Provincia, Antonio Pompeo dà il via al suo secondo mandato

Il Presidente ha giurato davanti al Consiglio e presentato le linee programmatiche: Casa dei Comuni in primo piano

Parte ufficialmente il secondo mandato alla guida della Provincia di Frosinone di Antonio Pompeo. Si è svolta ieri la seduta del Consiglio provinciale che ha ufficializzato la rielezione dello scorso 31 ottobre. Pompeo ha giurato di fronte al Consiglio e ha presentato le sue linee programmatiche.

La riconferma

Soddisfatto il Presidente della Provincia: “Se la scorsa elezione, quella del 2014, ha visto prevalere l’emozione della prima volta, quella di mercoledì 31 ottobre ha un valore ancora maggiore: arriva dopo quattro anni di governo che gli amministratori hanno dimostrato di apprezzare, premiandomi con un consenso di enorme portata”.

Non ha nascosto le difficoltà incontrate, ma ha mostrato l’orgoglio per i risultati raggiunti: “Non è stato facile governare la Provincia in questi anni. Sappiamo tutti le difficoltà di un Ente che era nel pieno di una riforma. Però siamo amministratori e conosciamo il nostro ruolo: affrontare le questioni che ci si presentano quotidianamente e cercare di risolverle, con responsabilità e impegno. Abbiamo ridato centralità e dignità ad un Ente che era diventato marginale. Oggi la Provincia di Frosinone si è ripresa il suo ruolo. Passano da qui tutte le questioni che riguardano il territorio, il suo sviluppo, il futuro dei nostri figli”.

In programma

Il Presidente ha evidenziato le linee guida per i prossimi anni: “Sulle competenze dirette, il nostro obiettivo è quello di rendere le nostre strade sempre più sicure, trasformare il sistema delle infrastrutture in un volano di sviluppo a servizio delle imprese. Stesso dicasi per le scuole: sono il luogo dove crescono i nostri figli. Hanno necessità di sicurezza, ma anche di strutture e attrezzature moderne per una formazione adeguata e più competitiva dei ragazzi. Puntiamo sulla nuova Agenzia di Formazione come esempio del dialogo costante tra istituzioni e mondo del lavoro. E poi c’è l’ambiente: in questi anni abbiamo voluto investire nella raccolta differenziata, perché è un obiettivo fondamentale. Senza dimenticare la qualità dell’aria, l’energia rinnovabile, il controllo del territorio: dobbiamo e vogliamo salvaguardare il nostro ambiente e il suo sviluppo sostenibile”.

Si punta sulla Casa dei Comuni

Ma il vero obiettivo del Presidente Pompeo sarà la il potenziamento della Casa dei Comuni: “I Comuni soffrono la mancanza di risorse professionali e strutturali. La Provincia può essere loro di aiuto. Abbiamo già istituito la Stazione Unica Appaltante. Vogliamo fare lo stesso sulle funzioni tecniche, sulla pianificazione territoriale, sull’ufficio legale, sui finanziamenti europei, sull’avvocatura, sulla comunicazione. Insomma, una Provincia che diventa parte integrante della vita e delle attività delle amministrazioni locali”.

Il Presidente non ha dimenticato nemmeno di indicare una necessità per le Province: “Affinché possano svolgere con efficacia i loro compiti c’è bisogno di un ripensamento del  governo dei territori. Una riforma complessiva che semplifichi e renda efficiente gli enti locali. A partire dalle risorse: basta tagli, basta confusione. Gli enti locali sono le istituzioni di prossimità dei cittadini. Se una persona ha un problema va dal sindaco, dall’assessore, dal consigliere o dal presidente della Provincia, come è accaduto in questi anni. Per questo motivo vanno messi nelle condizioni di agire e di dare risposte. È stata questa la forza di questi anni: la mia porta è stata sempre aperta a qualsiasi richiesta. Lavorerò in tal senso attraverso l’Upi”.

Infine, un ringraziamento alla sua squadra. “Hanno dimostrato capacità e competenza. Il mio risultato è anche merito di un gruppo che ha lavorato bene” – ha detto il Presidente. E un’apertura agli altri consiglieri: “Lavoriamo come abbiamo sempre dimostrato, propositivi e collaborativi. C’è bisogno di tutti”. Il Pompeo bis può dunque partire.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti stradali, choc e dolore per la morte della piccola Asia

  • Gravissimo incidente in A1, tir fuori controllo investe operaio e si sfiora la strage

  • Anagni, dopo l'assurda morte della piccola Asia ora si prega per la sorellina

  • Coronavirus, novantasei infermieri marcano visita e la direzione avvia controlli a raffica

  • Scuola, mascherine inadatte: mamma ciociara scrive e la Ministra Azzolina risponde (foto)

  • Coronavirus, il Lazio resta zona 'gialla' ma Zingaretti emette nuova ordinanza

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento