rotate-mobile
Politica

Regione, concorso per info point mobile su via francigena del nord

E’ online il concorso per la realizzazione di Info Point Mobile per la via Francigena del nord. Immaginare nuove e originali soluzioni creative per la fruizione di questo tratto dei cammini spirituali da parte dei pellegrini rappresenta...

E’ online il concorso per la realizzazione di Info Point Mobile per la via Francigena del nord. Immaginare nuove e originali soluzioni creative per la fruizione di questo tratto dei cammini spirituali da parte dei pellegrini rappresenta l’obiettivo principale di questa iniziativa.

I partecipanti dovranno realizzare un video di massimo 3 minuti che descriva sia gli aspetti estetici che funzionali di un veicolo ecosostenibile da utilizzare per offrire servizi informativi e di assistenza lungo tutto il percorso francigeno, ma che avrà tappa privilegiata nei punti in cui il percorso presenta particolari deviazioni o criticità (l’ingresso nel Lazio dalla Toscana, i tracciati cittadini di Viterbo, la variante Cimina e il lago di Bolsena, la biforcazione di Formello e l’ingresso a Roma, etc). In Palio 5.000 euro così distribuiti: 1° Video Classificato 3.000 euro, 2° Video Classificato 1.500 euro, 3° Video Classificato 500 euro.

I video dovranno fornire proposte di personalizzazione del veicolo a partire da prodotti già disponibili e omologati, grazie a interventi di design e allestimenti originali a basso costo che caratterizzino il mezzo rispetto alla spiritualità dei cammini di pellegrinaggio. Possono partecipare al concorso designer, architetti, grafici, video maker, innovatori ed esperti digitali, e più in generale tutti i creativi (singolarmente o in gruppo) residenti e/o domiciliati nella regione Lazio.

“La valorizzazione della via Francigena del nord, questo cammino di pace, che si snoda accanto alle rumorose arterie stradali che pulsano traffico fra Rieti e Roma e Latina e Viterbo, è uno degli interventi fondamentali messi in campo dalla Regione Lazio in occasione del Giubileo - dichiara l’assessore alla Cultura e alle Politiche giovanili, Lidia Ravera.

"Una via di silenzio - continua Ravera - da percorrere a piedi, guardandosi attorno, sfogliando adagio, con lo sguardo, la bellezza e l'unicità della natura. E’ nostro compito attrezzarla a ricevere pellegrini, ma non solo, per moltiplicare il suo potenziale di appartenenza a un territorio, il Lazio, che è un bene comune, un tesoro ancora in parte da scoprire, da svelare. Una risorsa da amministrare con giudizio e creatività”.

Si potranno inviare i video fino alle ore 12.00 del 16/02/2016. Per maggiori informazionihttps://www.biclazio.it/it/home/info-point-mobile-per-la-via-francigena.bic

ROMA, BONAFONI (SI-SEL): DIFENDERE L’ESPERIENZA DI ESC. IN QUELLO SPAZIO UN’IDEA DI CITTA’ DA RILANCIARE

"E' di queste ore la notizia dello sgombero disposto il 30 dicembre scorso dal Comune di Roma nei confronti di Esc, lo spazio autogestito a San Lorenzo che da anni promuove iniziative e pratiche di cultura, mutualismo, nuovo welfare, solidarietà e politiche per gli studenti e i giovani della nostra città.

I locali erano stati assegnati dal Comune di Roma ad Esc nel 2009, grazie a uno dei frutti più interessanti della prima giunta Rutelli, la delibera 26/1995 sugli spazi sociali, che fino a ieri aveva fatto corrispondere all’utilizzo per il bene comune di immobili pubblici il pagamento di canoni di affitto calmierato.

Ora, questa decisione del Comune, recapitata sotto forma di una determinazione dirigenziale ad Esc come a decine di altri spazi sociali di Roma, rischia in un colpo solo di far fare enormi passi indietro alla nostra città: aprendo spazi al mercato e alla speculazione, sbarrando invece la strada a un’idea di metropoli solidale e aperta alle più avanzate forme di welfare territoriale, che in questi anni ha anche fatto da argine al degrado e all’incuria.

Mi accingo, per questo, a scrivere una lettera al Commissario dott. Francesco Paolo Tronca portando alla sua attenzione la vertenza di Esc. La fase nella quale il Prefetto sta governando Roma è senza dubbio complicata e delicatissima: esperienze come quella dello spazio di San Lorenzo andrebbero proprio per questo non minacciate ma salvaguardate e rilanciate.

Naturalmente ai ragazzi e alle ragazze di Esc in queste ore mobilitati in difesa della loro esperienza sento di dover portare tutto il mio sostegno e la mia vicinanza."

Lo dichiara in una nota Marta Bonafoni, consigliera regionale di Si-Sel.

A CECCANO LIVELLI DI INQUINAMENTO DA RECORD. GIANCARLO RIGHINI (FDI) PROMUOVE TAVOLO DI CONFRONTO IN REGIONE: "INDIVIDUARE LE CAUSE E CONTRASTARE IL FENOMENO"

Ha sortito gli effetti auspicati il tavolo di confronto promosso dal capogruppo di Fratelli d'Italia, Giancarlo Righini, in una pausa a margine della seduta del consiglio regionale. Una qualificata delegazione del Comune di Ceccano, guidata dal sindaco Roberto Caligiore, dal vicesindaco Massimo Ruspandini e dal delegato... all'ambiente Alessandro Savoni, è stata ricevuta dal'assessore all'ambiente Fabio Refrigeri, all'attenzione del quale ha posto la necessità di esaminare e limitare le cause che vedono Ceccano detenere il triste primato relativo all'inquinamento dell'aria. Per tutta risposta l'assessore, recependo il grido di allarme degli amministratori della cittadina del frusinate, ha assunto l'impegno a convocare entro la settimana prossima tutti i sindaci del territorio.

Il Sindaco si è appellato ai vertici regionali per valutare "la possibilità di individuare risorse per realizzare uno studio ambientale che determini le cause dell'inquinamento, verificando la possibilità di mettere a disposizione tecnici qualificati, anche mediante convenzioni universitarie, che possano collaborare nell'individuare azioni volte a limitare l'inquinamento". "Il nostro Comune, per ovvie ragioni - ha aggiunto il vicesindaco Ruspandini - non possiede risorse adeguate per commissionare ed elaborare uno studio di tale natura, ma siamo ben determinati a venire a capo del problema, ritenendo inaccettabile un protrarsi di tale situazione". Concetti ripresi ed articolati anche dal delegato all'ambiente, Alessandro Savoni: "Sinora non abbiamo mai mancato di adottare tutta una serie di provvedimenti volti a ridurre le emissioni delle polveri sottili, ma arrivati a questo punto è chiaro che ci vuole qualcosa di più e dalla Regione, in tal senso, può arrivare la soluzione che tuteli e salvaguardi l'intera zona". "Andare avanti di questo passo - hanno aggiunto i tre - è diventato impossibile".

"A questo punto - ha concluso Righini - l'obiettivo sarà quello di individuare le cause dell'abnorme livello di inquinamento, ponendo in essere azioni che siano di efficace contrasto allo stesso".

Incontro in Regione

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, concorso per info point mobile su via francigena del nord

FrosinoneToday è in caricamento