menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Consiglio Regionale Lazio

Consiglio Regionale Lazio

Regione, commissione bilancio: ok al rendiconto generale regione 2014

La commissione Bilancio, partecipazione, demanio e patrimonio e programmazione economico-finanziaria, presieduta da Mauro Buschini (Pd), ha dato parere favorevole, a maggioranza, al Rendiconto generale della Regione Lazio per l'esercizio...

La commissione Bilancio, partecipazione, demanio e patrimonio e programmazione economico-finanziaria, presieduta da Mauro Buschini (Pd), ha dato parere favorevole, a maggioranza, al Rendiconto generale della Regione Lazio per l'esercizio finanziario 2014 (proposta di legge regionale n. 302).

Dal dibattito odierno, seguito alla illustrazione della relazione al Rendiconto generale dell'assessore alle Politiche del bilancio, patrimonio e demanio, Alessandra Sartore, avvenuta giovedì scorso, sono scaturite alcune istanze, fra le quali la richiesta di Pietro Sbardella (Gruppo misto) di dedicare un'intera giornata di Aula al consuntivo dei conti regionali. Dallo stesso consigliere, da Valentina Corrado (M5s) e Francesco Storace (la Destra) inoltre, la richiesta di tornare a discutere l'assestamento di bilancio in Consiglio e di non procedere solo con variazioni approvate dalla Giunta. Richiesta accolta senza problemi da Sartore, a patto, ha detto "che non si spenda di più".

I numeri del Rendiconto 2014: le entrate di competenza accertate ammontano a 33,18 miliardi di euro; le spese complessivamente impegnate ammontano a 31,14 miliardi di euro. Il rendiconto 2014 si chiude con un disavanzo sostanziale pari a 3,88 miliardi di euro, determinato aggiungendo al risultato di amministrazione il fondo crediti di dubbia esigibilità, l'accantonamento dei residui perenti e la parte vincolata. Secondo il giudizio di parifica della Corte dei Conti, il disavanzo 2014 è di circa 11 miliardi di euro.

I lavori della commissione Bilancio riprendono nel pomeriggio con l'esame della legge di stabilità 2016 (Proposta di legge n. 307) e del bilancio di previsione della Regione Lazio 2016-2018 (Proposta di legge n. 308).

Il termine per la presentazione degli emendamenti è stato stabilito in venerdì 18 entro le ore 17 mentre lunedì 21 alle ore 12 quello per i subemendamenti.

Domani mattina alle ore 10 sono fissate le audizioni con i sindacati e le associazioni di categoria.

E' stato altresì stabilito il calendario per domani delle audizioni con gli assessori della Giunta regionale in Commissione. Si inizia alle ore 14,30 con l'assessore al Lavoro, Lucia Valente, per proseguire a cadenze di mezz'ora ciascuno con l'assessore Formazione, Ricerca, Scuola e Università, Massimiliano Smeriglio, vice presidente della Giunta; Lidia Ravera per la Cultura e le politiche giovanili; Rita Visini, per le Politiche sociali e sport; Michele Civita per le Politiche del territorio, mobilità e rifiuti; Sonia Ricci, assessore Agricoltura, caccia e pesca; Concettina Ciminiello per le Pari Opportunità, autonomie locali e sicurezza; Guido Fabiani per lo Sviluppo economico e attività produttive; per finire con l'audizione dell'assessore alle Infrastrutture, politiche abitative e ambiente, Fabio Refrigeri, prevista per le ore 18,30.

SANITÀ LAZIO, PETRANGOLINI: "PIANO DIABETE INIZIATIVA STRATEGICA PER LA SALUTE DEI PAZIENTI"

"Il Piano del Lazio per il diabete è una iniziativa strategica per la tutela della salute dei pazienti della Regione che sono assai numerosi". A parlare è Teresa Petrangolini, consigliere regionale del Lazio (Gruppo PD) e componente della Commissione Politiche sociali e Salute del Consiglio regionale.

"Il Piano per la malattia diabetica nella Regione Lazio 2016-2018, contenuto nel Decreto del Commissario ad acta Zingaretti, è una iniziativa importante - spiega Petrangolini - perché si rivolge a ben 300 mila persone con diabete dichiarate: una popolazione molto estesa se si pensa anche alle famiglie che ogni giorno hanno la responsabilità di seguire i loro cari che vivono questa patologia. In più, secondo tutte le previsioni, si tratta di un fenomeno in crescita ed è pertanto urgente e cruciale intervenire per evitare i comportamenti a rischio".

"Il piano - continua Petrangolini - consente di riorganizzare e potenziare l'offerta sociosanitaria regionale a favore dei pazienti e investe su di una assistenza personalizzata e integrata con i servizi del territorio. In altre parole, le persone affette da diabete dovranno sempre meno fare riferimento alle strutture ospedaliere e potranno sempre di più rivolgersi a strutture e operatori più vicini e più specializzati con l'attivazione di percorsi diagnostici terapeutici assistenziali (Pdta), personalizzati e differenziati a seconda del grado di complessità della malattia di ciascuno"

"Le novità più interessanti? In primo luogo - osserva Petrangolini - c'è finalmente una maggiore attenzione per i bambini nella consapevolezza che l'impegno per la cura del diabete infantile, a partire dalle scuole, è da sempre un punto debole dei servizi sanitari regionali. C'è poi tutto il tema della prevenzione che potrà contare su due soggetti strategici come le Case della Salute, che via via stanno nascendo, o i presidi nel territorio forniti dai medici di medicina generale. Per la prima volta, inoltre, avremo indicatori per misurare l'efficacia del piano e per valutare la qualità dell'assistenza offerta"

"Infine - conclude - va ricordato che il piano è il frutto di un lavoro svolto a stretto contatto con le associazioni dei pazienti e ha raccolto la gran parte delle osservazioni da loro pervenute".

BIANCHI (SEL)SVILUPPO: CON SISTEMA GE.CO WEB REGIONE LAZIO FA INNOVAZIONE E MIGLIORA VITA A CITTADINI E IMPRESE. SISTEMA PER PARTECIPAZIONE A BANDI TRAMITE WEB PIU' SEMPLICE, VELOCE E TRASPARENTE.

Da gennaio sarà più semplice, veloce e trasparente partecipare ad un bando della Regione Lazio. Che si tratti di un Comune, un'azienda, un'associazione o un semplice cittadino, con il nuovo sistema Ge.Co Web, presentato stamattina dal presidente Nicola Zingaretti tutto sarà digitalizzato e consultabile sul web. Si potrà controllare lo stato di avanzamento della domanda, la validità delle certificazioni presentate e la quota di fondi spesi dalla Regione. Inoltre ci sarà maggior trasparenza e certezza nelle procedure, con un incrocio costante dei dati con quelli di Inps, Inail e Camere di Commercio. Con il nuovo sistema di gestione dei bandi regionali, ad esempio, un'azienda o un cittadino potrà registrare una volta sola i propri dati anagrafici per poterli utilizzare in più bandi. Così come potrà verificare in tempo reale la validità dei documenti presentati, evitando inutili perdite di tempo.

Innovare significa anche questo: semplificare la vita delle persone e delle imprese e dare a tutti la possibilità di cogliere le occasioni offerte. Il sistema GeoCo Web arriva in un momento cruciale per lo sviluppo della regione. Con la nuova programmazione UE saremo chiamati a spendere oltre 440 milioni di euro nel solo 2016. E lo faremo nel modo migliore e nella massima trasparenza, per sostenere le energie migliori dei territori. Senza pacche sulle spalle ma con strumenti all'avanguardia e risorse certe. Evitanti i tanti, troppi errori del passato.

Così Daniela Bianchi, Consigliera regionale del Lazio, indipendente del gruppo "SEL", vice-presidente della Commissione Cultura e componente della Commissione Sviluppo alla Pisana in merito alla presentazione del sistema Ge.Co. Web avvenuta stamattina da parte di Lazio Innova.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Frosinone, oggi si festeggia "Santa Fregna"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Eventi

    Frosinone, “CicchiAMO”

  • Eventi

    Alla scoperta di Ferentino sconosciuta

  • Eventi

    Ciaspolata su Colle Le Lisce e Monte Cotento

Torna su

Canali

FrosinoneToday è in caricamento