rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
La nuova squadra provinciale

Pompeo assegna ruoli e deleghe: il nuovo assetto del Consiglio provinciale

Il presidente della Provincia di Frosinone ha presentato in conferenza stampa la nuova squadra di Palazzo Iacobucci: vicepresidente, presidente del Consiglio, altri delegati e importanti novità come macrostruttura Pnrr e assunzione di professionisti

Alle 12 di oggi 25 gennaio 2022, presso la sala consiliare di Palazzo Iacobucci, la conferenza stampa del presidente della Provincia di Frosinone Antonio Pompeo per la presentazione del nuovo assetto del Consiglio provinciale: ruoli, deleghe e importanti novità. Tante indiscrezioni sono state confermate. In maggioranza la coalizione progressista formata da Pd, Polo Civico e Provincia in Comune, in minoranza il centrodestra rappresentato da Lega e Fratelli d'Italia. 

+++ Articolo aggiornato alle 14.30 +++

Il vicepresidente è Alessandro Cardinali (Polo Civico, Anagni), con delega all'ambiente. A ruota il quartetto del Pd, formato da Antonella Di Pucchio (Isola del Liri), Enrico Pittiglio (San Donato Val di Comino), Gaetano Ranaldi (Cassino) e Alessandro Mosticone (Sora). A loro, rispettivamente, viabilità e pari opportunità, edilizia e programmazione della rete scolastica, affari generali e patrimonio, e pianificazione territoriale e servizi di trasporto. L'ex vicepresidente Luigi Vacana (Provincia in Comune, Gallinaro), non da ultimo, ottiene invece un pacchetto pesante di deleghe: rapporti istituzionali, attuazione del programma, bilancio e servizi culturali.

Passando all'opposizione, è stata ufficializzata la nomina di Luca Zaccari (Lega, Ferentino) a presidente del Consiglio provinciale, attraverso il conferimento della delega al coordinamento dei lavori d'aula. In aggiunta, infine, la conferma del rieletto Gianluca Quadrini (indipendente nella lista della Lega) come delegato al controllo di società partecipate, enti e consorzi.  

Un grande lavoro di sintesi con i referenti di partiti e liste che rappresentano gli eletti ha portato a definire l’assetto del Consiglio provinciale e a trovare soluzioni condivise per avviare il nuovo corso amministrativo dell'Ente di Palazzo Iacobucci. Ma anche importanti novità che incideranno non poco sul futuro sviluppo del territorio e che sono direttamente legate alle opportunità rappresentate dal Pnrr. Questi gli argomenti al centro della conferenza stampa che il presidente Pompeo ha tenuto questa mattina, nella Sala Consiglio della Provincia, illustrando in prima battuta come sono state ripartite le deleghe ai consiglieri provinciali.

Le novità: macrostruttura Pnrr e assunzioni di professionisti

Il presidente Pompeo ha inoltre annunciato importanti novità per l'Ente di piazza Gramsci: in questi giorni, infatti, ha firmato un provvedimento con cui istituisce una macrostruttura per il Pnrr, all'interno della quale si muoverà il ‘Team Frosinone Recovery Plan’ e che sarà guidata da un dirigente della Provincia, il quale si avvarrà anche della collaborazione della Fondazione Promo P.A.

E proprio per supportare i Comuni nella redazione dei progetti del Pnrr, il presidente ha annunciato prossime assunzioni di risorse professionali che si occuperanno, da qui al 2026, della fase progettuale. Non è tutto: nelle prossime settimane sarà avviato uno sportello digitale dedicato, attraverso il quale gli Enti locali potranno comunicare e interagire direttamente con la Provincia. Insomma: una vera e propria macchina operativa che seguirà passo passo l'intero iter per agganciare le importanti risorse messe a disposizione dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Pompeo: "Una vera e propria Casa dei Comuni"

“Sono particolarmente orgoglioso - ha commentato il presidente Pompeo - per aver completato il progetto di rendere la Provincia una vera e propria ‘Casa dei Comuni’: con la creazione della macrostruttura per il Pnrr e lo sportello digitale, questo Ente affianca le Amministrazioni nella delicata fase delle proposte progettuali, considerando che la stima delle risorse del Pnrr che saranno gestite dagli enti locali si aggira tra i 66 e i 71 miliardi di euro. Questa è una sfida del presente, non del futuro e noi dobbiamo essere pronti a vincerla nell’interesse dell’intero territorio, dal più piccolo al più grande dei nostri Comuni. La Provincia in questo ha assunto il fondamentale ruolo di coordinare, attraverso una cabina di regia, tutte le azioni necessarie per centrare l’obiettivo, diventando anche un modello a livello nazionale per gli altri enti".

"Per quanto riguarda l'assetto del nuovo consiglio provinciale sono contento di aver trovato la sintesi e questo anche grazie alla collaborazione dei partiti e delle liste di riferimento dei consiglieri eletti, a cominciare dal mio partito che ringrazio nella persona del segretario provinciale Fantini e di Francesco De Angelis, oltre a Luigi Vacana con il quale si consolida il percorso già intrapreso - ha aggiunto in conclusione - La collaborazione, l'equilibrio dei ruoli, i consensi elettorali e l’unità di intenti nella gestione amministrativa sono state le linee guida nella scelta dell’assegnazione delle deleghe per raggiungere ulteriori e importanti risultati che questo Ente ha già dimostrato di saper centrare e bene”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pompeo assegna ruoli e deleghe: il nuovo assetto del Consiglio provinciale

FrosinoneToday è in caricamento