Regione, Buschini: lazio protagonista per settimana europea dei parchi

“La Regione Lazio aderisce alla Settimana Europea dei Parchi che inizia oggi, 24 maggio, Giornata Europea dei Parchi, sino al 2 giugno. La manifestazione è promossa da Europarc, l'associazione europea delle aree protette, e in Italia da...

“La Regione Lazio aderisce alla Settimana Europea dei Parchi che inizia oggi, 24 maggio, Giornata Europea dei Parchi, sino al 2 giugno. La manifestazione è promossa da Europarc, l'associazione europea delle aree protette, e in Italia da Federparchi, per festeggiare l'istituzione del primo Parco europeo avvenuta in Svezia il 24 maggio nel 1909. Aderiremo con una serie di iniziative, a dimostrazione di come, nella visione della Regione, i Parchi rappresentino una grande rete internazionale alla quale anche le aree protette del Lazio partecipano con entusiasmo. Per il 2016, la settimana europea dei Parchi si concentrerà sul tema dell'assaggio 'A taste of Nature': c’è una doppia valenza nella scelta della tematica, perché l’assaggio è inteso sia come degustazione dei prodotti locali sia come fruizione dei parchi e delle attività ad essi collegate”. Lo dichiara in una nota l’Assessore regionale all’Ambiente, Mauro Buschini. “Saranno molte, in questa settimana, le attività organizzate dei parchi e dalle riserve della Regione – spiega Buschini -. La volontà è quella di diffondere la conoscenza del nostro patrimonio ambientale ad un pubblico che comprenda sia gli adulti che i bambini. Dalla fotografia alle escursioni botaniche per scoprire le specie del nostro territorio, passando alla scoperta del cielo notturno ai laboratori didattici sugli affascinanti animali della notte. Saranno previsti laboratori di archeologia e attività “Scoprinatura” dedicate alla tutela e al monitoraggio della Biodiversità. L’evento centrale sarà la tre giorni al Parco Regionale dell’Appia Antica dal 27 al 29 maggio: con “Il Cielo di Roma”, previsto il 28 maggio, ci sarà il convegno sull’inquinamento luminoso nei parchi. E’ sicuramente un’importante occasione per discutere sulle attività concrete che si possono metter in campo per prevenire l’inquinamento luminoso, attraverso l’esame di buone pratiche già attuate nella Regione Lazio grazie ad una legge regionale specifica in materia, e all’attivismo dell’Osservatorio Astronomico di Campo Catino in provincia di Frosinone, che ospita anche la presidenza nazionale dell’UAI. L’invito a partecipare alle diverse attività è rivolto a tutti i cittadini: si tratta, peraltro, di un periodo particolarmente favorevole per cogliere le bellezze naturalistiche e in generale la biodiversità del nostro territorio”.

SPAGHETTI&CINEMA A SCUOLA DI GUSTO CON IMMAGINI E RICETTE. GRAND EVENTO CONCLUSIVO DEL PROGETTO CON RICCARDO ROSSI VERONICA PIVETTI E CHRISTIAN DI SANTE

Mercoledì 25 maggio, ore 10.00 (Teatro di Villa Torlonia – Via A. Spallanzani, 1A – Roma)

Si conclude la prima edizione di Spaghetti&Cinema, rassegna ideata e organizzata per gli studenti e i docenti degli Istituti Alberghieri e Agrari promossa dalla Regione Lazio con ARSIAL Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l’Innovazione dell’Agricoltura del Lazio, curata dal Progetto ABC Arte Bellezza Cultura in collaborazione con Roma Capitale e Roma Lazio Film Commission, per valorizzare attraverso i set e il racconto cinematografico i prodotti e i sapori dei territori del Lazio, approfondendo i retroscena di molte sequenze famose e arricchendo un vero e proprio percorso di formazione sull’enogastronomia.

Protagonista del gran finale di Spaghetti&cinema che si terrà Mercoledì 25 maggio tra il Teatro e la Limonaia di Villa Torlonia è Riccardo Rossi, attore e regista particolarmente sensibile al gusto del cinema anche a tavola (e molto amato dal pubblico giovane) che si confronterà con i ragazzi a partire da una sequenza legata al cibo tratta dal suo film La prima volta di mia figlia.

Torna un ospite speciale come Veronica Pivetti raccontando agli studenti la propria esperienza professionale e personale nel corso della lavorazione dei suoi film. A chiudere la rassegna, anche Christian Di Sante (Spaghetti story di Ciro De Caro, 2014), giovane attore che proviene proprio dagli studi in un Istituto Alberghiero.

Laura Delli Colli, presidente dei Giornalisti Cinematografici Italiani, alla cui fortunata serie editoriale Pane, film e fantasia. Il gusto del cinema italiano il progetto s’ispira, condurrà la mattinata.

Tra i film proposti ai ragazzi nel corso di quest’anno scolastico per i loro approfondimenti: La finestra di fronte di Ferzan Ozpetek (2003), che affronta il tema del saper fare, anche in cucina, attraverso la memoria di generazioni tra loro diverse; Pranzo di Ferragosto di Gianni Di Gregorio (2008), ovvero la cucina come tramite per esprimere solidarietà, con particolare attenzione ai sogni e ai capricci dei più anziani; infine, Immaturi di Paolo Genovese (2011), in cui disciplina e capacità di fare squadra in una cucina professionale sono la prima regola per la convivenza.

All’iniziativa conclusiva del progetto intervengono Cristian Carrara, Presidente Commissione Cultura della Regione Lazio, Giovanna Pugliese, coordinatore del Progetto ABC Arte Bellezza Cultura, Antonio Rosati, Amministratore Unico di ARSIAL, Luciano Sovena, Presidente della Fondazione Roma Lazio Film Commission.

ELEZIONI, SIMEONE E DI MATTEO (FI): “MERCATO ORTOFRUTTICOLO DI LATINA, ACCESSO AGLI ATTI PER VERIFICARE CHE NON CI SIANO PRESUPPOSTI VOTO DI SCAMBIO”

“Le dichiarazioni rilasciate dal presidente del Mercato ortofrutticolo di Latina, Paolo Ghedin, accompagnate dal silenzio assenso del centrosinistra, sono una delle pagine più brutte mai scritte non solo durante una campagna elettorale, ma nella storia della politica. Per la prima volta abbiamo assistito ad un'indicazione di voto data da un consiglio di amministrazione a nome e per conto di circa seicento persone che erano all'oscuro di tutto. Una decisione che potrebbe, per inadeguatezza e inopportunità, entrare nei manuali. E' come se l'amministratore delegato della Fiat indicasse di votare sua figlia in corsa per una carica pubblica. Una decisione inopportuna, ma soprattutto lesiva dell'autonomia decisionale, di pensiero e di opinione che in una democrazia sono il sale del vivere civile e il motore della buona politica. Principi che, evidentemente, non appartengono a chi in questa competizione elettorale, in primis il centrosinistra, di fronte a quanto accaduto non si è indignato ma ha accettato di buon favore i presupposti di quello che domani potrebbe palesarsi come un voto di scambio. In questa occasione il presidente Ghedin ha confuso l'esercizio del suo ruolo all'interno del Mol con quello di padre orgoglioso e allo stesso tempo, il centrosinistra e il suo candidato sindaco, hanno perso l'occasione per prendere le distanze da un modo di agire che, sul piano etico e politico, è inaccettabile. Oggi questa scelta avvelena la proposta politica e dimostra come la sinistra tema il confronto politico reale e senta sul collo il fiato del sorpasso. Sarebbe opportuno che il candidato del centrosinistra fosse capace di fairplay richiamando i suoi alle regole della buona educazione politica. I giochi di potere non ci piacciono e per questa ragione, con il capolista di Forza Italia a Latina, Ivano Di Matteo, chiederemo, con gli strumenti che la legge ci mette a disposizione, di accedere agli atti e di avere copia del verbale della seduta del consiglio di amministrazione del Mol in cui si è deliberato di sostenere il candidato sindaco del Pd. Vogliamo leggere gli atti, i contenuti e comprendere se non ci siano, tra quelle righe, i presupposti del voto di scambio. Lo facciamo per dovere di verità verso i cittadini, ma soprattutto per dovere di rispetto verso quanti, operatori, imprenditori e addetti del Mercato ortofrutticolo di Latina, si sono visti privati del proprio diritto di opinione e di espressione. Non viviamo in una dittatura dove uno pensa e decide per tutti. Forse Ghedin e Forte non se ne sono accorti, o gli fa comodo non accorgersene, ma viviamo in una democrazia in cui ciascuno legittimamente decide, sceglie e vota chi ritiene opportuno. Il voto non si delega, si esercita singolarmente e senza intercessioni”.

Lo dichiara in una nota il consigliere regionale di Forza Italia, Giuseppe Simeone e il capolista di Forza Italia a Latina, Ivano Di Matteo

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, stroncato da un malore a 48 anni, era in quarantena. Resa nota l'identità della vittima

  • Torna la Coop a Frosinone: giovedì 29 ottobre l'inaugurazione

  • Coronavirus, muore il costruttore Gabriele Cellupica: Sora sotto choc

  • Cassino, positivo al Covid ma lo scoprono dopo morto. Portato via con il montacarichi

  • Coronavirus, muore Pino Scaccia. L'addio di Vacana: ‘In Ciociaria lo avevamo premiato un mese fa’

  • Picinisco, accoltellato un operaio mentre lavorava nel cantiere per il ripristino della frana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento