menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Patrica, Antenna in Contrada Lagoscillo: Il Comune diffida la società a procedere

L’Ufficio Tecnico dell'ente ciociaro ha contestato diverse incongruità rispetto alla realizzazione della contestata Stazione Radio Base. Lo rende noto il Sindaco Fiordalisio, che replica altresì al critico Battaglini, aspirante Primo Cittadino

Nel pomeriggio di ieri, venerdì 21 febbraio, l’Ufficio Tecnico del Comune di Patrica ha inviato una nota tecnica alla compagnia telefonica interessata per richiedere il riesame degli atti e verificare la legittimità del procedimento inerente la realizzazione della Stazione Radio Base nella Contrada di Lagoscillo.

La “tirata d’orecchie”

A rendere noti gli ultimi sviluppi è il Sindaco Lucio Fiordalisio, che si era già detto pronto anche alle vie legali. A questo punto, non prima di riportare le varie contestazioni, ritiene che “qualche proprietario terriero locale dovrebbe ogni tanto trascurare lo scopo di lucro e anteporre la tutela della salute dei cittadini”.

La replica del Sindaco

Non manca, infine, la replica a “qualche intervento stampa - taglia corto - apparso in questi giorni”. Si riferisce a quanto dichiarato dall’aspirante Primo Cittadino Samuel Battaglini, che sull’antenna per la telefonia mobile si era espresso così: “Una scelta decisamente inopportuna che sembrava fino ad oggi essere "sfuggita" all'amministrazione, nonostante i lavori per la realizzazione siano già a buon punto”.

Ogni mia azione è sempre condivisa con l’Amministrazione - controbatte ora lo stesso Fiordalisio -  Qualsiasi comunicato del sottoscritto è frutto del lavoro di tutti i miei amministratori che da 5 anni a questa parte hanno sempre lavorato con sacrificio e attenzione”.

Cosa contesta il Comune

Diverse incongruità - fa presente il Sindaco di Patrica Fiodalisio - quali la localizzazione che differisce dal Regolamento Comunale, la compatibilità ambientale della zona oggetto di intervento, l’istanza apparentemente sprovvista di tutti i pareri al momento della presentazione dell’istanza, l’utilizzo di modulistica non conforme ai modelli predisposti dagli enti locali, l’installazione dell’impianto in zona agricola, il potenziale rischio di emissioni elettromagnetiche”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Le rovine di Porciano e il brigante Gasperone

  • Cultura

    Anagni, visite guidate in città

  • Eventi

    Alatri, il Cristo nel Labirinto e le Mura Ciclopiche

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento