Produttività del lavoro, Frosinone tra le città più virtuose

Dai dati Istat il capoluogo ciociaro si piazza al 14esimo posto nella classifica nazionale. Magliocchetti: "Potenzialità da sviluppare. Si pensi alle opportunità di un possibile polo commerciale nell'area ex Permaflex"

Frosinone scala la classifica per la produttività del lavoro nelle città italiane piazzandosi addirittura al 14esimo posto. I dati Istat parlano chiaro e testimoniano con numeri economici oggettivi le potenzialità di un territorio. Potenzialità vere e reali da sviluppare ulteriormente.

Il rapporto dell'Istat

Il documento che rappresenta questa situazione è il “Rapporto Istat risultati economici delle imprese a livello territoriale anno 2015: ampliamento del dettaglio di analisi” pubblicato in queste ore sul sito dell'Istituto. L’Istat, quindi con questo rapporto diffonde, per la prima volta, la stima delle principali variabili di conto economico delle imprese dell’industria e dei servizi a un particolare dettaglio di analisi territoriale e settoriale. I nuovi dati e indicatori territoriali sono elaborati a partire dalla stima delle principali variabili di conto economico, per ciascuna delle unità locali delle imprese industriali e dei servizi non finanziari residenti sul territorio nazionale (oltre 4,7 milioni di unità).

Frosinone tra i primi venti

In dettaglio e nella pratica vengono presi in esame tutti i dati, macro e micro economici, relativi all’anno 2015, di tutti i Comuni d’Italia e ancor più nel dettaglio dei Comuni capoluogo. In questo contesto, per quanto riguarda la produttività del lavoro, la città di Frosinone si piazza addirittura ai primi 20 posti in Italia, al 14esimo per la precisione, con un coefficiente di produttività di 111.3, che è di parecchio superiore alla media italiana che è 100. Quella di Milano, che è la prima in assoluto in Italia, è di 154.9.

I dati del capoluogo ciociaro

In questa particolare classifica dei primi 20 posti, il Lazio è rappresentato solo da Roma al quinto posto e appunto Frosinone. L’analisi dell’Istat evidenzia che a Frosinone ci sono 5.022 unità locali, con 28.707 addetti con un fatturato di € 5.970.170 (migliaia di euro) e con un valore aggiunto per addetto pari a 59.880. "È chiaro quindi - commenta il consigliere provinciale e comunale di Frosinone Danilo Magliocchetti - che la città di Frosinone è, dati alla mano, un punto di riferimento economico, di imprese dell’industria e dei servizi,  non solo nel Lazio, ma addirittura dell’Italia centrale, considerato gli altri Comuni capoluogo che si sono piazzati dietro per risultato.

L'occasione nell'ex Permaflex

Queste potenzialità del capoluogo, per non rimanere fini a se stesse, - sottolinea Magliocchetti - vanno però ulteriormente sviluppate e l’occasione potrebbe essere determinata, ad esempio, in un arco di tempo relativamente breve, se nell’area ex Permaflex, a ridosso del casello autostradale di Frosinone, dovesse veramente realizzarsi un importante e strategico polo commerciale, per la cui partenza la Regione Lazio dovrebbe pronunciarsi per il cambio di destinazione d’uso, da industriale a commerciale. Evidenti sarebbero le ricadute in positivo per il territorio, qualora il progetto del polo commerciale dovesse andare in porto, sia dal punto di vista economico e occupazionale, sia dal punto di vista delle opere compensative e infrastrutturali legate al progetto.

Puntare sul commercio e cultura

La centralità, nei numeri pubblicati dall’Istat, di Frosinone per il territorio,  potrebbe essere quindi ancor più valorizzata. Non solo però con questo progetto di natura commerciale, ma anche con altre iniziative, con la realizzazione, come ulteriore esempio, di vero e proprio polo culturale, considerata l’importante presenza del Conservatorio, dell’Accademia delle Belle Arti, dell’erigendo Teatro. La città di Frosinone ha tutte le potenzialità per essere ancora di più un riferimento strategico per lo sviluppo del territorio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

  • Paliano, è morto l’imprenditore Umberto Schina

  • Omicidio Gabriel, ergastolo al papà Nicola Feroleto

  • Coronavirus, oggi si deciderà se la Ciociaria e il resto del Lazio entreranno in zona arancione o meno

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento