menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ordine del giorno: salvaguardare l'Ares 118 di Frosinone. La proposta di Magliocchetti

Il Consiglio comunale di Frosinone ha già approvato all'unanimità il punto illustrato dal capogruppo di Forza Italia che ora chiede collaborazione da parte di tutti gli altri 90 Comuni della Provincia

Una battaglia da combattere uniti per salvaguardare un servizio d'emergenza per l'interà comunità. Questo l'appello del consigliere comunale e provinciale di Frosinone Danilo Magliocchetti che, dopo aver illustrato durante l'ultimo Consiglio comunale del capoluogo il punto all'ordine del giorno sulla delibera indirizzata al presidente Zingaretti, ora si rivolge a tutti i Comuni della provincia per unire le forze.

L'iniziativa

"Dopo l’ordine del giorno approvato all’unanimità dal Consiglio comunale di Frosinone la scorsa settimana, teso a salvaguardare la postazione ed il personale della sede dell’ARES 118 di Frosinone, in vista del preventivato accorpamento con Latina, potrebbe essere una iniziativa di grande incisività e di straordinaria valenza politica e  territoriale, approvare lo stesso ordine del giorno, anche dagli altri 90 Consigli Comunali della provincia di Frosinone  ed inviare anche questi, così come sta già facendo il Comune capoluogo, al Presidente Zingaretti e al Direttore Generale dell’ARES 118.

La voce di un'intera Provincia

91 ordini del giorno, magari approvati tutti all’unanimità, con la stessa identica richiesta, non potranno essere ignorati, nè dalla Regione Lazio, nè dalla Direzione Generale dell’Ares, perché è di tutta evidenza che questa non è una battaglia del Comune di Frosinone, o comunque non solo, ma deve essere una rivendicazione di tutto il territorio provinciale, che si avvale e deve continuare ad avvalersi della insostituibile opera, competenza e professionalità del personale dell’ARES 118.

A prescindere dal partito

I Consigli comunali tutti insieme e prescindendo dall’appartenenza politica, destra sinistra centro,  hanno una grande opportunità, quella di dimostrare che, finalmente, la provincia di Frosinone riesce a fare battaglie comuni e su questioni importanti, come quella sanitaria. Una singola iniziativa, pur certamente apprezzabile, rischia di essere relegata, appunto, a iniziativa personale e quindi con un peso specifico ovviamente ridotto. Un’azione corale, invece, avrebbe una valenza straordinaria e costituirebbe anche il salto di qualità e maturità da parte di un territorio che ha tanti eccellenti solisti, ma non ha mai prodotto un gioco di squadra vincente.

Ancora troppe le incertezze

Dal dibattito emerso in questi giorni è evidente che la questione dell’accorpamento della sede ARES di Frosinone con quella di Latina è ben lontana dall’essere stata chiarita ed i riflessi positivi per la provincia di Frosinone sono ancora tutti da dimostrare, per cui i 91 Consigli comunali, che sono la massima ed autorevole espressione popolare sul territorio provinciale, possono e devono far sentire la propria voce in maniera chiara ed inequivocabile. Nessuna penalizzazione o ridimensionamento della sede ARES di Frosinone, sotto nessun punto di vista. Personalmente sono a disposizione dei 90 sindaci e Consigli comunali della provincia , sia per la messa a disposizione dell'ordine del giorno approvato dal Consiglio comunale di Frosinone, sia per fornire ogni ulteriore documento di supporto".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Visita guidata all'Abbazia di Casamari

  • Eventi

    Le rovine di Porciano e il brigante Gasperone

  • Cultura

    Anagni, visite guidate in città

  • Eventi

    Alatri, il Cristo nel Labirinto e le Mura Ciclopiche

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento