Regione, Buschini: campidoglio presenti pianificazione gestione rifiuti senza appesantire altri territori

Si è svolto questa mattina presso la sede della Regione Lazio, un incontro tra l'assessore capitolino all'Ambiente, Paola Muraro, l’assessore regionale alla Tutela dell’Ambiente e ai Rifiuti, Mauro Buschini e il nuovo amministratore unico di Ama...

Piazza_del_Campidoglio

Si è svolto questa mattina presso la sede della Regione Lazio, un incontro tra l'assessore capitolino all'Ambiente, Paola Muraro, l’assessore regionale alla Tutela dell’Ambiente e ai Rifiuti, Mauro Buschini e il nuovo amministratore unico di Ama, Alessandro Solidoro.

“Ho ribadito – spiega Mauro Buschini – all’assessore Muraro che la Regione Lazio farà tutto quanto possibile per aiutare i cittadini di Roma e del Lazio ed evitare di cadere nell’emergenza rifiuti. Nel corso dell’incontro il Comune di Roma ci ha palesato la volontà di istituire un tavolo di concertazione con Prefettura, Ama e Regione Lazio. Ho dato ovviamente la disponibilità della Regione a partecipare a questo tavolo interistituzionale sul tema dei rifiuti che sarà istituito, organizzato e coordinato dal Comune di Roma. Ho proposto, inoltre, di allargare la partecipazione al tavolo anche al Ministero dell’Ambiente in base alle proprie competenze. Aspettiamo dunque che il Comune ci comunichi l’apertura del tavolo di concertazione. Per garantire, inoltre, il pieno equilibrio della gestione dei rifiuti in tutta la regione, è molto importante che Roma, al più presto, presenti la propria pianificazione per la gestione e la chiusura del ciclo nella città, senza appesantire altri territori”.

Nel corso dell’incontro l’assessore Buschini ha informato che: “Enki ha riconsegnato i moduli che gli erano stati forniti il 19 maggio 2016 per il trasporto dei rifiuti all’estero nei momenti di necessità; Enki ha riconsegnato i moduli il 3 agosto e la Regione li ha immediatamente istruiti e l’8 agosto sono partite le richieste alle autorità estere di Germania e Austria, le quali avranno ora 30 giorni per rispondere”.

Durante l’incontro è stata affrontata la questione riguardante la qualità dell’aria: “Ho invitato il Comune di Roma – conclude Buschini – a partecipare al tavolo regionale da noi istituito per monitorare e tenere sotto controllo i valori dell’inquinamento a dimostrazione della disponibilità a lavorare insieme su tutti i fronti”.

RIFIUTI, SIMEONE (FI): “LA RAGGI NON RENDERA’ LE NOSTRE PROVINCE LA PATTUMIERA DI ROMA. SIAMO PRONTI ALLE BARRICATE”

“11 punti per risolvere l’emergenza rifiuti a Roma. Un’emergenza che prima c’è, poi scompare, poi torna. Questa la sintesi dell’intervento del sindaco di Roma, Virginia Raggi, durante il consiglio straordinario sui rifiuti della Capitale che abbiamo seguito con attenzione. Un intervento che dimostra come per risolvere i problemi di Roma si vogliano trasformare le altre province, in primis quella di Latina e Frosinone, in pattumiere dove scaricare non solo la spazzatura ma anche le proprie responsabilità. Come ha ben sottolineato il senatore di Forza Italia, Francesco Maria Giro, noi non intendiamo piegarci a tali decisioni. Siamo pronti con ogni mezzo a bloccare scelte che vanno a ledere la dignità dei nostri territori e, soprattutto, dei nostri cittadini. Amministrare significa comprendere le criticità e trovare i mezzi per risolverli. Troppo semplice spostare i problemi e addossarli ad altri senza pensare alle ripercussioni che tali scelte possono comportare. Il sindaco di Roma è avvisato. Ci troverà in prima linea, al fianco di tutti i sindaci e di tutti i rappresentanti istituzionali di questi territori, per impedire che questo accada. E se pensa che questo sia un avvertimento si sbaglia. Sui rifiuti, per risolvere le emergenze che si presentano a Roma o in qualsiasi altra provincia del Lazio, servono dialogo, pianificazione e condivisione. Questa è una vera e propria promessa che come Forza Italia intendiamo mantenere a qualsiasi costo. Oggi, inoltre, è la Regione Lazio che ha il compito e il dovere di intervenire e che non può continuare a temporeggiare lasciando spazio a decisione estemporanee e dannose. Per questo chiediamo al presidente Zingaretti e all’assessore competente, Buschini, di procedere con rapidità alla definizione del piano dei rifiuti mettendo a punto una programmazione attenta degli interventi da effettuare, che tenga in considerazione le esigenze dei singoli territori e del fatto che gli impianti di TMB, da soli, non bastano a chiudere il ciclo dei rifiuti nel Lazio. Solo in questo modo si potranno prevenire ed evitare le emergenze”. Lo dichiara in una nota il consigliere regionale di Forza Italia, Giuseppe Simeone

PROTEZIONE CIVILE; REGIONE, DA OGGI ULTERIORE ELICOTTERO BIMOTORE PER CONTRASTO INCENDI AUMENTA FLOTTA AEREA DA 9 A 10 MEZZI

“Da oggi e per i prossimi trenta giorni è attivo sui cieli del territorio regionale un ulteriore elicottero bimotore che può operare sui centri abitati e che si aggiunge alla flotta aerea regionale gestita dall’agenzia regionale di Protezione Civile. La flotta aerea impiegata per contrastare l’emergenza incendi è composta ora da dieci elicotteri (8 della Regione Lazio più 2 del Corpo Forestale dello Stato) rispetto ai precedenti nove.

Il nuovo bimotore è disponibile fino al prossimo 12 settembre presso Castelnuovo di Porto e potrà operare soprattutto sui centri abitati, in particolare su Roma. L’aumento del numero dei mezzi disponibili si è reso necessario a causa delle condizioni meteo di questa estate con temperature significativamente elevate che vedono in questo periodo una media tra gli 80 e i 90 incendi al giorno nella regione, con l’impiego quotidiano in media di 190 squadre con circa 600 volontari.

Da questa mattina sono stati oltre 50 gli interventi e quello più significativo si è rilevato in zona Boccea a Roma dove hanno operato due elicotteri bimotore della Regione Lazio e da terra sono state impiegate dieci squadre di volontari, insieme alle squadre dei Vigili del Fuoco e del Corpo Forestale dello Stato, quest’ultimo ha diretto le operazioni di soccorso degli elicotteri. Dalla sala operativa fanno sapere che in questo momento sono in volo un elicottero nella zona di Nettuno; due Canadair dei Vigili del Fuoco e due elicotteri bimotore nella provincia di Frosinone e infine un elicottero nella provincia di Latina”. Lo comunica in una nota la Regione Lazio.

MOBILITA’: ZINGARETTI, CON SBLOCCO FONDI GOVERNO RADDOPPIO ROMA-VITERBO E NUOVI TRENI PER ROMA LIDO

"Dopo anni di abbandono e noncuranza per la Roma-Lido e la Roma-Viterbo facciamo sul serio e con l'impegno del Governo dimostriamo come sia centrale la cura del ferro per la mobilità della Capitale. Grazie ad un puntuale lavoro di programmazione con il Governo siamo riusciti a far diventare questione nazionale l'ammodernamento della Roma-Lido e della Roma-Viterbo per le quali abbiamo ottenuto importanti risorse che consentiranno, anche grazie ai fondi della Regione, la trasformazione delle vecchie ex concesse in ferrovie moderne".

Lo scrive in una nota il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

“In particolare sulla ferrovia Roma Lido sono previsti interventi importanti di modernizzazione dell’intera linea e l’acquisto di nuovi treni”, ha aggiunto l’assessore regionale alla Mobilità, Michele Civita. “Per quanto riguarda la Roma-Civita Castellana-Viterbo, è già pronto il progetto, approvato da tutti gli enti interessati, per il raddoppio della tratta Riano-Sant’Oreste e per la nuova elettrificazione fino a Viterbo. Visto lo sblocco dei fondi, già da settembre potrà partire il bando per l’assegnazione dei lavori”.

REGIONE, SIMEONE (FI): “COLLEGATO AL BILANCIO 2016. GRAZIE ALL' OPPOSIZIONE MENO BUROCRAZIA PER CITTADINI ED IMPRESE”

“E’ stato un lavoro intenso ma di cui, oggi, possiamo ritenerci soddisfatti. L’approvazione della legge su “Disposizioni per la semplificazione, la competitività e lo sviluppo della Regione”, cosiddetto collegato al bilancio 2016, ha visto, da parte dell’opposizione, un impegno costruttivo fatto di dialogo e confronto, anche acceso, ma che ha portato alla fine ad inserire nel testo proposto misure reali di semplificazione burocratica, di sviluppo a sostegno di imprese e cittadini. Ci eravamo trovati di fronte ad un testo privo di anima. Fatto da una serie di buoni propositi ma che poco avrebbero inciso nella quotidianità delle comunità che siamo chiamati ad amministrare. Ci simo battuti sino alla fine, in una vera e propria maratona in aula, per evitare che calando un maxi emendamento si arrivasse ad approvare una legge fatta di tanta forma ma di poca sostanza. Così, dopo ore intense, segnate anche da momenti di tensione abbiamo raggiunto il risultato che ci eravamo posti: dare ai cittadini strumenti e regole chiare e certe per poter operare. Abbiamo ottenuto, mantenendo ferma la nostra posizione e senza mai tentennare, l’inserimento, tra le misure di sviluppo per il territorio, del “Patto locale per il turismo” che consentirà di snellire le procedure burocratiche previste per la riqualificazione delle imprese ricettive e per la costituzione di nuove imprese nel settore dell'accoglienza, in modo da sostenere lo sviluppo delle attività economiche legate all'industria del turismo e del suo indotto. In materia urbanistica siamo riusciti a concretizzare, attraverso la presentazione di un emendamento mirato, la possibilità per i cittadini che debbano effettuare l’alienazione di un terreno gravato da uso civico, di rateizzare le somme dovute all’Ente gestore fino ad un massimo di dieci anni rispetto ai cinque previsti. Il nostro lavoro in aula ha portato, inoltre, all’approvazione dell’emendamento grazie al quale, da oggi, si può procedere nell’ambito degli interventi di restauro o di manutenzione ordinaria e straordinaria degli edifici esistenti in zona agricola, qualora l’ampliamento sia destinato all’ adeguamento igienico sanitaria, del 10% non solo per la superficie ma anche per le volumetrie. Altra innovazione importante sul piano urbanistico sta nella possibilità, per l’azienda agricola, qualora i piani urbanistici comunali prevedano, per l’individuazione dell’unità aziendale minima, una dimensione superiore a 30mila metri quadri, di comprendere, ai fini del raggiungimento del lotto minimo, anche lotti non contigui purchè ricadenti all’interno dello stesso territorio comunale. Per quanto riguarda i beni immobili regionali, abbiamo ottenuto l’impegno, da parte della Regione, ad approvare una delibera entro il 31 dicembre 2016 che disponga l’alienazione del patrimonio immobiliare dell’ex Opera Nazionale Combattenti (ONC) previa adozione di un regolamento che garantisca il diritto di prelazione in favore dei soggetti che occupano l’immobile o, in assenza di tali soggetti, un bando ad evidenza pubblica che consenta a parità di requisiti precedenza agli Enti locali che ne facciano richiesta e che siano presenti sul territorio in cui ha sede l’immobile da alienare. Grazie ad un altro emendamento presentato siamo riusciti ad evitare la paralisi delle pratiche ferme presso l’Autorità di bacino regionale (ABR) consentendo che, anche in assenza della costituzione del comitato tecnico, inesistente da oltre due anni, il Comitato istituzionale ovvero il Segretario generale delegato le possano evadere. Questa a nostro parere è la semplificazione. Questo significa rispondere alle esigenze dei cittadini oltre l’arroganza e nel solo interesse delle comunità che rappresentiamo. Perché il Lazio, tutte le province, hanno bisogno di un progetto che possa riscattarlo dal degrado e dall'emarginazione, realizzato in sintonia con le comunità che lo compongono”. Lo dichiara in una nota il consigliere regionale di Forza Italia, Giuseppe Simeone

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Borghese e “4 ristoranti” in Ciociaria: ecco la data della puntata

  • Giovane finanziere muore nel sonno, la tragedia nella notte

  • Morte Ennio Marrocco, arrestato per omicidio stradale il conducente della BMW

  • Scontro frontale in via Appia, giovane padre muore sul colpo

  • Giovane carabiniere colleferrino trovato morto in caserma nel nord Italia

  • Cassino, lo straziante addio ad Ennio Marrocco. Domiciliari per l'autista della Bmw

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento