Comuni. Positivi anche tre studenti e una maestra

  • Coronavirus a non finire: in Ciociaria ben 100 dei 795 casi del Lazio. D'Amato: 'Siamo a un livello arancione'

  • Cassino, commerciante beve acido muriatico e rischia di morire

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento