rotate-mobile
Sul potenziamento dell'ospedale

Raddoppio dello Spaziani, Magliocchetti (Lega): “Si faccia anche quello con le risorse del Pnrr”

Il capogruppo consiliare del Carroccio vuole che la Regione Lazio preveda nel suo Recovery plan anche il potenziamento dell’ospedale di Frosinone, come richiesto dall'amministrazione Ottaviani

Il capogruppo consiliare della Lega Frosinone Danilo Magliocchetti è rimasto altamente deluso dal fatto che non ci sia il raddoppio dell’ospedale Spaziani tra tutti i progetti sanitari della Asl approvati dalla Regione Lazio e finanziati con le risorse del Pnrr.

Presso il nosocomio del capoluogo ciociaro, prossimo all’ottenimento del Dea di II livello, si procederà per ora esclusivamente all’adeguamento antisismico della Palazzina Q. Nel mentre verrà ristrutturato il vecchio ospedale di viale Mazzini, dove verranno attivati uno dei sei ospedali di comunità e una delle 17 case di comunità programmate a livello provinciale.

Magliocchetti, pertanto, esorta il presidente Nicola Zingaretti affinché “la Regione Lazio riveda le sue decisioni e preveda, negli importanti interventi strutturali sulle strutture della provincia contemplati nel Pnrr, anche il potenziamento dell'ospedale Spaziani di Frosinone. Verrebbe veramente da dire, a tale proposito: se non ora, quando?”.

Magliocchetti: “Non una parola sull’ospedale Spaziani”

“Non esiste una sola parola relativa all’ampliamento dell’ospedale Spaziani di Frosinone, come invece richiesto da tempo dall'Amministrazione Comunale, con un atto di impegno nei confronti della Regione Lazio votato, peraltro all'unanimità, già da diversi anni”.

“L'unico intervento previsto per l'ospedale del Capoluogo, è quello di mera sicurezza sismica, ma non si parla, in alcun modo, di ampliamento strutturale, magari da dedicare all'area di emergenza e urgenza, così da renderla propedeutica all'ottenimento del DEA di II livello, come, per inciso, previsto dalla programmazione regionale”.

“Non si vuole in alcun modo fare una polemica politica, che risulterebbe del tutto fuori luogo, ma è una constatazione oggettiva, che se non si interviene ora, con le risorse del PNRR, per il potenziamento dell'offerta sanitaria a Frosinone, si rischia di perdere un'occasione unica ed irripetibile”. 

“I Cittadini di Frosinone hanno la necessità di avere un presidio sanitario, per il futuro, che sia in grado di erogare prestazioni di alta qualità ed efficienza, non solo per la gestione pandemica, come efficacemente è stato fino ad oggi, ma anche per le patologie ordinarie, che si rischia di dover curare altrove, al di fuori del capoluogo, con un aumento della mobilità passiva verso Roma e con aggravio di costi”.

“Lo Spaziani ha tutte le potenzialità, sia professionali che strutturali, per diventare un grande presidio di eccellenza sanitaria per il Capoluogo e per l'intera provincia, ma necessita, indifferibilmente, di un adeguamento strutturale, quindi di un nuovo grande padiglione, con il quale gestire una buona parte dell'assistenza di carattere generale, con un conseguente aumento del numero dei posti letto e delle specializzazioni. Il rischio che si corre, è di avere a Frosinone una eccellenza, ma per la sola gestione Covid, o eventuali altri futuri fenomeni pandemici”. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raddoppio dello Spaziani, Magliocchetti (Lega): “Si faccia anche quello con le risorse del Pnrr”

FrosinoneToday è in caricamento