rotate-mobile
Politica

I primi 100 giorni di Rocca presidente: "Presi impegni per 800 milioni di euro"

Sanità, trasporti, politiche sociali. Il governatore di centrodestra fa il punto su quanto fatto in questi primi tre mesi alla guida della Regione. Polemiche dal Pd: "Nessun vento di novità"

"In questi primi 100 giorni abbiamo preso impegni per 800 milioni esclusi 22,3 miliardi di euro di debiti fuori bilancio e un disavanzo della sanità di 218 milioni di euro. Abbiamo approvato 256 delibere in 19 sedute di giunta, 97 decreti, oltre a 3 memorie e un atto di indirizzo". Il presidente della Regione Lazio, Francesco Rocca, fa il punto in conferenza stampa sui primi 100 giorni di mandato. 

Sanità, dal maxi debito agli obiettivi futuri

La sanità è stata al centro delle azioni, e preoccupazioni, del governatore. Tra le iniziative per contrastare le emergenze in materia, l'istituzione del sistema di monitoraggio informatizzato dei posti letto di degenza, una centrale operativa, simil protezione civile, che fotografa la situazione in tempo reale di tutte le strutture sanitarie, pubbliche e private accreditate. E proprio i privati accreditati dovranno garantire il 100% delle prestazioni tramite Recup dal 1 gennaio 2024. "Attualmente coprono solo il 7% delle richieste" spiega Rocca. L'obiettivo è sfoltire le lunghissime liste di attesa.

Ancora, tra le cose fatte, la creazione di una task force che supporta le aziende sanitarie nella gestione dei flussi di ricovero, e di un sistema di monitoraggio informatizzato dei posti letto di degenza. Per quanto riguarda Roma Rocca cita l'accordo con la Dia (Direzione investigativa anti mafia) per la concessione a titolo oneroso del padiglione R dell'ex ospedale Carlo Forlanini. 

Politiche sociali e trasporti

Al capitolo delle Politiche sociali troviamo la proposta di legge per istituire il Garante della disabilità, l'impegno per il caregiver familiare, che potrà contare su un fondo di 2 milioni e 300mila euro, l'ampliamento dei finanziamenti per la salute mentale, con 11,4 milioni di euro stanziati. E qualcosa si è mosso anche sul fronte trasporti. Il Tpl è stato finanziato con oltre 300 milioni di euro, 240 milioni per Roma Capitale, 64 milioni e 730 mila euro per i restanti comuni del Lazio. Circa un milione di euro è stato investito per aumentare l'organico attivo sulla Roma Lido e Roma Viterbo. Dieci milioni di euro per acquistare due unità navali veloci, per il potenziamento del trasporto con le isole ponziane. 

Cose fatte per Roma

Per quanto riguarda nel dettaglio gli interventi messi in campo per la Capitale, Rocca ricorda la riapertura della stazione di Val D'Ala, snodo importante per raggiungere Tivoli e Avezzano. L'indizione della gara di Rete ferroviaria italiana per la realizzazione della stazione Pigneto, collegamento della C alle stazioni Tiburtina e Tuscolana. E ancora gli interventi in programma per il Giubileo, dal via libera al sottovia in piazza Pia all'ostello della Gioventù in via di recupero al Santa Maria della Pietà. Per quanto riguarda la Roma Lido, per compensare la carenza dei treni e in attesa dei nuovi convogli che arriveranno nel 2025, è stato predisposto l'impiego di navette da settembre: 24 corse al giorno, ogni 15 minuti, per integrare il servizio ferroviario. Sono poi iniziati gli interventi per la difesa della costa e riqualificazione del litorale di Ostia. 

In merito ai rapporti con la Capitale, Rocca parla di "lealtà e collaborazione" fin'ora con il sindaco Roberto Gualtieri. Era con lui in queste ore per sostenere, con la premier Meloni, la candidatura di Roma a Expo 2030. Non mette bocca sul termovalorizzatore, perché "Gualtieri è commissario", mentre annuncia future modifiche al piano rifiuti licenziato nel 2020 dalla giunta Zingaretti. 

"Solo vuoto politico"

"Amo i fatti e amo lavorare - dichiara ancora il presidente, ex numero uno della Croce Rossa Italiana - i problemi che abbiamo ereditato non si risolvono con uno schioccare di dita ma dobbiamo andare avanti a passo inarrestabile. Ringrazio la giunta per il lavoro di squadra e i consiglieri di maggioranza ma anche di opposizione". E proprio dall'opposizione invece arrivano gli attacchi. "Sono trascorsi ormai molti giorni dall'insediamento della giunta Rocca, 100 giorni di vuoto politico. Dopo 10 anni all'opposizione la destra al governo della Regione non è stata ancora in grado di produrre nulla di politicamente degno di nota. Nessuna traccia del vento nuovo promesso in campagna elettorale, solo calma piatta" commenta il gruppo del partito democratico. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I primi 100 giorni di Rocca presidente: "Presi impegni per 800 milioni di euro"

FrosinoneToday è in caricamento