Paliano, giovedì 13 primo consiglio comunale. Inizia l’era Alfieri bis

Come di consueto ci sarà il giuramento del primo cittadino, la nomina del presidente del consiglio, del vicesindaco e della giunta

Giovedì 13 giugno con il primo consiglio comunale parte la nuova era Alfieri bis. Questi i punti salienti: il giuramento del neo-eletto sindaco, Domenico Alfieri – riconfermato alla guida del governo cittadino per un secondo mandato – la nomina del presidente del consiglio, del vicesindaco e della giunta.

Una tappa importante della vita democratica di Paliano che definirà l'assetto delle istituzioni cittadine da qui ai prossimi anni, rinnovando l'impegno degli amministratori nei confronti della comunità palianese.

L'insediamento del nuovo consiglio comunale – ha dichiarato il sindaco Domenico Alfieri – è il punto di partenza di un cammino che vogliamo condurre assieme ai cittadini nel solco della continuità, col duplice obiettivo di favorire le potenzialità della città e dare risposte concrete ai bisogni della collettività. È arrivato il momento di riprendere a lavorare per Paliano con rinnovata fiducia e senso del dovere, insieme alla nuova squadra di governo, in un clima di confronto propositivo con le opposizioni. Il mio augurio va a tutti i nuovi consiglieri eletti, nella consapevolezza che il primo impegno di ognuno di noi è verso i cittadini”

Questa la composizione della nuova assise ed i voti presi dai consiglieri comunali: Valentina Adiutori che ha superato abbondantemente le mille preferenze piazzandosi a 1128 e le preferenze date in totale a tutti i candidati inoltre hanno superato  i 1523 voti e questo fattore ha fatto alzare la media dei voti personali per essere eletti. Bene anche  gli altri due assessori uscenti  Federico Fiore che ha raccimolato706 preferenze mentre Eleonora Campoli ha raccolto 551 preferenze. Gli altri nella media dei 200 tranne il dott. Ugo Maria Germanò che ha raccolto 380 voti. Questi gli altri 4 eletti: Simone Marucci  288, Serena Montesanti 285, Gianfranco Graziani 274 e Vanorio Calamari 271 voti. Non sono entrati in maggioranza: Giancarlo Carsi 208, Maria Grazia D’Aquino 206 voti, Cristian Romani 146 e Vincenza Schina 121.

In minoranza, sono entrati, Maurizio Sturvi candidato sindaco del “Movimento Civico con 1400 voti di lista” che poi si è dimesso, Paola Imperoli con 461 voti e Nevia Borgia 253 voti. Il giovane Andrea Scollo prenderà il posto del dimissionario Sturvi. Il quarto della minoranza è l’Avv. Tommaso Cenciarelli

Potrebbe interessarti

  • Coop, ultima settimana di attività: chiusura fissata per il 22 giugno

  • Incendio alla Mecoris, livelli di Pm10 alti. Chiusi gli uffici pubblici e stop alle attività private

  • Ha pedalato per 19 ore di seguito lungo i tornanti di Montecassino, è record

  • Il Lazio Pride? Una partenza con il botto

I più letti della settimana

  • Brucia azienda di smaltimento rifiuti speciali, nube nera su Frosinone. Aria irrespirabile

  • Colleferro, ispettore di Polizia si sente male in commissariato e muore in ospedale

  • Ceprano, giornalista muore dopo essere stata al pronto soccorso, sequestrata la salma

  • Strangolagalli, imprenditrice di 47 anni, schiacciata da un muletto, una morte tinta di giallo

  • Alatri, scopre il tradimento del marito e armata di bastone tende un agguato alla rivale

  • Un chilo di cocaina nascosto nell'auto, arrestato un insospettabile cinquantenne

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento