Regione, 34 milioni di euro per attività Arpa

La Giunta regionale del Lazio, su proposta del Presidente Nicola Zingaretti e di concerto con l’Assessore all’Ambiente Mauro Buschini, ha deliberato l’attribuzione di un importo di 34 milioni di euro, un milione in più rispetto al 2015,

La Giunta regionale del Lazio, su proposta del Presidente Nicola Zingaretti e di concerto con l’Assessore all’Ambiente Mauro Buschini, ha deliberato l’attribuzione di un importo di 34 milioni di euro, un milione in più rispetto al 2015, per le attività dell’Agenzia regionale per la Protezione Ambientale del Lazio (Arpa). “Dopo aver riorganizzato l’Arpa, facendola uscire nel 2014 dal commissariamento – ha sottolineato il Presidente della Regione, Nicola Zingaretti - ora garantiamo con 34 milioni di euro, uno in più rispetto all’anno precedente, il funzionamento di una struttura nevralgica per il monitoraggio della qualità dell’aria e dell’ambiente. Abbiamo già dato avvio all’assunzione di 40 unità di personale che andranno a rafforzare le risorse a disposizione dell’agenzia. Quando si tratta di curare e prestare attenzione alla salute dei cittadini è importante, anche in momenti di difficoltà, non risparmiare ma anzi investire di più”. “La Regione Lazio – ha spiegato Buschini – dopo aver posto fine al commissariamento dell’Arpa e varato la riorganizzazione per migliorare un polo strategico nella difesa e cura dell’ambiente, aumenta i fondi per l’ente. Un atto importante perché l’obiettivo è quello di sostenere politiche che contribuiscano, in misura maggiore, alle attività di salvaguardia ambientale e di tutela per la salute dei nostri concittadini. Con la recente riforma che ha restituito all’Agenzia regionale, un regolamento dopo 10 anni e attraverso l’aumento delle risorse da destinare ad Arpa Lazio, l’ente potrà operare con più efficacia e intensificare, così, i controlli nei territori della regione con più attenzione alle Province”.

L’ASSESSORE REGIONALE BUSCHINI: “AUMENTIAMO I FONDI PER L’ARPA, ENTE STRATEGICO NELLA DIFESA DELL’AMBIENTE”

"La Giunta regionale del Lazio, su proposta del presidente Nicola Zingaretti e di concerto con l'assessore all'Ambiente Mauro Buschini, ha deliberato l'attribuzione di un importo di 34 milioni di euro, un milione in più rispetto al 2015, per le attività dell'Agenzia regionale per la Protezione ambientale del Lazio (Arpa)". Così in una nota della Regione Lazio. "Dopo aver riorganizzato l'Arpa, facendola uscire nel 2014 dal commissariamento - ha sottolineato il presidente della Regione, Nicola Zingaretti - ora garantiamo con 34 milioni di euro, uno in più rispetto all'anno precedente, il funzionamento di una struttura nevralgica per il monitoraggio della qualità dell'aria e dell'ambiente. Abbiamo già dato avvio all'assunzione di 40 unità di personale che andranno a rafforzare le risorse a disposizione dell'agenzia. Quando si tratta di curare e prestare attenzione alla salute dei cittadini è importante, anche in momenti di difficoltà, non risparmiare ma anzi investire di più".

"La Regione Lazio - ha spiegato Buschini – dopo aver posto fine al commissariamento dell'Arpa e varato la riorganizzazione per migliorare un polo strategico nella difesa e cura dell'ambiente, aumenta i fondi per l'ente. Un atto importante perché l'obiettivo è quello di sostenere politiche che contribuiscano, in misura maggiore, alle attività di salvaguardia ambientale e di tutela per la salute dei nostri concittadini. Con la recente riforma che ha restituito all'Agenzia regionale, un regolamento dopo 10 anni e attraverso l'aumento delle risorse da destinare ad Arpa Lazio, l'ente potrà operare con più efficacia e intensificare, così, i controlli nei territori della regione con più attenzione alle Province".

REGIONE: “LAZIO CREATIVO: ITINERARI DI DESIGN” AL FUORISALONE 2016

“La creatività e le eccellenze del know-how del Lazio in materia di design saranno presenti in forze all’edizione di quest’anno del Fuorisalone, che si terrà a Milano dal 12 al 17 aprile. La Regione Lazio – attraverso Lazio Innova e in collaborazione con ADI Lazio – ha infatti ideato il percorso-mostra “Lazio Creativo: Itinerari di Design” che troverà spazio all’interno del famoso Superstudio Più di via Tortona e che racconterà le eccellenze del design laziale.

Lo stand della Regione Lazio ospiterà due tipologie di rappresentanti del settore. Da una parte, i prodotti di 17 aziende laziali già fortemente radicate a livello internazionale e ampiamente riconoscibili (selezionate dall’ADI Design Index dal 2009 al 2015) ripartite in tre sezioni dedicate ai settori del wellness, dell'arredo da tavola e dell’outdoor, sezioni curate rispettivamente da Giovanna Talocci, da Silvana Angeletti e Daniele Ruzza e da Gabriele Rosa. Dall’altra troveranno spazio i progetti di nove giovani designer laziali, che avranno la possibilità di esporre creazioni fino allo scorso anno solo su carta e oggi, grazie al contributo della Regione, in produzione e in vendita sui mercati internazionali. Di questi nove giovani creativi, 6 sono vincitori del Fondo Creatività regionale e tre sono stati scoperti con la realizzazione del Volume Lazio Creativo.

