menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Regione, Abbruzzese (fi): Zingaretti blocchi bando pasticcio per il Cup

In merito alla vicenda relativa al bando Cup, come avevo anticipato, ho presentato, nei giorni scorsi, una interrogazione a Zingaretti per sapere ufficialmente se è intenzione della Regione Lazio, mantenere e garantire espressamente ed in ogni...

In merito alla vicenda relativa al bando Cup, come avevo anticipato, ho presentato, nei giorni scorsi, una interrogazione a Zingaretti per sapere ufficialmente se è intenzione della Regione Lazio, mantenere e garantire espressamente ed in ogni caso, pur in presenza di mutate condizioni economiche previste per la nuova gara, le unità attualmente impegnate nel servizio CUP della Regione Lazio; se è intenzione dell'ente mantenere in futuro la quota del di personale svantaggiato attualmente impegnato nel servizio, o eventualmente aumentarla o diminuirla in funzione del totale di personale che si prevede di impiegare nell'appalto stesso. Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese vice presidente della Commissione Sviluppo Economico, Lavoro e Pmi.

> " Sono circa duemila le persone che rischiano di perdere il posto di lavoro a causa di questo grande pasticcio elaborato dalla maggioranza che governa la nostra Regione e che porterà da lunedì prossimo allo sciopero generale. E' da sottolineare, infatti, che la gara de quo nulla dice o prevede, espressamente, per il personale attualmente impiegato presso le rispettive ASL nell'assolvimento del servizio CUP, se non imprecisate affermazioni di carattere generale per il mantenimento dei livelli occupazionali.

> Inoltre, come noto, l'appalto contempla sostanziali differenze di termini, modalità e prestazioni contrattuali, oltre che mutate condizioni economiche, rispetto al servizio precedentemente svolto presso le varie Aziende Sanitarie interessate dalla gara centralizzata.

> Credo sia indispensabile tutelare i livelli occupazioni del personale attualmente impiegato dalle ditte fornitrici nelle Asl del Lazio per il servizio CUP, pertanto è opportuno che Zingaretti congeli la gara in questione fino a che non sia stata elaborata insieme ai sindacati un piano che preveda il reintegro di tutti gli operatori impiegati nel servizio di prenotazione regionale, prima dell'elaborazione della gara d'appalto in oggetto.

>

> Soltanto in provincia di Frosinone le unità attualmente impegnate nel servizio CUP della ASL sono 135, di cui la quota del 24% è rappresentata da personale svantaggiato. Pertanto, se la Regione non si impegnerà a cambiare lo stato di cose, nei singoli territorio si verificheranno gli ennesimi drammi sociali dovuti a licenziamenti, in questo caso anche evitabili". ". Ha concluso Abbruzzese.

SANITA', SIMEONE (FI): "SU GARA CUP INACCETTABILE MANCANZA DI TUTELA PER I LAVORATORI"

"Sul bando di gara Cup serve una svolta concreta da parte della Regione Lazio. Non dare garanzie certe ai lavoratori oggi impiegati nel servizio significa acuire il disagio sociale e la crisi occupazionale già in corso sul nostro territorio. Restiamo vicini agli operatori che hanno già annunciato, tramite i sindacati e il Comitato che li rappresenta, uno sciopero ad oltranza. Chiediamo nuovamente, come fatto nell'interrogazione presentata, al presidente Zingaretti di ascoltare la loro voce, di mettere in atto tutte le azioni necessarie per trovare la forma migliore per inserire nel bando di gara una clausola specifica e chiara di tutela per tutti i lavoratori oggi impiegati in ottemperanza a quanto previsto dalla normativa regionale e nazionale vigente in materia. Siamo di fronte ad un bando che gioca al ribasso e solo sulla pelle dei lavoratori. Tra l'altro vogliamo conoscere dal presidente, e in dettaglio, i dati su cui basa le sue scelte. Oggi si parla di "contrazione delle prestazioni" che giustificherebbero la scelta di ridurre il budget a base d'asta per il servizio Cup. A noi, o meglio ai cittadini, non risulta che le richieste di prestazioni siano in calo. A dimostrarlo il fatto che alcune Asl, come quella di Rieti, in vista dello sciopero di lunedì hanno già annunciato che dei disagi si potrebbero verificare e che i cittadini che devono effettuare delle prestazioni dovranno pagare il ticket entro sabato. Questi sono segnali tangibili che qualcosa non va. Ma evidentemente per il presidente Zingaretti i numeri si interpretano, il futuro dei lavoratori non conta e i disservizi non si vedono". Lo dichiara in una nota il consigliere regionale di Forza Italia, Giuseppe Simeone
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento