Regione, Buschini: “Nessun aumento rispetto all’autorizzazione già in vigore San Vittore”

"Il consigliere Porrello, forse distratto dalla fretta con cui ha redatto la sua nota, credo che abbia confuso i destinatari per quel che concerne l'utilizzo del termovalorizzatore di San Vittore. Avrebbe fatto bene, infatti, a rivolgersi al...

"Il consigliere Porrello, forse distratto dalla fretta con cui ha redatto la sua nota, credo che abbia confuso i destinatari per quel che concerne l'utilizzo del termovalorizzatore di San Vittore. Avrebbe fatto bene, infatti, a rivolgersi al sindaco di Roma Virginia Raggi, visto che la Capitale risulta la maggior utilizzatrice di San Vittore, chiedendole, appunto, di non destinare più i rifiuti di Roma alla Provincia di Frosinone". Lo dichiara in una nota l'Assessore Regionale Mauro Buschini.

"Nel merito - spiega Buschini - occorre precisare a beneficio della cittadinanza, che l'autorizzazione cui fa riferimento Porrello, non determina nessun aumento rispetto all'autorizzazione già in vigore del termovalorizzatore.

Non si tratta, dunque, di nessun aumento dell’impianto che è già autorizzato per 300.000 tonnellate ed ora si dà atto che il massimo carico termico con un funzionamento di 8400 ore/anno viene raggiunto non con 260.480 ma con 270.000 tonnellate annue comunque all’interno delle 300.000 tonnellate/anno già autorizzate in un impianto già in funzione e di proprietà di Acea, ovvero del Comune di Roma. L'aumento è di sole 10mila tonnellate e San Vittore resta a 270mila tonnellate di rifiuto lavorato a fronte di 300mila autorizzate. E l'aumento, come spiegato, durerà solo alcuni giorni. Il consigliere Porrelo invece di cadere in inutili polemiche, come ad esempio quando cita le mie dichiarazioni riguardo la produzione di Css, dovrebbe sapere che il Combustibile Solido Secondario ha un potenziale inquinante molto inferiore all'attuale Cdr (Combustibile derivato da Rifiuti), il che comporta anche un miglioramento dal punto di vista ambientale del ciclo integrato dei rifiuti. Forse, invece delle polemiche, sarebbe auspicabile un impegno del consigliere Porrello affinché anch'egli si adoperi con il Comune di Roma per sollecitare la presentazione del nuovo Piano dei rifiuti della Capitale, così da liberare i territori laziali dalle esigenze di Roma".

DALLA REGIONE 1 MILIONE PER ATTIVITA' DI FORMAZIONE E AZIONI DIMOSTRATIVE A VALERE SUL PSR

“E' stato pubblicato sul Bollettino Ufficiale il provvedimento con cui la Regione ha emanato un nuovo Bando a valere sul PSR 2014-2020. Si tratta di una misura che mette a disposizione 1 milione di euro per promuovere nuove forme di conoscenza e sostenere l’interazione e la cooperazione tra le aziende agricole. Destinatari finali dell’operazione sono le persone fisiche che operano, anche in qualità di dipendenti (compresi coadiuvanti e membri della famiglia agricola), nel settore agricolo, forestale, agroalimentare, nella gestione del territorio, tra cui tecnici pubblici e privati e altri attori economici le cui imprese di riferimento rientrano nel campo delle piccole e medie imprese aventi sede legale e operativa nelle zone rurali, come individuate nel documento di programmazione dello Sviluppo Rurale della Regione Lazio. Possono invece presentare progetti i soggetti pubblici o privati, già accreditati dalla Regione Lazio come fornitori di formazione in agricoltura nel settore forestale e agroalimentare. Nelle more, inoltre, la procedura di accreditamento è aperta a tutti i potenziali beneficiari del bando e la richiesta di accreditamento può essere presentata in un qualsiasi momento”. Lo dichiara in una nota l’Assessore regionale Mauro Buschini. “I progetti, in concreto – ha spiegato Buschini - possono prevedere la realizzazione di sessioni pratiche svolte in un’azienda/area agricola o forestale, presso strutture di centri di ricerca o università, centri dimostrativi pubblici e privati, su tematiche riguardo alla divulgazione di tecniche correlate sull’utilizzo di nuovi macchinari, i metodi di protezione delle colture a basso impatto ambientale e altre particolari tecniche di produzione. Le iniziative possono prevedere esercitazioni e prove pratiche per aumentare le abilità dei destinatari dell’azione dimostrativa, per verificare la fattibilità e la validità tecnico-economica delle innovazioni proposte. L'aiuto consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto fino al 100% delle spese sostenute ed ammesse a finanziamento, per un costo massimo ammissibile riferito ad ogni progetto - anche nel caso in cui preveda più iniziative - di € 14.500,00. Le domande potranno essere presentate fino al 28 febbraio 2017 tramite una manifestazione di interesse per PEC, ovvero tramite l'inserimento on line della domanda sulla piattaforma digitale SIAN del portale nazionale AGEA (Agenzia Nazionale per le Erogazioni in Agricoltura)”.

REGIONE, SIMEONE (FI): “PEDEMONTANA DI FORMIA, ROMA – LATINA, ASSE TIRRENO ADRIATICO, E TURISMO, APPROVATI GLI EMENDAMENTI PER LO SVILUPPO”

“Nel documento economico e finanziario 2017 – 2019 della Regione Lazio, approvato in commissione bilancio, sono stati inseriti gli emendamenti che abbiamo presentato per garantire continuità amministrativa, rispetto degli impegni assunti e lo sviluppo del nostro territorio all’insegna della concretezza. Sono quindi diventate priorità su cui la Regione Lazio investirà nei prossimi mesi, in primis, la realizzazione della Roma – Latina e della Cisterna Valmontone, con l’impegno a monitorare costantemente le procedure, a farsi garante della trasparenza delle stesse, del rispetto dei tempi, mettendo in atto tutte le azioni necessarie per garantire l’apertura dei cantieri nonché l’innesto di questa infrastruttura, fondamentale per la sicurezza dei cittadini e per lo sviluppo economico della provincia di Latina e del Lazio, nella viabilità nazionale. Sempre in tema di reti infrastrutturali siamo riusciti a far inserire tra le opere strategiche due progetti determinanti per lo sviluppo e la crescita della provincia di Latina e del Lazio. Si tratta della realizzazione della Pedemontana di Formia, determinante per sostenere la modernizzazione e garantire, grazie soprattutto al decongestionamento del traffico, l’accessibilità al nostro territorio. E della messa in opera dell’asse ferroviario trasversale Tirreno - Adriatico con l’impegno da parte della Regione, in accordo con i Consorzi industriali, le istituzioni, gli imprenditori, i professionisti, e con il supporto dell’università, a concretizzare le azioni atte a garantire la realizzazione di questo collegamento infrastrutturale di fondamentale importanza per le province di Latina e Frosinone e per l’indotto economico di tutto il territorio regionale. Per lo sviluppo del territorio, la crescita economica e l’occupazione sono previsti, grazie agli emendamenti che abbiamo presentato, l’incentivazione della diffusione della pratica della pesca ricreativa e sportiva non solo nell’area costiera ma anche nell’entroterra nonché lo sviluppo di azioni mirate alla reindustrializzazione dei siti dismessi con particolare attenzione a province, come quella di Latina, particolarmente penalizzate dalla crisi. Nel rispetto, inoltre, degli strumenti della programmazione negoziata regionale quali l’accordo quadro di sviluppo territoriale, il programma integrato di sviluppo locale, il contratto di recupero produttivo e il patto locale per il turismo e l’artigianato saranno concretizzate specifiche misure nel settore turistico. In particolare, si interverrà, in base alle esigenze dei singoli territori, per concretizzare la riqualificazione delle strutture ricettive esistenti e la creazione di nuove, la riduzione del carico burocratico avviando specifici incentivi per le imprese ed agevolando l’accesso al credito. Un piccolo passo avanti ma determinante per richiamare questa amministrazione regionale e il presidente Zingaretti a rispettare gli impegni assunti non con noi consiglieri ma con i cittadini che da quattro anni attendono risposte alle proprie esigenze concrete”. Lo dichiara in una nota il consigliere regionale di Forza Italia, Giuseppe Simeone

MOBILITÀ, MINNUCCI (PD): “LADISPOLI E CERVETERI SIANO UN ESEMPIO PER GLI ALTRI COMUNI”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“I miei complimenti ai Sindaci Paliotta e Pascucci che, con il nuovo servizio Tpl, hanno dato una grande dimostrazione di oculatezza amministrativa riuscendo in questo periodo di spending review a razionalizzare la spesa migliorando un servizio importante come il trasporto pubblico locale. Con queste nuove 15 linee, dunque, non solo si garantisce un trasporto locale tra le due città adeguato alle esigenze dei cittadini che potranno utilizzare solo un biglietto e usufruire anche di un servizio di prenotazione corse, ma si stabilisce altresì una vera sinergia tra due Comuni atta a ottimizzare le risorse economiche e finanziarie a disposizione. Ladispoli e Cerveteri hanno dato vita a un modello di governance interessante che mi auguro venga preso da esempio anche dalle altre realtà locali come tra l’altro definito anche dalla stessa riforma Madia che, in materia di servizi pubblici locali, indica la strada di reti tra più enti nel rispetto del principio di area vasta” ha detto il deputato Dem, Emiliano Minnucci, che oggi ha partecipato alla presentazione del nuovo servizio TPL Ladispoli/Cerveteri.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Frosinone usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Coronavirus, Frosinone è la provincia più contagiata del Lazio

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento