Regione, efficentamento energetico Lazio, ‘aumentata disponibilità da 22 a 34 mln di euro per interventi

La Regione Lazio porta da 22 a 34 mln di euro la disponibilità economica per la realizzazione degli interventi di efficientamento energetico destinato alle Pubbliche Amministrazioni. Una misura necessaria dopo l’elevatissima richiesta di adesioni...

La Regione Lazio porta da 22 a 34 mln di euro la disponibilità economica per la realizzazione degli interventi di efficientamento energetico destinato alle Pubbliche Amministrazioni. Una misura necessaria dopo l’elevatissima richiesta di adesioni per la a nuova Call for proposal 2014-2020 con oltre 440 candidature pervenute.

“Ringrazio la Giunta per la sensibilità dimostrata – ha commentato Fabio Refrigeri, assessore alle Infrastrutture, Politiche abitative e Ambiente della Regione Lazio – al cospetto del successo conseguito dalla precedente Call for proposal che ha già ampiamente raggiunto tutti i propri obiettivi. Per soddisfare le tante richieste arrivate per la nuova Call, abbiamo scelto di aumentare di ben 12 mln di euro la quota disponibile per la tornata di lavori di efficientamento. Mi sembra evidente che sulla sostenibilità energetica negli edifici pubblici, il Lazio concretizzi così un primato autentico maturato in un triennio

MOBILITA’: ZINGARETTI, AGEVOLAZIONI DAL 30% ALL’80% SU ABBONAMENTI ANNUALI TPL LAZIO

AL VIA CAMPAGNA “AIUTIAMO LA TUA FAMIGLIA CON TUTTI I MEZZI”

E’ partita la campagna di comunicazione della Regione Lazio sulle agevolazioni tariffarie per il trasporto pubblico regionale “Aiutiamo la tua famiglia con tutti i mezzi”.

“Da quest’anno le agevolazioni tariffarie per abbonamenti annuali andranno dal 30% fino all’80% e aumenta la platea dei beneficiari degli incentivi per l’utilizzo del mezzo pubblico di trasporto - spiega il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti – ai quali stiamo garantendo uno sforzo maggiore anche in termini di comfort di viaggio e di puntualità, in particolare sulle ferrovie regionali. Abbiamo inserito, inoltre, nella nostra programmazione regionale un incentivo per coloro che hanno intenzione di acquistare bici pieghevoli andando incontro alle sempre maggiori richieste, da parte degli utenti del servizio di trasporto pubblico, di una mobilità sostenibile e integrata con le bicilette. In questo modo la Regione mette in campo concretamente tutti i mezzi per aiutare le famiglie del Lazio e per incentivare quei comportamenti virtuosi che passano per il ricorso al mezzo pubblico di trasporto”.

Per l’Assessore regionale alla Mobilità, Michele Civita “con queste nuove agevolazioni sosteniamo non solo le famiglie ma anche i pendolari a basso reddito che scelgono di utilizzare il trasporto pubblico”.

I nuovi criteri per le tariffe agevolate degli abbonamenti annuali prevedono l’innalzamento dei tetti Isee che danno diritto all’agevolazione tariffaria che sarà pari al 30% per tutti i cittadini di Roma e del Lazio che abbiamo un reddito Isee inferiore ai 25.000 euro. Lo scorso anno il tetto era fissato a 23.000 euro. Anche quest’anno, per le categorie con maggiori difficoltà socio-economiche (come ad esempio la sussistenza di handicap gravi a carico del beneficiario o di componenti del nucleo familiare, nel caso di orfani o nel caso di nuclei familiari numerosi) è prevista un’ulteriore agevolazione del 20%, che porterà l’agevolazione totale al 50% della tariffa. Inoltre, con particolare attenzione alle categorie più svantaggiate, il tetto isee è stato innalzato passando dai 10.000 euro dello scorso anno agli attuali 15.000 euro. In questo modo aumenta notevolmente la platea dei cittadini che possono accedere alle agevolazioni e si semplificano i requisiti necessari. Ma le novità non finiscono qui. Con l’obiettivo di sostenere il più possibile le famiglie di Roma e del Lazio sono previste integrazioni di agevolazioni per chi acquista più abbonamenti nello stesso nucleo familiare. In questi casi, alle agevolazioni sopra descritte si aggiunge il 10% per l’acquisto del secondo abbonamento, il 20% in più per il terzo abbonamento e il 30% sull’acquisto dal quarto abbonamento in poi. Se, ad esempio, una famiglia con particolari difficoltà economiche e con due figli in età scolare deve acquistare tre abbonamenti, pagherà il primo abbonamento con uno sconto del 50% il secondo con uno sconto del 60% ed il terzo (e successivi) con uno sconto del 70%. Inoltre, il voucher per l’acquisto del titolo agevolato avrà una validità di sessanta giorni e non più di trenta come lo scorso anno. Anche questa misura è orientata ad agevolare le famiglie che devono acquistare più abbonamenti affrontando una spesa rilevante. Oltre ad agevolare il ricorso al trasporto pubblico, questa nuova tariffa mira ad incentivare la cultura della legalità nell’utilizzo del trasporto pubblico, rendendo meno oneroso l’acquisto degli abbonamenti. Ai cittadini che, inoltre, acquisteranno un abbonamento agevolato per il trasporto pubblico locale sarà riservato un incentivo di 150 euro per l’acquisto di biciclette pieghevoli compatibili con il trasporto a bordo dei mezzi pubblici. Tale misura si applicherà, su richiesta degli aventi diritto, ai residenti nel Lazio titolari di abbonamento annuale, ovvero di titoli viaggio cumulativi, acquistati con le agevolazioni.

REGIONE LAZIO: CON “PROGETTO GIUSTIZIA” A MAGGIO DIPENDENTI AL SERVIZIO DEI TRIBUNALI TERRITORIALI

Al primo avviso, pubblicato il 17 marzo, hanno risposto 100 dipendenti regionali (ed ex provincia)

Circa 100 dipendenti regionali al servizio di Procure e Tribunali del Lazio: al via il “Progetto Giustizia”, frutto di un Protocollo sottoscritto ad ottobre dello scorso anno da Regione Lazio, Ministro della Giustizia, Presidente della Corte di Appello di Roma e Procuratore Generale della Repubblica di Roma per l’impiego di personale regionale presso gli uffici giudiziari. Attraverso il protocollo la Regione si impegna, infatti, a mettere a disposizione il proprio personale da impiegare presso gli uffici giudiziari territoriali della Corte d’appello, dei Tribunali e delle Procure. Un progetto che punta ad aumentare l’efficienza delle strutture giudiziarie e a ridurre i tempi nella gestione delle procedure offrendo, al contempo, un’occasione di crescita professionale ai dipendenti regionali che ne faranno richiesta.

Nel mese di dicembre è stato avviato, in via sperimentale, il primo progetto a Velletri con l’impiego di 7 dipendenti regionali, mentre sono già state assegnate 14 unità di personale di Polizia provinciale ad alcune Procure della Regione.

Dalla Corte d’Appello, dai Tribunali e dalle Procure sono arrivati progetti interessanti di miglioramento dei servizi di giustizia o di abbattimento dell’arretrato all’interno di cinque settori di grande rilievo per le stesse politiche regionali: famiglia, persona e minori, lavoro, giustizia penale, recupero crediti, risorse. Progetti con obiettivi puntuali e misurabili, modalità e tempi di attuazione ben definiti, risultati attesi e risorse umane necessarie.

Il primo avviso rivolto ai dipendenti (regionali ed ex provincia) è stato pubblicato il 17 marzo, entro maggio partiranno progetti con i primi 100 dipendenti regionali.

“Con quest’accordo, – ha spiegato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti - la Regione intende dare un contributo concreto per ridurre sensibilmente i tempi della giustizia e liberare i tribunali dalle migliaia di procedimenti accumulati. Numericamente – ha aggiunto – si tratta della più importante esperienza del genere in Italia, sia per numero di trasferimenti che per il numero di uffici coinvolti, e per questo ringrazio tutti i protagonisti di questa innovazione: i dipendenti che hanno accettato una nuova sfida, i sindacati che hanno contribuito a sostenerla ed accompagnarla, ovviamente i vertici degli uffici giudiziari della regione. Quello che parte è un progetto che avrà ricadute positive su tutto il territorio regionale e offrirà un momento di crescita professionale anche per i dipendenti regionali che hanno aderito al progetto”.

FORMAZIONE: FIRMATO PROTOCOLLO D’INTESA REGIONE LAZIO-FEDERMANAGER

Il vicepresidente della Regione Lazio, Massimiliano Smeriglio e il presidente di Federmanager Roma, Giacomo Gargano, hanno firmato questa mattina un protocollo d’intesa che intende promuovere il bando ‘Torno Subito’ tra le imprese del Lazio. Lo scopo del Protocollo è sostenere azioni e iniziative finalizzate a valorizzare percorsi formativi nazionali ed internazionali, nonché ad agevolare esperienze di lavoro. Regione Lazio e Federmanager Roma procederanno, quindi, ad individuare una potenziale platea di soggetti ospitanti, rispetto ai quali verrà effettuata un’analisi delle condizioni di idoneità come potenziali partner del progetto, oltre ad attivare tirocini ed eventuali altre forme di collaborazione. E’ prevista inoltre la promozione dei potenziali soggetti partner verso gli studenti e laureati interessati a definire percorsi progettuali nell’ambito dell’iniziativa ‘Torno Subito’. Il Protocollo mira, pertanto, a potenziare i servizi offerti dal bando ‘Torno Subito’, creando una rete di supporto per i ragazzi che partecipano al bando, selezionando i partner ospitanti, agevolando l’incontro tra domanda e offerta di lavoro.

“Si tratta di un ulteriore step per ‘Torno Subito’, alla vigilia di una nuova edizione che per il 2016-2017 punta a mettere in campo un’opportunità per oltre duemila ragazzi della nostra regione. Il matching tra progetto e mondo delle imprese rappresenta un valore aggiunto, perché faciliterà i ragazzi che parteciperanno al bando nella scelta dei partner, in un rapporto virtuoso tra le competenze acquisite durante l’esperienza formativa e l’inserimento nel tessuto produttivo regionale” dichiara il vicepresidente della Regione Lazio, Massimiliano Smeriglio.

“In Federmanager Roma siamo sempre pronti a supportare le Istituzioni nelle iniziative a sostegno dello sviluppo economico e sociale del territorio e Torno Subito rappresenta una duplice occasione sia per i giovani che per le aziende. – dichiara Giacomo Gargano Presidente Federmanager Roma e Unione Regionale Dirigenti industriali del Lazio - Un progetto che mira a creare una rete dinamica, capace di innescare efficaci processi di crescita e di innovazione e allo stesso tempo di favorire il processo di internazionalizzazione, continua Gargano, contribuisce attivamente alla valorizzazione del territorio, alla promozione dello sviluppo locale e al sostegno dell’occupazione giovanile. Siamo orgogliosi, anche quest’anno, di dare il nostro contributo.”

OSTIA; ZINGARETTI INCONTRA COORDINATORE ROMANO LIBERA

Questa mattina il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti ha incontrato presso la sede della Giunta regionale Marco Genovese, coordinatore romano di Libera.

“Ho voluto esprimere solidarietà e preoccupazione – spiega Zingaretti – a una delle voci di Libera in merito alla vicenda della spiaggia concessa all’associazione che è stata riconsegnata al Municipio. Questa é una grandissima sconfitta, soprattutto per le istituzioni e per chi ogni giorno, specialmente a Ostia, lotta contro mafie e illegalità, sperimentando percorsi nuovi di socialità e sana economia”.

“Mi auguro che dopo la riconsegna della spiaggia da parte di Libera – conclude il presidente – sia fatta luce sulla vicenda e vengano accertate al più presto le responsabilità. Nonostante la gravità di questa vicenda, invito tutti a non perdere la speranza e la fiducia che a Osta si possa tornare a promuovere uno sviluppo sociale, economico e culturale nel rispetto della legge e senza subire l’interferenza delle mafie o di qualsiasi forma di illegalità. La Regione Lazio continuerà con ancor più determinazione a investire nelle energie più sane di questa parte del territorio al fine di generare gli anticorpi necessari a ricostituire e rafforzare il tessuto economico e sociale di tutta la città”. Lo dichiara in una nota il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.

OSTIA, BONAFONI, DE PAOLIS E BIANCHI (SI – SEL): “SU RESTITUZIONE SPIAGGIA DI LIBERA FARE IMMEDIATA CHIAREZZA”

Il gesto di Libera, che con grande responsabilità ha deciso di riconsegnare con un anno di anticipo la spiaggia Libera Spqr che le era stata assegnata con un bando pubblico, dimostra quanto ancora si debba lavorare sul tema della legalità e della lotta alle mafie. Le motivazioni che hanno portato Libera a prendere questa decisione ovvero la scoperta improvvisa di una determina del 2010, omessa in sede di bando, che chiedeva ai precedenti gestori di abbattere il chiosco in quanto abusivo, sono di una gravità assoluta e rappresentano una nuova sconfitta istituzionale: con la restituzione della spiaggia attrezzata, chiude infatti un presidio di legalità, inclusione e partecipazione prezioso in un territorio come Ostia. Proprio la scorsa settimana, nella Commissione consiliare sulle infiltrazioni mafiose della Regione Lazio, abbiamo ascoltato la voce dei cittadini e delle associazioni, tra cui molte di Ostia, impegnati in prima linea nella lotta alle mafie. Ci auguriamo che venga fatta luce su questa vicenda, che siano chiarite responsabilità e mancanze, le stesse denunciate da Libera a cui va per questo tutta la mia solidarietà. E’ quanto affermano la vice presidente della Commissione consiliare sulle infiltrazioni mafiose e sulla criminalità organizzata Marta Bonafoni e i consiglieri di Si – Sel Gino De Paolis e Daniela Bianchi.

SANITÀ, PETRANGOLINI: GRAZIE ALLE ASSUNZIONI, UN NUOVO INIZIO PER IL LAZIO

“Dopo anni di impegno per tenere i conti in ordine, con le assunzioni di questi giorni, possiamo parlare di un nuovo inizio per la sanità del Lazio”. Commenta così Teresa Petrangolini, consigliere regionale del Lazio (Gruppo Pd) e componente della Commissione Politiche sociali e salute.

“Dopo gli apprezzamenti ricevuti da più parti sul risanamento delle casse regionali – spiega Petrangolini - passiamo oggi ad una fase nuova. Il Lazio torna ad investire su competenze e professionalità per far crescere la sanità regionale. Per migliorare la qualità dei servizi offerti serve infatti anche il personale idoneo: con lo sblocco del turn over e l’assunzione di nuovi medici e infermieri, avremo le figure professionali per affrontare i bisogni di salute della popolazione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Bisogna inoltre osservare con soddisfazione – conclude Petrangolini - che questo impegno è distribuito in tutte le province e le Asl del Lazio: appare centrale, in queste scelte, la valorizzazione delle realtà della sanità territoriale. Un altro importante risultato raggiunto dalla Giunta Zingaretti dopo i primi tre anni di governo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Colleferro alla serie tv "Doc - nelle tue mani", la storia di Massimo Ciccotti

  • Giovane militare ciociaro muore nel sonno, choc in caserma

  • Coronavirus, aggiornato l’elenco delle strutture ciociare che effettuano il ‘tampone rapido’ a 22 euro

  • Alatri, Giuseppe Mazza muore in un letto di ospedale. Era rimasto ferito in un incidente con la sua moto

  • Cassino, due quindicenni pestati a sangue dai bulli per gelosia

  • Coronavirus, 147 nuovi casi in provincia di Frosinone. Positivo anche un dipendente comunale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FrosinoneToday è in caricamento