Il progetto “Lazio Creativo: Itinerari di Design” si inserisce nell’ambito tanto del programma Lazio Creativo quanto delle politiche regionali di internazionalizzazione (il progetto Lazio International) e fa della nostra Regione l’unica d’Italia presente in modo organico al “Superstudio Più”. Le eccellenze del design del territorio laziale sono sempre più apprezzate sui mercati internazionali ed è per questo che la Regione, con una linea strategica che integra politiche di sviluppo economico e politiche culturali, ha scelto di puntare sull’industria culturale e creativa, sui giovani talenti e sulle startup innovative, sostenendo la presenza del design laziale sui principali mercati mondiali”.

ABORTO, BONAFONI (SI-SEL): “DA CONSIGLIO EUROPA CONFERMA 194 VA APPLICATA”

“Apprendiamo con favore la decisione del Consiglio d'Europa che questa mattina ha accolto favorevolmente il ricorso della Cgil sull'applicazione della legge 194 in Italia.

Nel nostro Paese le percentuali di obiezione di coscienza sono particolarmente alte - superiori all'80%: in Molise (93,3%), in Basilicata (90,2%), in Sicilia (87,6%), in Puglia (86,1%), in Campania (81,8%), in Abruzzo (80,7%) - e anche nella nostra Regione superano l'80%. Una situazione che abbiamo più volte denunciato e che trova ora, nel richiamo del Consiglio d'Europa, una puntuale conferma.

Ricordo che l'obiezione di coscienza è anch'essa tutelata e riconosciuta nella legge 194 ma questo non deve far sì che se ne abusi, come fatto finora, arrivando in molti casi a non garantire il minimo servizio indispensabile: la legge 194 va applicata in tutte le sue parti e alle donne va assicurata la tutela della salute e dei loro diritti in tutte le strutture pubbliche e private della Regione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mi auguro che questa sentenza possa significare un momento di svolta e di rilancio e che essa porti ad una nuova stagione di diritti per le donne e per le politiche sanitarie della nostra Regione.”

E' quanto afferma la consigliera regionale di Si – Sel, Marta Bonafoni. SANITA’: REGIONE LAZIO, SEMPLIFICATO PERCORSO MALATI CRONICI. UNA SOLA RICETTA PER TUTTE LE PRESTAZIONI PREVISTE NEL PDTA “La Regione Lazio semplifica le procedure per assicurare cure tempestive ai malati cronici. Con il decreto firmato dal Presidente Nicola Zingaretti basterà una sola ricetta per prescrivere tutti gli esami necessari anche se in numero superiore ai limiti previsti dalla legge nazionale. Il provvedimento per il momento riguarda i malati di diabete e insufficienza respiratoria (Bpco) e consente al medico prescrittore, dotato di ricettario regionale, di prescrivere al paziente inserito nel Pdta (percorso diagnostico terapeutico assistenziale) un numero di prestazioni che può anche essere superiore ad otto e riferite a più branche. Nella prescrizione sarà inserito un codice di riconoscimento in base al Catalogo Unico Regionale delle prestazioni prescrivibili, approvato nei giorni scorsi che servirà a tracciare l’associabilità della singola ricetta allo specifico PDTA ai fine del controllo clinico e della remunerazione. Le tariffe delle singole prestazioni che compongono il PDTA sono quelle previste dal vigente nomenclatore tariffario regionale per prestazioni di assistenza specialistica ambulatoriale. Per il paziente oltre alla semplificazione il provvedimento porta in dote anche un risparmio poichè , se non esente, dovrà compartecipare alla spesa solo per una ricetta”. AGRICOLTURA: REGIONE LAZIO, ALLEANZA TRA RICERCA E IMPRESE PER FAR CRESCERE IL VINO DEL LAZIO "Dobbiamo essere determinati a rafforzare l'alleanza tra chi fornisce innovazione di prodotto e chi la fa applicare alle imprese del territorio, per garantire un prodotto vino di qualità, ricco di personalità e contenuti". Lo ha detto l'assessore all'Agricoltura.della Regione Lazio, Carlo Hausmann, durante l'evento in programma al Vinitaly dal titolo "Lazio eterna scoperta: territori e vitigni autoctoni" al quale hanno partecipato il professor Attilio Scienza, uno dei maggiori.esperti di viticoltura a livello mondiale, Riccardo Cotarella, enologo di fama internazionale, il consigliere regionale e professore all'università della Tuscia, Riccardo Valentini, l'amministratore unico di Arsial, Antonio Rosati. "Nel Lazio ci sono ben 76 vitigni sui quali da tempo gli istituti di ricerca come il Crea di Velletri, stanno portando avanti molti progetti per dare al vino del Lazio quelle caratteristiche distintive importanti quali: originalità, naturalità e forte identità. Però -- ha sottolineato l'assessore Hausmann - abbiamo bisogno di creare una grande alleanza tra le imprese. Su quest'ultimo aspetto il PSR, con i progetti europei per l'innovazione, può essere uno strumento fondamentale per la costituzione e la gestione dei Gruppi Operativi e per dare sostegno a progetti pilota orientati a nuovi prodotti, pratiche, processi e tecnologie.Sappiamo che non è un'impresa facile ma con l'aiuto di Arsial a fare da riferimento per le imprese, siamo certi che potremo raggiungere ottimi risultati". "Per il secondo anno rilanciamo le borse di studio in collaborazione con l'università della Tuscia, per studenti meritevoli che potranno svolgere stage formativi presso le nostre cantine. Siamo certamente indietro rispetto ad altre regioni ma l'arrivo dell'assessore Hausmann ha dato nuovo slancio. Anche per la promozione dobbiamo investire maggiori risorse.con delle scelte strategiche su Roma e non solo, come l'apertura di un Corner per la vendita dei prodotti tipici del Lazio a Londra, che oggi è la nostra grande ambizione” ha concluso Antonio Rosati, amministratore unico di Arsial.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Jonathan Galindo fa paura anche a Frosinone: denuncia di un padre a “Le Iene”

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento