menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Regione, ‘accreditamento israelitico avrà tempi celeri proprietà paghi stipendi’

La Regione Lazio ha fatto e farà di tutto per garantire anche nel caso dell’Ospedale Israelitico la convivenza della piena legalità, compromessa dai fatti oggetto dell’indagine giudiziaria, con il mantenimento dei livelli produttivi.

La Regione Lazio ha fatto e farà di tutto per garantire anche nel caso dell'Ospedale Israelitico la convivenza della piena legalità, compromessa dai fatti oggetto dell'indagine giudiziaria, con il mantenimento dei livelli produttivi. Ora siamo fortemente impegnati nell'applicazione, per la prima volta in Italia, della normativa anticorruzione ad una struttura accreditata con il servizio sanitario. Come detto questo avviene per ripristinare la legalità nella continuità produttiva garantendo gli operatori e gli eventuali risarcimenti nei confronti della Regione che si è costituita parte civile per le somme oggetto delle indagini giudiziarie.

Venerdì scorso il Commissario nominato dal Prefetto ha presentato ufficialmente la richiesta di accreditamento, e da parte della Regione vi è l'impegno a completare la procedura nel più breve tempo possibile come ribadito nella riunione che si è tenuta oggi in Prefettura. Auspichiamo in questo periodo, da qui all'accreditamento, che la proprietà della struttura faccia fronte agli impegni con i propri dipendenti, come fatto finora, evitando così situazioni di tensione sociale". Lo comunica in una nota la Regione Lazio.

OCCUPAZIONE, ZINGARETTI, BOOM +62,9% CONTRATTI LAZIO

STRADA INTRAPRESA DA' RISULTATI

"I dati INPS sui contratti a tempo indeterminato attivati nel 2015, +62,9%, il 16% in più rispetto alla media italiana del 46,9% sono una ulteriore conferma, dopo i dati ISTAT sul lavoro, sul PIL, sull'export e i dati Unioncamere sulle imprese, che la ripresa economica nel Lazio si sta rafforzando. Certo, ancora c'è molto da fare per uscire definitivamente dalla crisi, però la strada intrapresa inizia a dare risultati. Con i dati INPS di oggi possiamo dire che la crescita economica si sta traducendo anche in un miglioramento della qualità dell'occupazione. Tra nuovi contratti attivati e contratti trasformati registriamo un vero e proprio "boom" di contratti a tempo indeterminato a fronte di una contrazione, invece, delle cessazioni. La crescita dei contratti a tempo indeterminato è una ottima notizia perché influisce positivamente sul futuro dei nostri cittadini". Lo scrive in una nota il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

OCCUPAZIONE: VALENTE, 'NEL LAZIO ORA LAVORO MENO PRECARIO E PIU' INCLUSIVO

"I dati Inps dell'"Osservatorio sul Precariato" del 2015 che riguardano la nostra Regione con un aumento del 62,9% di contratti a tempo indeterminato rispetto al 2014 ci dicono che ci stiamo lasciando alle spalle un mercato del lavoro caratterizzato dalla precarietà. Un messaggio positivo soprattutto per i giovani che possono guardare con maggiore ottimismo al loro futuro grazie a un mercato del lavoro sempre più inclusivo, che vede un abbattimento della differenza tra protetti e meno protetti. Continua il nostro impegno sulle tante crisi ancora aperte nella nostra Regione ma lo faremo con uno sguardo più positivo: perché con la ripresa economica anche i territori più in crisi possono iniziare a rinascere. A partire dalle tante politiche attive messe in campo da questa Regione, come, per esempio, il contratto di ricollocazione e i milioni di euro del programma europeo "Garanzia Giovani". Lo scrive in una nota l'assessore al Lavoro e Personale della Regione Lazio, Lucia Valente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Il mistero del lago di Canterno o "lago fantasma"

  • Eventi

    Ciaspolando a Punta della Valle

  • Eventi

    Un Brindisi al 2021 da Pizzo Deta

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento